Home Il bambino Igiene

Perché e cosa fare quando il neonato si graffia

di Elena Berti - 27.11.2021 Scrivici

perche-il-neonato-si-graffia
Fonte: shutterstock
Perché il neonato si graffia? Ci sono molti motivi per cui un bambino piccolo può graffiarsi il viso, ma è facile evitarlo seguendo poche regole

Perché il neonato si graffia

Un neonato in famiglia porta molte novità: si impara a conoscere un nuovo essere umano che ha delle caratteristiche tutte sue, per questo ci vuole un po' di tempo, tanta pazienza e una buona osservazione per capire come comportarsi con lui o lei. Ci sono domande che però i genitori si fanno. Per esempio, perché il neonato si graffia? Vediamo insieme i motivi e come rimediare per evitare spiacevoli conseguenze. 

In questo articolo

I movimenti del neonato

Se avete già avuto un bambino o siete alle prese col primo, avrete notato che i neonati si muovono molto. Non certo in senso "classico": non camminano, non girano la testa, non gattonano e non afferrano cose, tutte tappe che raggiungeranno poco a poco, ma continuano a muovere gambe e braccia in maniera scoordinata. I bambini, infatti, sono stati nella pancia della mamma, sempre più rannicchiati, per molto tempo: all'improvviso si ritrovano all'aperto, in uno spazio praticamente infinito, senza nessun tipo di contenimento. Per questo è normale che si ritrovino a mulinare con braccia e gambe, scoprendo così il proprio corpo. È in questo caso che a volte possono farsi male graffiandosi

Perché i neonati si graffiano

I graffi, quindi, non sono un movimento voluto il più delle volte, ma piuttosto qualcosa di incontrollato come reazione alla scoperta del proprio corpo e conseguenza di un'incapacità di coordinare le braccia. Quando i neonati portano le mani al viso, scoprendo così di avere una faccia, una bocca, un naso e tutto il resto, capita purtroppo che si graffino

Come evitare che il neonato si graffi

È importante però evitare che il neonato si graffi. Se lo fa su una porzione di pelle, in linea generale non è niente di grave, ma in alcuni casi le ferite potrebbero anche essere profonde: dipende tutto dalla "violenza" che usa il bambino e dalle unghie, ovviamente.

Se invece i graffi arrivano agli occhi, potrebbe anche crearsi delle lesioni gravi. Per questo è fondamentale prevenire il problema. Ecco alcuni consigli per evitare che il neonato si graffi. 

Tagliare regolarmente le unghie

A molti neo-genitori spaventa l'idea di tagliare le unghie di dita così piccole e fragile, ma come abbiamo detto è importante farlo perché, muovendosi in maniera incontrollata, non si ferisca. Potete limarle con una lima in cartone oppure usare delle forbicine con la punta arrotondata apposite per neonati, magari mentre il piccolo dorme o quando è in braccio a un'altra persona che può contenerne i movimenti.

Indossare dei guantini da neonato

Molte maternità richiedono nella lista per il parto anche dei guantini in cotone per neonati. Servono infatti non soltanto a riparare le estremità dal freddo, ma anche a evitare che il piccolo si graffi. Se avete paura che le unghie restino taglienti o che crescano troppo in fretta, fate indossare i guanti al vostro bambino anche in casa e durante la notte.

Contenere il neonato con lo swaddle

La moda dello swaddle è molto utile per contenere i movimenti del neonato e in generale per calmarlo: se vostro figlio tende a mulinare molto con le braccia e a portare spesso le mani al viso, potrebbe essere utile avvolgerlo con una coperta apposita con la tecnica dello swaddle, in modo da limitarne i movimenti e, al tempo stesso, calmarlo.

I neonati si graffiano in molte occasioni: perché scoprono il proprio corpo, perché fanno movimenti non controllati, perché si stropicciano gli occhi. È importante quindi verificare che le unghie siano sempre corte e, nel caso, usare dei guanti da neonato o in alternativa avvolgerlo con la tecnica dello swaddle.

gpt inread-altre-0

articoli correlati