Home Il bambino Malattie

Respiro affannoso nei bambini: le possibili cause

di Francesca Capriati - 09.01.2023 Scrivici

respiro-affannoso-nei-bambini
Fonte: shutterstock
Respiro affannoso nei bambini: Quando preoccuparsi del respiro dei bambini e come capire se un bambino ha il respiro affannoso. Cause e rimedi

In questo articolo

Respiro affannoso nei bambini

Va tutto bene e all'improvviso il bambino sembra respirare con difficoltà, oppure è un po' raffreddato e comincia ad avere un respiro sibilante. Quali possono essere le cause di un respiro affannoso nei bambini? E quando preoccuparsi?

Un respiro veloce nel sonno può essere indice di una difficoltà respiratoria causata dall'asma, da un'infezione alle vie respiratorie oppure da un'apnea notturna.

Nei neonati, nelle prime settimane di vita, è normale che il sonno e la respiraizone siano irregolari: si tratta del cosiddetto "Respiro periodico" caratterizzato da accelerazioni, brevi pause respiratorie, respiri normali. Questo è dovuto ad una immaturità dei centri del respiro tipica di questa età.

Altre cause di un respiro sibilante durante il sonno del bambino:

  • raffreddore o febbre possono causare un respiro irregolare e sibilante legato alle irritazioni della mucosa nasale;
  • tosse: la tosse causa un'infiammazione e un restringimento dei bronchi che provoca il cosidetto wheezing, un respiro sibilante che necessita di un controllo dal pediatra.

Respiro affannoso nei bambini con tosse

Il respiro sibilante nei bambini in età prescolare è quasi sempre causato da un'infezione toracica virale.

Fino a due terzi dei bambini che hanno frequenti episodi di respiro affannoso non manifesteranno questo problema quando arriveranno a 6 anni e non svilupperanno l'asma.

Perché può succedere? Le infezioni virali causano gonfiore e accumulo di muco nelle vie respiratorie. Ciò restringe le vie aeree e pcausa tosse e respiro sibilante.

Va ricordato che il respiro sibilante nei bambini più grandi è spesso dovuto all'asma e che i bambini piccoli che respirano il fumo di sigaretta delle persone intorno a loro (fumo passivo) hanno un rischio maggiore di sviluppare asma respiro affannoso.

Broncospasmo

Le infezioni virali sono anche responsabili del broncospasmo, una contrazione della muscolatura dei bronchi che provoca un restringimento delle vie aeree e ostacola il normale passaggio di aria.

Quando ciò accade il bambino respira con un sibilo o con un fischio.

Come riconoscere il broncospasmo nei bambini?

  • tosse;
  • difficoltà a respirare e respiro veloce;
  • presenza di un fischio sibilante in fase di espirazione;
  • senso di oppressione al torace.

Tosse abbaiante

Un laringospasmo causato da un'infezione della laringe o croup può provocare un'improvvisa difficoltà respiratoria, che si presenta nella maggior parte dei casi di notte. Si tratta di un respiro difficoltoso, caratterizzato da un particolare rumore nel momento dell'inspirazione e dalla caratteristica tosse da foca.

Respiro affannoso nei bambini con febbre

Quando il bambino ha la febbre è normale che la frequenza respiratoria aumenti, ma va sempre segnalata al pediatra una difficoltà respiratoria, un wheezing o una tosse insistente.

Respiro veloce nei bambini con raffreddore

Il raffreddore irrita la mucosa nasale e può causare un respiro sibilante e rumoroso. Fare dei frequenti lavaggi nasali aiuta a liberare le narici e ad umidificare la mucosa. Attenzione anche a non tenere la temperatura della stanza troppo alta, meglio un ambiente più umido.

Bronchiolite

La bronchiolite è un'infezione di natura virale - infezione da virus respiratorio sinciziale (RSV) - che interessa le basse vie respiratorie, in particolare i bronchioli che colpisce con particolare aggressività i neonati dai 3 ai 9 mesi.

Sei i possibili sintomi della bronchiolite:

  1. naso che cola
  2. problemi di respirazione
  3. fa rumore quando respira (fischia)
  4. tosse e affanno
  5. non riesce a bere dal biberon
  6. è irrequieto e dorme male.

Respiro affannoso nei bambini e Covid

L'infezione da Covid-19 che nei più piccoli si manifesta generalmente con i classici sintomi influenzali e difficilmente comporta problemi respiratori, tuttavia in caso di positività al Covid va sempre controllata la frequenza respiratoria e non va mai sottovalutato un distress respiratorio.

Respiro affannoso bambini: quando preoccuparsi

Quando preoccuparsi per il respiro dei bambini?

Contattare il pediatra o andare al pronto soccorso se il bambino:

  • diventa cianotico;
  • mostra una evidente difficoltà respiratoria;
  • ha la febbre alta;
  • ha la tosse insistente che non migliora;
  • diventa pallido;
  • ha il respiro corto;
  • non riesce a parlare a causa dell'assenza di respiro;
  • tira indietro le costole ad ogni respiro.
gpt inread-altre-0
Continua a leggere

Approfondimenti