Home Il bambino Malattie

Quali sono le 10 malattie più comuni che colpiscono i neonati

di Elena Berti - 29.11.2021 Scrivici

10-malattie-piu-comuni-nei-neonati
Fonte: shutterstock
I bambini piccoli si ammalano spesso: ecco una lista delle 10 malattie più comuni nei neonati, quali sono i sintomi e come riconoscerle

10 malattie più comuni nei neonati

Quando nasce un bambino i neo-genitori si chiedono se saranno capaci di prendersene cura. Se da una parte intervengono l'istinto e il senso di responsabilità, dall'altra è normale imparare piano piano a riconoscere sintomi, cause ed effetti delle proprie scelte, anche sui bambini. In particolare, quando si parla di salute dei neonati, i genitori si spaventano facilmente. Ecco quindi un vademecum delle 10 malattie più comuni nei neonati, per saperle riconoscere e capire come intervenire. 

In questo articolo

I neonati si ammalano spesso?

I neonati hanno un sistema immunitario in via di sviluppo, ma non per questo sono più soggetti alle malattie. Da una parte, devono ancora sviluppare gli anticorpi per far fronte ad attacchi virali e batterici, attraverso l'alimentazione (il latte). Dall'altra, però, sono meno esposti ai contagi perché passano gran parte del loro tempo con la mamma in casa o all'aperto. Ma se per caso entrano in contatto con alcuni virus o batteri bisogna stare attenti, proprio perché il loro organismo potrebbe non essere pronto ad affrontarli. 

L’importanza dei vaccini

Tra le malattie più comuni tra i neonati ci sarebbero ovviamente malattie come il morbillo, la rosolia, la parotite, la varicella. È importante quindi vaccinare i propri figli seguendo il calendario vaccinale, in modo da evitare malattie che possono avere conseguenze anche molto gravi nei piccoli. 

Allo stesso modo, è importante che la mamma si vaccini nel terzo trimestre di gravidanza per malattia come la parotite, effettuando un richiamo se vaccinata, per passare gli anticorpi al piccolo in attesa dei vaccini.

Quali sono le malattie più comuni tra i neonati

Molte delle malattie più note tra i bambini sono dovute a infezioni batteriche o virali, prese in alcuni casi in ospedale oppure frequentando persone malate, in particolare fratelli maggiori. Bisogna quindi fare attenzione quando si permette agli altri di avere contatti diretti con il nuovo arrivato, limitando quanto possibile lo scambio di liquidi e le visite di amici e parenti che presentano sintomi di varia natura. 

Malattie virali comuni tra i neonati

Tra le malattie più comuni tra i neonati ci sono quelle che hanno origine da virus e che quindi si trasmettono stando a contatto con persone infette. Non necessitano di cure antibiotiche e, nel caso di bambini molto piccoli, è sempre bene avvisare il pediatra alla comparsa dei sintomi. Il più delle volte sono trattate con riposo, coccole, anti-infiammatori e anti-piretici. Tra queste contiamo:

  • rotavirus: un'infezione virale che causa la maggior parte delle gastroenteriti nei neonati e che può portare anche al ricovero nei casi più gravi, si trasmette per via oro-fecale ma non è da escludere la trasmissione per via aerea. I sintomi sono vomito e diarrea per diversi giorni, in alcuni casi febbre alta;
  • virus sinciziale: un virus respiratorio che ha tra i sintomi naso che cola, febbre, tosse e respiro sibilante; nei casi più gravi porta a distress respiratorio e può portare al ricovero;
  • sesta malattia: causata dall'herpes virus umano 6 (più raramente dal 7), che si manifesta con febbre alta, naso che cola, irritabilità e stanchezza, mentre con la scomparsa dei primi sintomi potrebbe sopraggiungere l'eruzione cutanea; si trasmette per via aerea;
  • influenza: comune anche tra i neonati, l'influenza prevede febbre, problemi respiratori, raffreddore, malessere generale e in alcuni casi disturbi gastrointestinali; la vaccinazione dei genitori e in particolare della mamma è importante per limitare il rischio di contagio;
  • raffreddore: il comune raffreddore è dato da alcuni virus e colpisce naso, trachea e gola; non è pericoloso ma sicuramente fastidioso perché il naso tappato non permette di mangiare e dormire correttamente;

Malattie batteriche tra i neonati

Le malattie di natura batterica necessitano di una cura antibiotica in molti casi, ma attenzione: sarà soltanto il pediatra a valutare se fosse così. Alcune malattie, infatti, possono avere origine batterica o virali, e alcune volte è difficile riconoscerne la natura. Tra le malattie batteriche più comuni ci sono: 

  • faringite: in caso a provocarla sia lo streptococco si parla di faringite batterica, ma solo un tampone può confermare o meno la diagnosi; si tratta comunque di un mal di gola molto comune che non ha conseguenze;
  • otite: anche in questo caso, a provocarla potrebbero essere dei batteri, ma la sua origine potrebbe essere anche virale, per questo non sempre necessita di antibiotici;
  • congiuntivite: se il neonato ha gli occhi che lacrimano o con del pus, è bene allertare subito il pediatra, in genere secrezioni purulente indicano infezione batterica;

Altre malattie comuni che colpiscono i neonati

Molti neonati sono poi colpiti da reflusso gastroesofageo, che può dipendere da molti fattori (alcuni di facile trattamento). Infine, anche l'eritema rappresenta un disturbo frequente nei neonati, che sia da pannolino oppure dovuto ad altri fattori. 

I neonati sono colpiti da diverse malattie, per lo più comuni e facilmente trattabili. Riconoscerle vi permette di monitorare la situazione e, se necessario, rivolgervi subito al medico.

gpt inread-altre-0

articoli correlati