Home Il bambino Malattie

I giorni della ricerca AIRC

di Francesca Capriati - 03.11.2020 Scrivici

i-giorni-della-ricerca-airc
Fonte: ufficio-stampa
I giorni della ricerca AIRC: da domenica 1 all'8 novembre 2020 otto giorni per informare e sensibilizzare il pubblico sull’importanza della ricerca oncologica

I giorni della ricerca AIRC

Fino a domenica 8 novembre Fondazione AIRC rinnova il tradizionale appuntamento con I Giorni della Ricerca per fare il punto sull'emergenza cancro e raccogliere nuove risorse per i ricercatori impegnati a contrastarla. Otto giorni per informare e sensibilizzare il pubblico sull'importanza della ricerca oncologica: dal Palazzo del Quirinale alle trasmissioni televisive e radiofoniche della RAI, dagli approfondimenti sui media al coinvolgimento degli studenti delle scuole superiori, dagli stadi di calcio della Serie A e della Nazionale fino ai Cioccolatini della Ricerca che tornano disponibili dal primo di novembre su Amazon.it e con appuntamento nelle filiali Banco BPM.

Il cancro in Italia

I numeri confermano che il cancro è un'emergenza a livello mondiale, con cifre spesso superiori a quelle di molte grandi epidemie. Ricercatori e medici non possono permettersi battute d'arresto: in Italia si stima che quest'anno saranno diagnosticati 377.000 nuovi casi, più di 1000 al giorno.

Per incidere su questi dati AIRC sostiene con continuità circa 5.300 scienziati al lavoro per sviluppare diagnosi sempre più precoci e trattamenti più efficaci e mirati per tutti i pazienti. Grazie anche a questo straordinario impegno, il nostro Paese si mantiene al vertice in Europa per numero di guarigioni: oggi ci sono quasi 3,6 milioni di italiani che hanno superato una diagnosi di cancro, con un incremento del 37% rispetto a 10 anni fa, e in molti casi hanno un'aspettativa di vita paragonabile a quella di chi non si è mai ammalato (fonte: I numeri del cancro in Italia, 20120 a cura di AIRTUM, AIOM, Siapec e Passi).

Federico Caligaris Cappio, Direttore Scientifico della Fondazione, spiega:

A differenza di altre charities europee più colpite rispetto ad AIRC dagli effetti economici della pandemia, noi manterremo nei prossimi anni l'impegno di finanziare i progetti pluriennali già approvati, rafforzando così la spina dorsale della ricerca oncologica italiana. Per alcuni tumori come quello mammario, le leucemie acute nell'infanzia e il linfoma di Hodgkin, siamo arrivati al cosiddetto ultimo miglio, mentre per altre forme più complesse, come il melanoma e il tumore del polmone, la strada è lunga ma ora, finalmente, assistiamo a un cambio di paradigma terapeutico che sta determinando un miglioramento della sopravvivenza significativo, ma ancora insufficiente. È fondamentale quindi non fermarsi e continuare a lavorare sulla conoscenza delle caratteristiche molecolari dei tumori dando fiducia ai nostri scienziati impegnati prevalentemente in strutture pubbliche – laboratori di università, ospedali e istituzioni scientifiche – con un beneficio tangibile per i sistemi della ricerca e della sanità dell'Italia

I cioccolatini della ricerca

I Cioccolatini della Ricerca sono disponibili su Amazon.it, che rinnova così il suo contributo a sostegno della ricerca oncologica targata AIRC. Dal primo di novembre, fino a esaurimento scorte, sarà possibile ordinarli per riceverli direttamente a casa o per fare una dolce sorpresa anche a distanza. Scegliendo una o più confezioni di ottimi cioccolatini faremo un gesto che fa bene due volte: perché il cioccolato fondente, se assunto in modica quantità, può portare benefici per la nostra salute in quanto contiene i flavonoidi, sostanze della famiglia dei polifenoli, con proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, e perché daremo il nostro contributo concreto al lavoro dei ricercatori AIRC, impegnati a costruire un futuro sempre più libero dal cancro. Tutte le informazioni sulla distribuzione saranno disponibili su airc.it o chiamando il numero speciale 840.001.001 (uno scatto da tutta Italia, attivo 24 ore su 24 da martedì 20 ottobre).  
 
Al fianco della Fondazione si schiera anche Banco BPM, partner istituzionale di AIRC, che rinnova il proprio impegno coinvolgendo i tantissimi dipendenti che hanno aderito con entusiasmo ai Giorni della Ricerca per continuare a sostenere la missione di AIRC attraverso la distribuzione dei cioccolatini su appuntamento nelle proprie filiali, a partire dai primi di novembre.

Gli appuntamenti de I Giorni della Ricerca 2020

  • Dall'1 all'8 novembre | RAI per AIRC | numero solidale 4 5 5 2 1

Per otto giorni è possibile informarsi seguendo le trasmissioni televisive e radiofoniche RAI e donare con una chiamata da telefono fisso o inviando un SMS al numero unico 45521, attivato fino al 31 dicembre dai principali gestori di telefonia fissa e mobile TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb, Tiscali, TWT, Iliad, Coop Voce, Convergenze e PosteMobile. Uno strumento diretto per ricevere in tempo reale le donazioni del pubblico.

  • Dal primo di novembre | I Cioccolatini della Ricerca

Potremo ordinarli su Amazon.it per riceverli direttamente a casa o per fare una dolce sorpresa anche a distanza. Oppure prenderli su appuntamento nelle filiali Banco BPM. Scegliendo una o più confezioni di ottimi cioccolatini faremo un gesto che fa bene due volte: perché il cioccolato fondente, se assunto in modica quantità, può portare benefici per la nostra salute in quanto contiene i flavonoidi, sostanze della famiglia dei polifenoli, con proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, e perché daremo il nostro contributo concreto al lavoro dei ricercatori AIRC, impegnati a costruire un futuro sempre più libero dal cancro.
 
Mercoledì 4 e giovedì 5 novembre | AIRC nelle scuole

Decine di scuole superiori avranno modo di conoscere – in modalità a distanza – le nuove frontiere della ricerca sul cancro e le storie dei suoi protagonisti, attraverso la testimonianza di chi, della ricerca, ha fatto un mestiere e una missione come i ricercatori della Fondazione AIRC. 

  • Venerdì 6, sabato 7, domenica 8 e domenica 15 novembre | Un Gol per la Ricerca

I campioni del calcio e le squadre della Serie A Tim scendono in campo dal 6 all'8 novembre per invitare i propri tifosi a sostenere i giovani talenti della ricerca sul cancro. L'iniziativa, guidata dagli ambasciatori Leonardo Bonucci, Claudio Marchisio, Matteo Politano e Alessio Romagnoli, è realizzata con FIGC, Lega Serie A, TIM e AIA e promossa in collaborazione con RaiSport e gli altri media sportivi. Grazie alla collaborazione con FIGC anche gli Azzurri daranno il loro importante contributo a questa fondamentale partita contro il cancro schierandosi al fianco di AIRC e dei suoi ricercatori domenica 15 novembre a Roma in occasione dell'incontro di Uefa Nations League Italia – Polonia.

La testimonianza

In questo video Francesca racconta la storia del fidanzato Matteo, della sua lunga battaglia con la malattia e della sua enorme fiducia nella ricerca nonostante tutto.

gpt inread-altre-0

articoli correlati