Home Il bambino Malattie

Si può fare il bagnetto al bambino se ha la febbre?

di Ines Delio - 03.01.2023 Scrivici

bagnetto-con-febbre
Fonte: shutterstock
Quando un figlio è malato si viene assaliti da mille dubbi. Tra questi, c'è una domanda che molti genitori si pongono: il bagnetto con febbre si può fare?

In questo articolo

Bagnetto con febbre

Il bagnetto è solitamente un momento piacevole per neonati e bambini, un rituale di relax e coccole o anche un'occasione di gioco quando sono più grandicelli. Tuttavia, quando accade che il piccolo si ammala, c'è un dubbio che assale molti genitori: si può fare il bagnetto con febbre?

Febbre nei bambini

La prima febbre di un di un neonato o di un bambino spesso mette in allarme i genitori. Tuttavia, nonostante sia molto temuta dai genitori, la febbre è il sintomo di una malattia e gioca un ruolo importante nella normale risposta di difesa dell'organismo dagli agenti infettivi. Solitamente, la temperatura corporea normale è più elevata nei bambini in età prescolare, con un picco tra i 18 e i 24 mesi. Nonostante tali variazioni, però, la maggior parte dei medici definisce febbre una temperatura non inferiore a circa 38 °C, mentre si parla di iperpiressia (febbre alta) quando la temperatura corporea supera i 39 °C. Nella maggior parte dei casi la febbre è associata a una malattia infettiva.

Trattamento della febbre in neonati e bambini

Nei casi in cui la febbre dipenda da un disturbo, ci sono alcuni rimedi naturali che contribuiscono a far sentire meglio il bambino. Tra questi, viene generalmente consigliato di:

  • mantenerlo ben idratato, facendo in modo che assuma molti liquidi
  • applicare panni freschi e umidi su fronte, polsi e polpacci
  • far fare al bambino un bagno tiepido, appena leggermente più freddo della temperatura del piccolo

Bagnetto con febbre: si può fare?

Se il bambino non mostra fastidio, il bagnetto con febbre o raffreddore si può fare, "basta prestare particolare attenzione alla temperatura dell'acqua (che si raffredda velocemente) e della stanza, in modo che il bebè non prenda freddo", spiega su NostroFiglio Rosa Restieri, caposala del nido dell'ospedale Mangiagalli di Milano. I bagni freddi sono, invece, sconsigliati, poiché il il tremore può causare un aumento della temperatura del bambino.

Bagnetto freddo: quando evitarlo

La Società Italiana di Pediatria raccomanda i mezzi fisici, come bagnetto in acqua fredda, spugnature o borsa del ghiaccio solo in caso di ipertermia, condizione caratterizzata da un forte aumento della temperatura corporea, conosciuta come colpo di calore. Al contrario, ne sconsiglia l'uso in caso di febbre. Stando a quanto sostiene Fabrizio Ciralli, Responsabile di Neonatologia e Patologia Neonatale di Humanitas San Pio X, in un articolo di Humanitas Salute, il bagnetto freddo nei bambini con febbre può causare "eventi avversi favoriti dall'effetto vasocostrittore delle temperatura esterna che può favorire sia un aumento della temperatura regolata a livello centrale che un maggior dispendio energetico finanche a determinare ipoglicemia". Ad ogni modo, è sempre importante contattare il pediatra, sia in caso di febbre che di ipertermia, affinché possa fornire i consigli giusti e prescrivere la cura adeguata.

Spugnature per febbre alta nei bambini

Secondo alcuni pediatri, le spugnature con acqua tiepida possono essere utili, se effettuate dopo almeno mezz'ora dalla somministrazione di un antipiretico. Gli studi hanno dimostrato che sebbene possa determinare un abbassamento leggermente più rapido della temperatura, questo beneficio è di breve durata. Nella pratica pediatrica generale, infatti, la differenza è davvero minima per essere di importanza clinica (0,2°C), soprattutto se si considera il tempo necessario per la spugnatura. L'impiego di spugnature non è associato a gravi effetti collaterali, tuttavia può provocare pianto o agitazione nel bambino. Da evitare, invece, le frizioni con l'acool, poiché può essere assorbito dalla pelle ed essere nocivo. Le spugnature fredde in caso di febbre alta nei bambini sono, invece, generalmente sconsigliate, fatta eccezione nei casi di colpi di calore.

gpt inread-altre-0
Continua a leggere

Approfondimenti