Home Il bambino Malattie

Influenza 2022/2023: i sintomi, come curarla e cosa aspettarci

di Francesca Capriati - 29.11.2022 Scrivici

influenza
Fonte: shutterstock
Influenza 2022/2023: i sintomi e la durata dell'influenza di quest'anno nei bambini, come curarla e cosa aspettarci

In questo articolo

Influenza 2022/2023

"La stagione influenzale australiana non è stata per niente bella: è stata molto intensa, con più casi degli ultimi cinque anni. Ed è quello che possiamo attenderci anche nel nostro Paese in autunno-inverno", sono le parole che Fabrizio Pregliasco, docente di Igiene all'università Statale di Milano, ha rilasciato all'Adnkronos Salute qualche mese fa, quando venne sequenziato il primo caso di influenza 2022 2023 nel nostro Paese. Oggi, con l'arrivo dei primi freddi  e l'allentamento ormai completo delle misure di prevenzione (distanziamento sociale e mascherine in primis), molti bambini sono già a letto con sintomi simili a quelli dell'influenza e i casi di Covid-19 sono in lieve aumento. E allora facciamo il punto sui sintomi e la durata dell'influenza 2022-2023, come curarla, quando fare la vaccinazione antinfluenzale e come gestire l'influenza stagionale e il Covid-19.

I sintomi dell'influenza stagionale sono in genere:

  • Febbre;
  • Stanchezza;
  • Tosse;
  • Brividi;
  • Perdita di appetito
  • Mal di gola;
  • Raffreddore;
  • Dolori muscolari e articolari.

Il contagio

L'influenza è trasmessa principalmente dalle goccioline diffuse attraverso la tosse o gli starnuti e può anche essere trasmessa attraverso il contatto diretto o indiretto con le secrezioni respiratorie contaminate.

Il periodo di incubazione dell'influenza stagionale è di due giorni, ma può variare da uno a quattro giorni.

Influenza 2022: quanto dura

Quanto tempo dura l'influenza 2022? L'influenza dura in genere tra i 3 e i 7 giorni.

Come si cura?

Non esiste una cura per l'influenza: i farmaci possono servire solo per alleviare i sintomi. Ad esempio il paracetamolo per far scendere la febbre o per alleviare dolori e malessere generalizzato, uno sciroppo per la tosse, pastiglie al miele o spray per la gola.

Non somministrare antibiotici a meno che non li abbia prescritti il pediatra: l'influenza è una malattia causata da virus e non da batteri.

Vaccinazione antinfluenzale 2022-2023

I virus influenzali cambiano costantemente, quindi non è insolito che compaiano nuovi virus influenzali ogni anno.

Che virus ci sono in giro 2022? Nel febbraio 2022, l'OMS ha raccomandato la nuova composizione vaccinale per la stagione 2022/2023 elencando i virus da inserire nella formulazione quadrivalente e trivalente.

La composizione dei vaccini quadrivalenti raccomandata è la seguente:

Vaccini ottenuti in uova embrionate di pollo

  • A/Victoria/2570/2019 (H1N1)pdm09-like virus
  • A/Darwin/9/2021 (H3N2)-like virus
  • B/Austria/1359417/2021-like virus (lineaggio B/Victoria)
  • B/Phuket/3073/2013-like virus (lineaggio B/Yamagata)

Vaccini ottenuti su colture cellulari o vaccini ricombinanti

  • A/Wisconsin/588/2019 (H1N1)pdm09-like virus
  • A/Darwin/6/2021 (H3N2)-like virus
  • B/Austria/1359417/2021-like virus (lineaggio B/Victoria)
  • B/Phuket/3073/2013-like virus (lineaggio B/Yamagata)

La composizione dei vaccini trivalenti è la seguente:

Vaccini ottenuti in uova embrionate di pollo

  • A/Victoria/2570/2019 (H1N1)pdm09-like virus
  • A/Darwin/9/2021 (H3N2)-like virus
  • B/Austria/1359417/2021-like virus (lineaggio B/Victoria)

Vaccini ottenuti su colture cellulari o vaccini ricombinanti

  • A/Wisconsin/588/2019 (H1N1)pdm09-like virus
  • A/Darwin/6/2021 (H3N2)-like virus
  • B/Austria/1359417/2021-like virus (lineaggio B/Victoria).

Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2022 2023

La campagna di vaccinazione antinfluenzale è partita già ad ottobre. 

La vaccinazione antinfluenzale è raccomandata e offerta in modo gratuito:

  • alle persone con più di 60 anni,
  • alle donne in gravidanza e post partum,
  • ai ricoverati in lungodegenza,
  • alle persone con malattie croniche come diabete, malattie cardiache e respiratorie o problemi al sistema immunita
  • ad alcune categorie di lavoratori come personale sanitario e socio-sanitario, forze di polizia e vigili del fuoco, allevatori o chi lavora a contatto con animali, ai donatori di sangue.

E' raccomandata anche ai bambini non a rischio nella fascia di età 6 mesi - 6 anni.

Influenza 2022 nei bambini

Susanna Esposito, Professoressa ordinaria di pediatria presso l'Università di Parma e Responsabile Tavolo tecnico SIP Malattie infettive e vaccinazioni, precisa che l'influenza colpisce ogni stagione invernale fino al 30% dei bambini.

I sintomi dell'influenza nei bambini sono ben noti:

  • febbre;
  • malessere generalizzato;
  • mal di testa;
  • raffreddore;
  • mal di gola;
  • tosse;
  • spossatezza e dolori articolari;
  • disturbi gastrointestinali (nausea, vomito e diarrea).

Somministrare paracetamolo nel giusto dosaggio - che dipende dal peso del bambino - e far riposare il piccolo. Importante idratarlo e non coprirlo eccessivamente. 

Quando preoccuparsi?

E' bene contattare il pediatra quando:

  • la febbre è molto alta e il bambino ha meno di un anno di vita;
  • se la febbre è alta e dura da più di 5 giorni;
  • se il bambino è molto spossato.

Come prevenire l'influenza

Prevenire l'influenza può non essere facile, soprattutto per i bambini che trascorrono tante ore a scuola e condividono oggetti e materiale scolastico con i loro compagni. Tuttavia possiamo comunque ricordare alcuni accorgimenti utili a prevenire tutte le malattie infettive, compresi il Covid e l'influenza.

La trasmissione del virus dell'influenza si può verificare per via aerea attraverso le gocce di saliva (droplet) di chi tossisce o starnutisce, ma anche attraverso il contatto con mani contaminate dalle secrezioni respiratorie.

Per questo, una buona igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie può giocare un ruolo importante nel limitare la diffusione dell'influenza.

  1. Lavare regolarmente le mani e asciugarle correttamente. Le mani devono essere lavate accuratamente con acqua e sapone, per almeno 40-60 secondi ogni volta, specialmente dopo aver tossito o starnutito e asciugate. I disinfettanti per le mani a base alcolica riducono la quantità di virus influenzale dalle mani contaminate e possono rappresentare una valida alternativa in assenza di acqua.
  2. Osservare una buona igiene respiratoria: coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, con fazzoletti monouso da smaltire correttamente e lavarsi le mani.

E ancora:

  • Isolarsi volontariamente a casa se si presentano sintomi attribuibili a malattie respiratorie febbrili specie in fase iniziale.
  • Evitare il contatto stretto con persone ammalate
  • Evitare di toccarsi occhi, naso o bocca. I virus possono diffondersi quando una persona tocca qualsiasi superficie contaminata da virus e poi si tocca occhi, naso o bocca.
  • Le mascherine chirurgiche indossate da persone con sintomatologia influenzale possono ridurre le infezioni tra i contatti stretti.

Influenza o Covid?

Influenza e COVID-19 sono entrambe malattie respiratorie contagiose, ma sono causate da virus diversi.

  • Il COVID-19 è causato dall'infezione da un coronavirus denominato SARS-CoV-2,
  • l'influenza è causata dall'infezione da virus influenzali.

Non è possibile distinguere tra influenza e COVID-19 solo in base ai sintomi perché i sintomi sono in molti casi gli stessi. Tuttavia un soggetto contagiato dal Covid-19 probabilmente manifesterà un mal di gola molto intenso, tosse insistente, difficoltà respiratoria, sintomi gastrointestinali.

L'unico modo per essere certi che si tratti di un'influenza è fare un tampone che evidenzierà la presenza del virus SARS-CoV-2.

gpt inread-altre-0
Continua a leggere

Approfondimenti