Home Il bambino Malattie

Bambino pallido: quando preoccuparsi?

di Francesca Capriati - 01.02.2024 Scrivici

bambino-pallido
Fonte: shutterstock
Bambino pallido: cosa fare e quando preoccuparsi se vediamo il bambino pallido, stanco, con le occhiaie? Quali sono le possibili cause

In questo articolo

Bambino pallido

Guardiamo il nostro bambino e da un po' di tempo ci sembra che sia pallido: dovremmo preoccuparci? Quali possono essere le cause e quando parlarne con il pediatra? Prima di entrare nel merito delle possibili cause vale la pena precisare che i bambini con carnagione chiara possono avere un aspetto pallido durante l'inverno, spesso causato da una ridotta esposizione al sole o alle basse temperature. Tuttavia non bisogna sottovalutare un pallore improvviso e nemmeno quello che si sviluppa lentamente, e che generalmente viene notato da persone che non vedono il bambino tutti i giorni.

Bambino pallido: cause

La manifestazione di pallore può derivare da qualsiasi condizione che influenzi negativamente la concentrazione di emoglobina.

L'anemia è una delle principali ragioni dietro il pallore, spesso causata da una carenza di ferro. Il ferro è essenziale per la produzione di emoglobina, la molecola responsabile del trasporto dell'ossigeno nel sangue. Se il bambino non riceve una quantità sufficiente di ferro, potrebbe sviluppare l'anemia che si manifesta visibilmente con un pallore evidente sulla pelle. Dal punto di vista clinico, il pallore associato all'anemia solitamente si manifesta quando la concentrazione di emoglobina scende al di sotto di 8-9 g/dL.

Nei casi di anemie croniche, il pallore si manifesta in modo graduale, accompagnato da una tonalità cutanea che può variare tra il grigio e il giallastro. In questi contesti, possono emergere sintomi correlati, tra cui stanchezza, cefalea, palpitazioni e affanno respiratorio, persino in risposta a sforzi modesti.

Il pallore associato a freddo e stanchezza potrebbe essere correlato a una serie di fattori, tra cui problemi circolatori, carenze vitaminiche o disturbi della tiroide.

Il pallore può essere causato da un tumore del sangue, la leucemia, o altre condizioni come insufficienza respiratoria, cefalea, edema cutaneo, ma anche ipoglicemia e sincope.

Nel caso dell'ipoglicemia il pallore è associato ad altri sintomi come offuscamento visivo, sudorazione, tremori, sensazione di fame e stato confusionale.

Se il pallore è associato ad uno svenimento si riscontrano anche sudorazione, riduzione del tono muscolare, polso debole e ipotensione arteriosa.

Bambino pallido con occhiaie

Il bambino pallido con occhiaie potrebbe essere vittima di diverse condizioni, tra cui:

  • disturbi del sonno,
  • allergie,
  • problemi renali.

Le occhiaie possono essere un indicatore visivo di stress o affaticamento che, se non è un fenomeno passeggero, non va sottovalutato

Bambino pallido dopo influenza

La debolezza sistemica causata dall'infezione influenzale potrebbe persistere anche dopo che i sintomi acuti si sono attenuati, portando a un temporaneo pallore cutaneo.

Quando andare dal medico

Se il bambino presenta uno o più dei seguenti sintomi è bene parlarne con il pediatra.

  • Pallore esteso: se la pelle, la bocca, la lingua, le palpebre interne o i palmi delle mani del bambino appaiono pallidi, potrebbe essere un segnale di anemia, di una carenza di ferro o altri problemi ematici.
  • Malessere generale o pallore costante: se il bambino è pallido e stanco, sembra non sentirsi bene o ha la febbre.
  • Se il bambino presenta lividi frequenti o ha avuto episodi di sanguinamento nasale.
  • Vertigini o fiato corto.
  • Giallo sulla pelle o negli occhi: se la pelle o gli occhi del bambino assumono una tonalità giallastra, accompagnata da urine più scure o feci più chiare, potrebbe essere un segno di problemi epatici o biliari.

Il viso del bambino deve essere luminoso e colorito, le guance devono apparire più rosee rispetto alle altre parti del viso. Se il bimbo è pallido, le mucose appaiono sbiadite e mostra una certa irritabilità e stanchezza, potrebbe trattarsi di anemia da carenza da ferro. Vale la pena di fare una visita dal pediatra.

gpt inread-altre-0

Articoli correlati

Ultimi articoli