Home Il bambino Malattie

L'otite è contagiosa? Come capire se è un'otite virale o batterica

di Francesca Capriati - 27.12.2023 Scrivici

l-otite-e-contagiosa
Fonte: shutterstock
L'otite è contagiosa? Come capire se è un'otite virale o batterica, come si prende l'otite. Quanti giorni ci vogliono per guarire dall'otite?

In questo articolo

L'otite è contagiosa?

L'otite è una patologia piuttosto frequente soprattutto nei bambini - secondo le statistiche cinque bambini su sei soffrono di almeno un'infezione all'orecchio prima dei 3 anni - perché le loro tube di Eustachio sono più corte e più orizzontali, il che favorisce il passaggio di batteri e virus dall'orecchio medio. Ma cosa sappiamo dell'otite, è contagiosa? Come si prende?

Otite, come si prende

L'otite può avere diverse cause, ma spesso è collegata a infezioni virali o batteriche, in alcuni casi da funghi. La via più comune attraverso cui l'otite si sviluppa è l'infezione dell'orecchio medio, nota come otite media.

Cosa accade?

Il liquido in eccesso - che spesso proviene dalla parte posteriore del naso o dai seni a causa di un comune raffreddore, un'infezione sinusale o di influenza - si accumula nell'orecchio medio e provoca dolore e gonfiore. Se questo liquido non viene drenato correttamente, può portare all'otite media cronica (COM), caratterizzata da infiammazione e ispessimento del timpano.

L'otite media è la malattia più frequente nei bambini, dopo le infezioni alle vie respiratorie.

I sintomi delle infezioni alle orecchie

I sintomi comuni delle infezioni dell'orecchio sono:

  • febbre
  • dolore all'orecchio che si può estendere fino ai denti e alla testa
  • Pressione o sensazione di pienezza nelle orecchie
  • dolore che peggiora quando si è in posizione sdraiata
  • secrezione dal canale uditivo esterno
  • gonfiore e arrossamento attorno alla parte esterna dell'orecchio
  • Tinnito (ronzio nelle orecchie)

Come capire se l'otite è virale o batterica?

Difficile riuscire a distinguerle. In caso di mal d'orecchio è sempre importante far visitare il bambino dal pediatra. In genere la contemporanea presenza di congiuntivite potrebbe indicare una otite virale, così come la contemporanea presenza di sintomi influenzali.

Se durante la visita con l'otoscopio il timpano appare arrossato e infiammato senza la presenza di sintomi influenzali, la diagnosi potrebbe essere di otite batterica.

L'otite virale è contagiosa?

L'otite virale è una delle forme più comuni di infezione all'orecchio.

L'otite media non è contagiosa di per sè, ma ovviamente i virus che hanno causato raffreddore, influenza o altre infezioni che hanno portato all'otite, lo sono.

I virus che causano l'otite possono diffondersi attraverso il contatto diretto con una persona infetta, come toccare le mani o gli oggetti contaminati.

I sintomi dell'otite virale possono includere:

  • febbre,
  • dolore all'orecchio,
  • diminuzione dell'udito.

L'otite batterica è contagiosa?

Sebbene l'otite non sia contagiosa, le infezioni batteriche che la provoca lo sono. Questi batteri, come streptococchi o stafilococchi, si diffondono solitamente su superfici infette, nell'aria attraverso le goccioline respiratorie provenienti da tosse o starnuti o anche con il contatto diretto con le secrezioni dell'orecchio infetto.

Quanti giorni ci vogliono per guarire dall'otite?

Importante consultare il pediatra per determinare la causa dell'otite e ricevere indicazioni precise sulla terapia da seguire.

  • In molti casi, l'otite media può risolversi spontaneamente senza la necessità di antibiotici.
  • Se l'otite è causata da un'infezione batterica, il medico prescriverà gli antibiotici.

In generale, i sintomi dell'otite batterica possono migliorare entro pochi giorni dall'inizio del trattamento. È importante completare l'intero corso di antibiotici anche se i sintomi migliorano per evitare recidive.

Cosa non fare quando si ha l'otite?

  • Non inserire oggetti nell'orecchio, come cotton fioc o altri strumenti, poiché ciò potrebbe danneggiare ulteriormente l'orecchio e aumentare il rischio di infezione
  • non esporre l'orecchio all'acqua, soprattutto durante il nuoto, perché l'umidità può favorire la crescita dei batteri
  • evitare l'esposizione a rumori forti che potrebbero aumentare il disagio e il dolore associati all'otite
  • se si sta seguendo una terapia antibiotica concludere l'intero ciclo prescritto e non sospenderlo non appena ci si sente meglio.
gpt inread-altre-0

Articoli correlati

Ultimi articoli