gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Consigli su come togliere le macchie da grembiuli e vestiti

/pictures/2017/12/14/consigli-su-come-togliere-le-macchie-da-grembiuli-e-vestiti-328195203[983]x[409]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-bambino

Come togliere le macchie da grembiuli e vestiti? Trucchi e stratagemmi

Come togliere le macchie da grembiuli e vestiti

Che disperazione quelle macchie sul grembiulino o sui vestitini del bimbo che entusiasta rientra dalla scuola o dall'asilo tutto sporco. Le macchie, di tempera, acquerelli, pittura, pennarelli o cibo sono tra i principali nemici delle mamme. Siamo sicure di sapere tutto su come togliere le macchie dai vestiti dei bambini e dai grembiuli, soprattutto senza arrecare danni irreparabili ai tessuti? Ecco qualche consiglio pratico.

gpt native-middle-foglia-bambino

Come togliere le macchie pittura dai vestiti

Ogni giorno, a scuola o all'asilo, i bambini si impegnano in attività creative che richiedono l'utilizzo di pennarelli, tempere, pitture e pennarelli. E spesso amano mettere a frutto la loro arte creativa anche il pomeriggio e nel tempo libero. Se a casa abbiamo la possibilità di scegliere solo colori a misura di bambino, super lavabili, che vanno via con la semplice acqua o un lavaggio normale in lavatrice, a scuola o ai laboratori può capitare che i prodotti non siano facili da smacchiare. E allora ecco qualche consiglio per togliere le macchie di colore da vestiti e grembiuli.

  • Colori a tempera ed acquerelli: per eliminare queste sostanze, sia su tessuti bianchi che su tessuti colorati, possiamo lavare il capo di abbigliamento con soluzione di acqua e ammoniaca
  • Colori a olio: se ad aver fatto la macchia sono invece i colori ad olio, si può intervenire in due maniere differenti a seconda del tipo di macchia. Se la macchia è fresca basterà strofinare con un po' di acquaragia, mentre se la macchia è ormai asciutta o comunque vecchia, bisognerà ammorbidire con burro e dopo alcune ore strofinare con benzina sottoposta a rettificazione (benzina Super) o essenza di acquaragia. Se nonostante tutto la macchia persiste, usare una soluzione di essenza di acquaragia e ammoniaca al 50%
  • Inchiostro: utilizziamo acquaragia o acetone sulla macchia di inchiostro quindi sciacquiamo. Su tessuti delicati, al rovescio, tamponiamo con alcool o acquaragia senza dimenticare di mettere sotto la macchia un foglio di carta assorbente, quindi risciacquiamo
  • Pennarelli: maglie, grembiule e quant'altro son sempre sporchi di macchie di pennarelli? Per eliminare le macchie passiamo qualche goccia di limone o alcool e poi sciacquare. Sul cotone tamponare con alcol denaturato, poi lavare con sapone. Sui delicati passare con sapone e glicerina, quindi con alcol denaturato
  • Colla: se il problema è la colla, proviamo a lavare l'indumento e se la macchia persiste strofiniamo con una spazzola bagnata in acqua tiepida o con dell'aceto distillato. Sul cotone si può provare ad eliminare la macchia con un batuffolo di cotone imbevuto di aceto, per poi sciacquare in acqua fredda con qualche goccia di ammoniaca, oppure tamponare con alcol in cui è stato sciolto sapone di Marsiglia grattugiato e sciacquare. Per la colla vinilica basta l'acqua tiepida
  • Adesivi: strofinare delicatamente con solvente per unghie non oleoso (acetone) dopo aver asportato con un coltellino le incrostazioni.

Come togliere le macchie dai vestiti dei bambini

I bambini, si sa, si sporcano facilmente. Giocano all'aria aperta, si ruzzolano a terra, corrono e cadono, mangiano e si macchiano i vestiti. Provare a prevenire le macchie è una guerra persa, ma certamente possiamo sperimentare alcuni trucchi e stratagemmi per eliminare le macchie più comuni e più ostinate.

