Home Il bambino Malattie

Gemelline siamesi, craniopaghe totali, sono state separate al Bambino Gesù

di Redazione PianetaMamma - 07.07.2020 Scrivici

gemelline-siamesi-craniopaghe-totali-sono-state-separate-al-bambino-gesu
Fonte: Shutterstock
Gemelline siamesi, unite per la testa, separate al Bambino Gesù. Si tratta del primo caso in Italia, forse l'unico al mondo, di un intervento riuscito su una coppia di craniopagi totali posteriori

Gemelline siamesi, unite per la testa, separate al Bambino Gesù

Due gemelline siamesi unite per la testa sono state separate con successo all'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. E' il primo caso in Italia, forse l'unico al mondo, di un intervento riuscito su una coppia di "craniopagi totali posteriori".

Un caso raro

Erano posizionate nuca contro nuca e avevano in comune la scatola cranica e gran parte del sistema venoso. Sono serviti ben 3 interventi delicatissimi per separare le gemelline. Un anno di preparazione e di studio prima di effettuare le 3 operazioni. L'ultimo intervento con la separazione definitiva è avvenuta il 5 giugno scorso, con un'operazione di 18 ore e con oltre 30 persone tra medici e infermieri impegnati.

A circa un mese di distanza le bambine stanno bene, hanno compiuto 2 anni e sono ricoverate insieme alla mamma. Le gemelline provengono dal Centrafica, e si è occupata di loro Mariella Enoc, presidente del Bambino Gesù, che nel 2018 era in missione nella capitale Bangui, per seguire i lavori di ampliamento della struttura pediatrica voluta da Papa Francesco come leggiamo su La Stampa.

Ervina e Perfina

Là ha incontrato le due gemelline appena nate e ha deciso di portarle a Roma per tentare di salvarle. Le bambine si chiamano Ervina e Perfina e sono nate il 29 giugno, a Mbaiki, un villaggio a 100 KM da Bangui.

Mamme e bambine arrivano in Italia il 10 settembre 2018. Sono subito iniziati gli studi sulla fattibilità delle procedure di separazione. Le indagini confermano che le gemelline godono di buona salute, anche se il cuore di una delle due lavora di più per mantenere l'equilibrio fisioligico degli organi di entrambe, incluso il cervello. Ervia e Prefina sono unite sia a livello cranico che cerebrale. Condividono ossa craniche e pelle, falce, tentorio e gran parte del sistema venoso che trasporta il sangue utilizzato dal cervelllo verso il cuore per essere riossigenato.

Nella storia dell’Ospedale è il quarto caso di separazione di siamesi: nel 2017 le gemelline algerine unite per il torace e l’addome (gemelle toraco-onfalopaghe) e le piccole burundesi, unite per la zona sacrale (gemelle pigopaghe). Negli anni 80, invece, la prima operazione del genere su due maschietti uniti sempre per il torace e l’addome.

La parte più difficile dell'operazione è stato il sistema venoso cerebrale, che le gemelle condividevano in più punti. Il rischio di emorragie e ischemie era alto. Durante i tre interventi sono stati ricostruiti due sistemi venosi indipendenti

gpt inread-altre-0

articoli correlati