gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-bambino-0
1 5

Sindrome del Savant: i bambini particolari

/pictures/2018/09/13/sindrome-del-savant-i-bambini-particolari-1225416618[1216]x[507]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-bambino

La psicologa ci parla della Sindrome del Savant e ci spiega perché è possibile che un bambino con ritardo cognitivo, anche grave, possa sviluppare un'abilità specifica in un determinato ambito

Sindrome del Savant

È possibile che un bambino con ritardo cognitivo anche grave possa sviluppare un'abilità specifica in un determinato ambito. Si parla di sindrome del Savant, (dal francese idiot saviant tradotto con un’espressione poco felice “idiota sapiente”) citata per la prima volta nel 1887 dal medico di origine londinese J. L. Down, facendo riferimento a soggetti che sviluppano delle capacità eccezionali e per questo vengono definiti geni. Tali abilità legate al disegno, alla meccanica, alla musica risultano straordinarie proprio in virtù del loro deficit mentale. La manifestazione di tale patologia è associata, qualche volta, anche ad altre problematiche quali l’autismo, la sindrome di Asperger e la sindrome della Tourrette.

Come riconoscere i disturbi dell'apprendimento

Etiopatogenesi 

La sua origine si suppone sia legata alla lesione dell’emisfero sinistro e coinvolge anche altre aree cerebrali tra cui quella frontale e l’area di Wernicke. Il lobo frantale contiene sia l’area corticale motoria che la corteccia premotoria. È sede dell’elaborazione dei pensieri e delle idee cioè delle attività psichiche superiori. Questa parte del cervello è coinvolta nei processi di apprendimento e memorizzazione che partecipano alla comprensione degli stimoli esogeni e nella elaborazione di schemi meccanici; ciò spiega l’incapacità di questi soggetti a svolgere normali funzioni quotidiane e di comprendere e immagazzinare invece un numero infinito di concetti o numeri come se fossero degli elaboratori cibernetici.

Sembra quindi che la funzione deficitaria e specifica dell’emisfero sinistro sia compensata dall’altro emisfero, il destro, che ha invece funzioni specifiche legate alla creatività e pertanto sviluppato ed organizzato in maniera meno rigida. Il deficit di un emisfero è deviato quindi sull’altro sano tanto da coinvolgere, secondo alcune ipotesi scientifiche, una porzione poco utilizzata e tale da esprimere grandi doti musicali o artistiche.

Le abilità specifiche

Più che essere focalizzati sul prodotto del loro lavoro tali soggetti sono interessati alla loro attività. In effetti le competenze acquisite sono assolutamente naturali e non indotte attraverso un apprendimento. La loro attenzione si sviluppa specificamente in un ambito, sembra in seguito ad un evento particolare, come per esempio un compleanno, e quindi sviluppare la capacità di associare in pochi secondi una data del calendario ad un giorno specifico della settimana (Frith, 1989).

Esistono molti casi famosi di soggetti Savant ma il più conosciuto è Kim Peek affetto da deformazione congenita del cervello. L’uomo poteva leggere e memorizzare il contenuto di due pagine in pochi secondi, vantava infatti la lettura di 12.000 libri alla sua morte avvenuta nel 2009 all’età di 58 anni. il celebre “Rain Man” del 1988 è la riproduzione cinematografica della sua vita. La coesistenza di altre patologie deriva inevitabilmente dalla comorbidità di altri sintomi quali l’isolamento sociale e difficoltà nei processi interpersonali, comunicazione disfunzionale e interessi limitati nonché azioni ripetitive, pertanto è possibile diagnosticare anche la presenza di autismo o sindrome di Asperger.

Ma non è un conditio sine qua non, nel senso che lo sviluppo di un talento è dovuto secondo Wing e Gould (1979) a fattori che non sono necessariamente riconducibili alle patologie dello spettro autistico.

I dati della malattia

La popolazione maschile è maggiormente affetta rispetto a quella femminile. Si presenta infatti un rapporto di 6 a 1: secondo studi più recenti l’eccesso di testosterone durante la vita gestazionale produce una trasmigrazione neuronale da un emisfero all’altro generando la sindrome. Un’altra situazione analoga alla sindrome del savant è una lesione secondaria dell’emisfero sinistro, come in soggetti affetti da malattie neurodegenerative o in conseguenza di un ictus: è stato osservato che in tali pazienti l’emisfero destro compensa il deficit attraverso un incremento delle capacità creative dell’emisfero destro. A differenza di altre patologie, comunque gravi, molti dei soggetti che sono affetti dalla sindrome di Savant possono eccellere e divenire individui realizzati in ambiti lavorativi specifici proprio grazie alle loro abilità.

gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0