Home Il bambino Malattie

Punture di tracina sui bambini: cosa sapere e come affrontarle

di Francesca Capriati - 31.07.2023 Scrivici

punture-di-tracina-sui-bambini
Fonte: shutterstock
Punture di tracina sui bambini: come è fatta una tracina, come riconoscere la puntura, cosa fare e quanto durano gonfiore e dolore

In questo articolo

Punture di tracina sui bambini

La tracina è un affascinante pesce dai colori mimetici che rappresenta uno tra i rischi più frequenti per i bambini in estate. Questo pesce, infatti, è piuttosto comune nei nostri mari e non è raro essere punti durante un bagno a mare. Ma come riconoscere la puntura di una tracina e cosa fare se nostro figlio si imbatte in questo pesce?

Come è fatta una tracina

Le tracine hanno una forma cilindrica che si appiattisce sulla base, vivono nei fondali sabbiosi e/o fangosi e sono creature estremamente abili nel mimetizzarsi sul fondo del mare. La loro capacità di nascondersi è talmente efficace che risulta difficile individuarle anche nelle acque poco profonde. Tuttavia, è proprio qui che il pericolo si nasconde: nelle robuste e velenose spine dorsali, che variano da 5 a 7.

Queste spine sono normalmente abbassate durante il riposo, ma si erigono immediatamente quando la tracina si sente disturbata, come ad esempio dall'avvicinarsi di bagnanti, o durante la caccia alle prede. Inoltre, queste spine sono connesse a un tessuto spugnoso che produce il veleno, aumentando il rischio di lesioni e punture dolorose in caso di contatto.

Immagine di una tracina

Tracina

Tracina

Fonte: shutterstock

Puntura di tracina: come riconoscerla

Riconoscere una puntura di tracina è fondamentale per poter intervenire tempestivamente. Quando un bambino viene punto da una tracina, è essenziale agire prontamente per minimizzare il rischio e alleviare il dolore.

Come riconoscere la puntura di una tracina? I sintomi comuni di una puntura di tracina sono:

  • Dolore intenso nella zona colpita
  • Sensazione di bruciore
  • Gonfiore e arrossamento della pelle
  • Possibile comparsa di una ferita puntiforme al centro del gonfiore.

Se un bambino lamenta uno o più di questi sintomi dopo essere stato in acqua, potrebbe essere stato punto da una tracina. È importante esaminare attentamente la zona interessata, poiché la presenza di una ferita puntiforme nel mezzo del gonfiore è un chiaro segno di puntura di questo pesce velenoso.

Puntura di tracina: cosa fare

Cosa fare per la puntura di tracina? Se un bambino viene punto da una tracina, seguire alcuni passi immediati può fare la differenza nell'affrontare la situazione:

  1. Mantenere la calma: sia per tranquillizzare il bambino che per affrontare la situazione in modo razionale. Un genitore o un adulto calmo sarà in grado di aiutare meglio il bambino colpito
  2. Rimuovere delicatamente le spine: se visibili, è possibile cercare di estrarre con delicatezza eventuali spine rimaste nella pelle. È fondamentale fare attenzione a non spezzarle, poiché si potrebbe peggiorare la situazione
  3. Sciacquare con acqua di mare: dopo aver rimosso le spine, sciacquare la zona colpita con abbondante acqua di mare
  4. Applicare acqua calda o immergere il piede nella sabbia calda: l'immersione della parte colpita in acqua o sabbia calda può aiutare ad alleviare il dolore e ridurre il gonfiore. L'acqua calda (ad una temperatura di almeno 37°) accelererà la denaturazione del veleno a base proteica e ridurrà il dolore avvertito dalla vittima dopo pochi minuti. 
  5. Eventuali spine rotte devono essere rimosse dalla ferita.

Importante ricordare che i rimedi non sono utili: gli antidolorifici non risultano efficaci nel lenire il dolore provocato dalla puntura di tracina. Alcuni rimedi fai-da-te, come spegnere una sigaretta sulla zona puntata, applicare aceto o urinare sulla ferita, sono del tutto inutili, seppur originale. Qualsiasi eventuale sollievo ottenuto da queste pratiche deriva solo dalla calore dell'urina.

Puntura di tracina: quanto dura il gonfiore

Il dolore aumenta di gravità circa tre minuti dopo essere stati punti e si presnetano rapidamente anche gli altri sintomi: prurito, gonfiore, calore, arrossamento, intorpidimento, vomito, dolori articolari, crampi addominali, aumento della minzione e tremori.

Nella maggior parte dei casi il dolore diminuirà entro poche ore, ma il disagio può durare fino a una settimana.

Quanto dura il veleno della tracina?

Di solito, il gonfiore inizia a manifestarsi poco dopo la puntura e può durare anche per alcuni giorni. Per alleviare il gonfiore, oltre ai rimedi menzionati in precedenza, è possibile applicare compresse fredde o ghiaccio avvolto in un panno sottile sulla zona interessata per ridurre l'infiammazione e l'irritazione.

Fonti

ISS

gpt inread-altre-0

Articoli correlati

Ultimi articoli