gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-bambino-0
1 5

Clownterapia, perché è così importante

/pictures/2018/09/19/clownterapia-perche-e-cosi-importante-1853989380[962]x[401]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-bambino

Cos'è la clownterapia e perché è così diffusa negli ospedali pediatrici di tutto il mondo

Clownterapia

Un sorriso può fare molto, soprattutto per i bambini ammalati o che sono ricoverati in ospedale. E' il principio che sta alla base della Clownterapia, sempre più diffusa negli ospedali italiani e portata avanti con passione da medici, infermieri ed associazioni. Vediamo chi sono i clown dottori e quali sono i benefici della risata sulla salute mentale e fisica.

Clownterapia, cosa è

La Clownterapia, chiamata anche terapia del sorriso (gelontologia), è una tecnica che utilizza la figura del clown per relazionarsi con persone che sono ricoverate in ospedale. Teatro, improvvisazione, piccoli giochi di prestigio sono gli elementi essenziali che vengono utilizzati dagli operatori che praticano la Clownterapia e che hanno frequentano specifici corsi di formazione. L'obiettivo della Clownterapia è far sorridere i pazienti ricoverati, ma anche bambini che vivono negli orfanotrofi o che si trovano in condizioni di disagio fisico e psicologico.

Le origini della Clownterapia sono antichissime: nel diciassettesimo secolo Angelo Paoli, sacerdote carmelitano, si travestiva da buffone per far sorridere gli ammalati. La Clownterapia moderna, invece, ha origine negli Stati Uniti dove due medici in modo indipendente sperimentarono gli effetti della clownterapia nei reparti ospedalieri da loro gestiti. A portare a conoscenza di tutti la Clownterapia fu, comunque, il famoso Patch Adams (al quale venne dedicato anche un film con Robin Williams), al secolo Hunter Adams.

Intervento chirurgico nei bambini

Corsi e volontariato

Solo operatori sociosanitari opportunamente formati possono praticare la Clownerapia. In Italia sono sono richieste almeno 150 ore di formazione, ma esistono anche dei veri e propri master universitari. In genere si lavora in coppia (due clown dottori) con l'intento di rendere il freddo ambiente dell'ospedale un luogo magico e gioioso, trasformando le emozioni negative – come ansia, stress, paura – in sensazioni positive partendo dall'umorismo, dalla risata e dal sorriso. I benefici sullo stato emotivo e sulla risposta immunitaria, nonché sullo stato di salute generale (la risata funge, ad esempio, da potente antidolorifico naturale), sono innegabili: non c'è dubbio che ridere agisca in modo benefico su sistema cardiovascolare, apparato respiratorio, apparato muscolare e sistema nervoso.

Nel 2005 nel nostro Paese è stata fondata la Federazione Nazionale Clowndottori con l'obiettivo di tutelare la figura del clown dottore e si favorire occasioni di incontro fra clown dottori di ogni parte del mondo.

Associazione Clownterapia

Numerose le associazioni che sul nostro territorio si occupano di Clownterapia, eccone alcune:

  • Federazione Internazionale Ridere per Vivere: che raggruppa numerose associazioni ed Onlus attive nel campo della comico terapia
  • Dottor Sorriso onlus: dal 1995 i clown di Dottor Sorriso portano un sorriso negli ospedali pediatrici in tutta Italia
  • Fondazione Sorrisi: l’associazione opera ogni settimana presso le aziende Ospedaliere Santobono – Pausilipon di Napoli e l’Ospedale S. Maria dell’Olmo di Cava de’ Tirreni (SA). In questi anni i volontari della Fondazione Sorrisi Onlus hanno visitato i reparti pediatrici di oltre trenta ospedali italiani
  • Viviamo in positivo Italia onlus (VIP): è la federazione che collega e coordina 59 associazioni VIP sparse in tutto il territorio italiano e Repubblica di San Marino. Le finalità principali di VIP Italia sono promuovere attività di volontariato clown in strutture pubbliche e private, nonché in tutti quei luoghi in cui sia presente uno stato di disagio fisico o psichico e fornire e garantire una Formazione costante avanzata e specialistica ai 4500 volontari clown che prestano servizio nelle oltre 200 strutture ospedaliere e sanitarie in tutta Italia.
  • Fondazione Theodora: con i loro Dottor Sogni portano i clown dottori in decine di reparti ospedalieri italiani.

Clownterapia, come aiutare

Possiamo sostenere le attività delle associazioni che si occupano di Clownterapia:

  • destinando il 5 per mille del proprio IRPEF ad una associazione (basta indicare sul 730 o sull'Unico il codice fiscale dell'associazione scelta);
  • facendo una donazione spontanea;
  • partecipando ai corsi di formazione e diventando volontario.

Da segnalare anche l'iniziativa di My Nametags, azienda londinese leader nella produzione di label per personalizzare il materiale scolastico dei bambini, presente in oltre 127 paesi, che destinerà parte del ricavato delle vendite delle label che riporteranno l’immagine del clown ispirato a quello della Onlus proprio all'associazione.

Clownterapia bomboniere

  • Con le Bomboniere solidali Clownterapia e Circo Sociale della Fondazione Uniti per crescere Insieme Onlus si può sostenere il Progetto Circospedale che si svolge nei reparti di Oncologia pediatrica, Pneumologia, Ortopedia e Chemioterapia degli ospedali di Torino, Bologna, Milano, Roma. Il Naso Rosso, il Quarzo Rosa, lo Scrigno, Dentro l'Universo, Oltre l'Orizzonte sono regali originali, con un valore sia reale che simbolico e vengono accompagnati dalla lettera personalizzata per sensibilizzare gli invitati alla solidarietà.
  • Bomboniere del Sorriso: Fondazione Theodora propone bomboniere del sorriso. Tante le proposte che partono dalla scatolina con il naso di gommapiuma rosso.
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0