Home Il bambino Malattie

Il bambino può uscire con la febbre?

di Francesca Capriati - 28.12.2022 Scrivici

bambino-puo-uscire-con-febbre
Fonte: shutterstock
Bambino può uscire con febbre: si può uscire con la febbre? La risposta è sì, ma dipende da dove si deve andare. Ecco le indicazioni

In questo articolo

Bambino può uscire con la febbre

Non è raro che i pediatri, ad una mamma che chiama perché il bambino ha la febbre, dica di portarlo allo studio per farlo visitare. Ma come? Può uscire anche se malato? Non prenderà un colpo di freddo che lo farà peggiorare? Il bambino può uscire con la febbre?

Cos'è la febbre

Si può parlare di febbre quando si verifica un aumento della temperatura corporea superiore a 38° C.

La febbre non è una malattia, ma un sintomo che qualcosa non va nell'organismo: è una reazione di difesa contro batteri e virus. È per questo che bisogna lasciarla "sfogare", non va bloccata, eventualmente si abbassa solo se effettivamente è necessario, quando ad esempio provoca un certo malessere nel bambino.

Si può uscire con la febbre?

In generale, stare all'aria aperta, prendere aria fresca e riscaldarsi al sole fa bene alla salute dei bambini e il clima o la temperatura esterna non causeranno malattie né influiranno su di esse. Questa è la premessa, ma ogni caso è a sè e bisogna capire in quali circostanze e in che modo uscire può far bene al bimbo malato. 

Quindi sì a:

  • passeggiata all'aria aperta, se è piccolo con il passeggino;
  • passeggiata in auto e sosta per un gelato;
  • visita medica dal pediatra.

No a:

  • giardinetti o parco;
  • incontro con amichetti e altre persone;
  • passeggiata al centro commerciale e altri luoghi affollati.

Anche se la febbre non peggiorerà stando fuori, ciò non significa che si debba stare a contatto con gli amici o andare in un parco giochi. Nonostante lo spazio aperto, i virus sono trasmissibili all'aperto e quelli che interessano le vie respiratorie superiori sono molto contagiosi, quindi è importante evitare contatti molto ravvicinati o condividere cibo o utensili.

Quando è meglio stare a casa

Se un bambino ha la febbre o un raffreddore più grave con molta tosse, potrebbe essere meglio restare in casa e aspettare che si senta meglio.

L'aria fredda può peggiorare alcuni sintomi spesso associati alla febbre:

  • Naso che cola: l'aria fredda può peggiorare il raffreddore perché il compito del naso è fornire aria calda e umida ai polmoni. Se asciugato dal vento o dal freddo, il naso produce muco per proteggere e idratare.
  • Tosse: quando il naso produce più muco, questo può arrivare fino alla parte posteriore della gola, peggiorando la tosse.
  • Lacrimazione: il freddo stimola la produzione di lacrime che hanno lo scopo di proteggere le cornee dal vento, dal freddo e dalla secchezza.

Come capire cosa sia meglio fare?

Pensiamo a noi stessi quando abbiamo la febbre: ci sentiamo spossati, dormiamo male, siamo stanchi e abbiamo mal di testa. Non ci verrebbe in mente di uscire a passeggiare e la stessa cosa vale per i bambini. Diamo loro il tempo per riposare, migliorare e teniamoli a casa fino a quando non ci rendiamo conto che si sentono effettivamente meglio e che la febbre non è più così alta.

Poi possiamo proporre un'uscita tranquilla, senza farli sfrenare.

gpt inread-altre-0
Continua a leggere

Approfondimenti