  • Sangue: per eliminare le macchie di sangue, causate, magari, da una sbucciatura al ginocchio, laviamo con acqua fredda e sapone mentre sulle fibre sintetiche usiamo l'acqua ossigenata
  • Erba: il piccolo si è rotolato nel prato e i pantaloni sono tutti macchiati? Su tessuti bianchi o colorati dovremo strofinare con una pezza imbevuta di acqua bollente, acqua salata oppure con aceto bianco. In alternativa tamponare con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool a 90° (sconsigliato sulla seta). Se la macchia persiste pulire delicatamente l'area interessata con una stoffa intrisa di aceto distillato oppure mettere sotto la macchia un panno ripiegato e strofinare energicamente prima con glicerina e poi con alcool puro. Su tessuti sintetici o delicati, tamponare con acqua e ammoniaca preparando una soluzione con 1 litro di acqua per 1 cucchiaio di ammoniaca per poi risciacquare e tamponare con acqua e aceto. Negli indumenti particolarmente delicati si può utilizzare l'acqua ossigenata al posto dell'ammoniaca, diluita in un bicchiere d'acqua per procedere come prima. Sulla lana la soluzione da preparare è composta da 3 parti di acqua tiepida, 2 parti di alcool e 1 parte di ammoniaca, per strofinare e risciacquare con acqua e aceto. Su tessuti non lavabili pulire con qualche goccia di ammoniaca o alcool puro a 90°
  • Frutta: la merenda più che finire nel pancino è finita nel grembiule che ora è pieno di macchie. Se la macchia è fresca mettiamo l'indumento in frigorifero per poi lavarlo dopo qualche ora oppure avvolgiamo un cubetto di ghiaccio in un pezzo di plastica e passiamolo sulla macchia per poi sciacquare. Se la macchia è vecchia e resistente, raschiamo con una lama e tamponiamo con dell'aceto bianco o strofiniamo qualche goccia di limone per poi sciacquare
  • Fango: soprattutto in autunno è bello correre e saltellare nelle pozzanghere peccato che il fango macchi! Se la macchia è fresca lasciamo che si asciughi, poi spazzoliamo e laviamo con acqua fredda o con acqua e aceto. Se resiste smacchiamo con acquaragia o benzina super
Come togliere alcuni tipi di macchie dai tessuti | Video tutorial
  • Chewing gum: la 'macchia' più odiata e temuta si è appiccicata proprio nel suo grembiulino! Come toglierla? Mettiamo l'indumento nel freezer e lasciamolo per qualche ora al fresco, dopo potremo staccare facilmente la gomma ormai secca. Se rimane l'alone tamponiamo con benzene puro e la macchia dovrebbe scomparire
  • Cioccolata: se la macchia di cioccolata è fresca laviamo con acqua calda oppure, dopo avere leggermente inumidito la zona macchiata, strofiniamo del sapone bianco (marsiglia) quindi sciacquiamo. Se la macchia è resistente sciogliamo 1 cucchiaino di borace in una tazza di acqua tiepida, strofiniamo con uno straccio, sciacquiamo e laviamo con acqua e varecchina per poi risciacquare nuovamente. In alternativa ammorbidire la macchia con glicerina e smacchiare con alcool puro, per ultimo sciacquare
  • Gelato: sui tessuti bianchi e colorati strofiniamo con un pò di seltz (digestivo) o acqua frizzante, e poi laviamo con detersivo. Sulla lana tamponiamo delicatamente con acquaragia o benzina super
  • Pomodoro: per le macchie di passata di pomodoro usate acqua e ammoniaca. Per le macchie di pomodoro lavate con acqua fredda e poi ricoprite di talco. Spazzolate dopo aver atteso qualche minuto. Ammorbidite la macchia con acqua saponata tiepida, quindi risciacquate con acqua fresca.
  • Urina: sul cotone tamponare con acqua e poche gocce di acqua ossigenata o di ammoniaca; se il tessuto lo consente, acqua calda e candeggina. Sui delicati tamponare con una soluzione di acqua tiepida, perborato e qualche goccia di ammoniaca. In alternativa usare succo di limone
  • Uovo: sul cotone raschiare la superficie della macchia, cospargere di sale inumidito con acqua e spazzolare dopo circa 10 minuti. Sui delicati usare acqua leggermente tiepida addizionata con uno o due cucchiai per litro d'ammoniaca
  • Resina: sul cotone bianco strofinare con un batuffolo di cotone imbevuto di acquaragia o essenza di trementina, oppure con alcol a 90°, sul cotone colorato insaponare da rovescio e applicare una miscela di un quarto di essenza di trementina con tre quarti di alcol e sciacquare dopo un quarto d'ora. Sulla lana tamponare con essenza di trementina e poi sgrassare con benzina
  • Latte: sul cotone se la macchia è fresca si toglie con semplice acqua tiepida
  • Bruciature: sul cotone strofinare il tessuto sotto l'acqua fredda poi applicare detergente non diluito e lasciarlo agire per circa cinque minuti, lavare e se necessario candeggiare. Sulla lana usare ammoniaca e acqua ossigenata diluita. Alternativa bio: strofinare delicatamente una zolletta di zucchero, oppure intervenire con acqua ossigenata
  • Coca cola: sul cotone tamponare con acqua o glicerina
  • Grasso: sul cotone raschiare il grasso rimasto in superficie, cospargere con polvere assorbente e dopo dieci minuti spazzolare. Se necessario, ripetere l'operazione. Sui delicati e sulla lana tamponare le macchie con trielina o benzina
  • Brodo: sul cotone acqua tiepida e sapone, dopo aver tamponato con acqua assorbente. Togliere l'alone con saponeria, far agire e spazzolare. Se occorre, lavate, il capo dopo aver passato la parte con sapone di Marsiglia inumidito
  • Bevande analcoliche: sul cotone le macchie fresche si tolgono con l'acqua fredda mentre quelle secche con una soluzione di aceto bianco e detersivo liquido in parti uguali. Sui delicati, su lana e velluto si può usare acqua con etere.
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0