strip1-bambino
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-bambino-0
1 5

I giochi più adatti per le varie età del bambino

/pictures/2018/11/07/i-giochi-piu-adatti-per-le-varie-eta-del-bambino-2483310034[972]x[405]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-bambino

Una guida completa ai giochi per bambini, divisi in base alle età e alle tipologie

Giochi per bambini

Attraverso il gioco i neonati e i bambini apprendono molto. I piccoli si portano le manine alla bocca, osservano i propri piedini, il viso delle persone e finiscono per orientare una manina verso la cosa che ha attirato la loro attenzione, sono attratti da suoni, colori e forme. I più grandi invece amano costruire, smontare, inventare. Il genitore deve stimolare i piccoli all’apprendimento e anche proporre giochi per bambini adatti alle varie età.

gpt native-middle-foglia-bambino

Giochi adatti fino a 6 mesi

Qualche consiglio per cominciare a giocare con il bebè sin dalle prime settimane e sui giochi più adatti da proporre in questa fase.

  • La stimolazione sensoriale deve essere privilegiata nei bambini fino ai sei mesi. Cantare, recitare al piccolo una filastrocca, e giocare con lui muovendolo al ritmo della canzone o della cadenza ritmata è un gioco molto apprezzato dal bebè e anche se è piccolissimo può essere ondeggiato e cullato perché questi movimenti permettono lo sviluppo del suo equilibrio e della coordinazione gettando le basi al futuro gattonamento.
  • Al piccolo non interessa avere tantissimi giochi, né tantomeno di averne di elaborati. Una semplice pallina che suona, o un sonaglio che, se agitato inizia a produrre rumore, bastano. I bambini sono attratti dai colori e dai suoni, e sono molto attenti allo studio degli oggetti che vengono loro proposti quindi può essere utile appendere una giostrina o un sonaglio musicale alla culla. Inizialmente sarà il suono a incuriosirli, poi con il passare dei mesi, questi due oggetti verranno afferrati e osservati anche manualmente.
  • Intorno a quattro mesi, è bene prediligere dei giochi che possono essere portati alla bocca per l’esplorazione e che siano sicuri.
  • A sei mesi i giochi sonori sono molto più allettanti e incuriosiscono il bambino che comprende che è il movimento a produrre rumore. La scelta dei sonaglini da portare alla bocca deve puntare soprattutto su maneggevolezza, leggerezza e la facile lavabilità degli stessi. Attenzione a non comprare oggetti che abbiano componenti piccole o buchi nei quali i bimbi possono infilare le dita.
  • Un gioco molto carino da fare con il bambino consiste nel fargli osservare un libro con delle belle figure illustrandogli gli oggetti e i loro nomi. Anche i volti delle persone lo appassioneranno moltissimo e quindi, perché non fargli vedere delle foto indicando il nome delle persone che vede?

I giochi dei bambini dai 6 ai 18 mesi

Qualche indicazione sullo sviluppo e sui giochi adatti a questa fascia di età.

  • a partire dai 6 mesi il piccolo capisce la relazione causa- effetto: se agisce in una certa maniera causa una risposta particolare. Allora lancia, scuote, stropiccia, sbatte tutto per causare rumore, attenderà l’apprezzamento da parte dei genitori, riderà e si divertirà tantissimo quando verrà colto di sorpresa da una nuova scoperta.
  • Verso i 10 mesi avrà acquistato destrezza e inizierà a muoversi molto di più. Allora è meglio procurargli dei carrelli, dei passeggini piccoli, dei trenini, tutto ciò che può tirare e far muovere da solo lo incuriosirà molto.
L'ABC dei giochi per i bambini

Mano a mano che il bimbo cresce la sua intelligenza diventa sempre più elaborata. Passerà dall’assemblare dei semplici cubi, alle costruzioni di legno, fino ai puzzle giganti e vi stupirete della facilità del loro apprendimento: i giochi devono essere scelti osservando la propensione del bambino.

Infine ricordate che giocare con il bimbo aiuta la socializzazione. Ad esempio:

  • lanciare una palla e chiedergli di ritirarla,
  • osservare il bimbo allo specchio,
  • costruire insieme torri di cubi e giocare con la musica.

I giochi dei bambini dai 18 ai 36 mesi

Dai diciotto ai trentasei mesi i bambini iniziano ad imitare i genitori, ma anche a capire la somiglianza degli oggetti e iniziano a ordinarli con una sequenza logica.

  • Una bambola può essere utile per iniziare a relazionarsi; proporre le stesse cose che la mamma fa a loro con la bambolina permette di capire le emozioni del piccolo, questo semplice atto mette in rilievo anche le sue necessità, se ha bisogno di coccole o di attenzioni ad esempio.
  • Gli oggetti di casa sono dei perfetti semplici giochi. Ad esempio travasare l’acqua con un bicchiere, usare dei vecchi indumenti per travestirsi, fare le bolle di sapone, creare timbri con le patate, disegnare con le dita sono ottimi giochi di apprendimento. Procurategli una lavagnetta dove può scarabocchiare e cancellare tutte le volte che vuole. Fatelo partecipare attivamente alla pulizia della casa, anche solo togliendo un tovagliolo caduto per terra, si sentirà utile e partecipe e vi stupirete di come voglia sentirsi utile per la propria mamma.

I giochi dei bambini a 3 anni

In questa fascia di età il bambino inizia a riprodurre la realtà divertendosi a imitare le figure che vede. Vorrà essere un dottore, un poliziotto una ballerina e impiegherà molto tempo a giocare con la fantasia. E ancora:

  • inizierà ad apprezzare l’aiuto che può fornire alla mamma quando questa lo incita ad essere aiutata e coltiverà un iniziale apprezzamento per la musica.
  • Una semplice tastierina o uno xilofono possono essere due strumenti utili per fargli capire la differenza che esiste tra le note di diversa altezza.
Il gioco da 0 a 36 mesi

Giochi per i 4 anni

A 4 anni i bambini hanno cominciato ad andare all'asilo e sono probabilmente impegnati per molte ore della giornata in attività strutturate e supervisionate dagli adulti. La prima regola dei giochi in questa fascia di età, quindi, è: lasciateli giocare da soli. Promuovete l'indipendenza e anche quella solitudine che non è così negativa ma, anzi, stimola creatività e fantasia. Mettete a disposizione dei bambini dei giochi educativi, ma anche semplici in modo che possano usarli come meglio vogliono. Via libera, quindi, a:

  • bambole e bambolotti;
  • peluche e personaggi con cui possono inventare storie ed ambientazioni;
  • primi puzzle;
  • kit base di costruzioni adatte a questa età con cui possono costruire liberamente;
  • paste modellabili con forme di diverso tipo.

Giochi per bambini di 5 e 6 anni

Questa è un'età importante, ed è altrettanto importante proporre dei giochi e delle attività che favoriscano lo sviluppo ma anche le competenze che serviranno a scuola.

  • A 5 anni i bambini si preparano alla scuola elementare quindi vanno benissimo giochi con le lettere e i numeri, ma anche quelli che favoriscono la motricità fine: perfetti i giochi che richiedono di allacciare e slacciare nastri, aprire e chiudere lucchetti e serrature, ma anche i birilli che permettono di allenare la coordinazione occhio-mano. Inoltre le attività preferite restano sempre quelle creative: in fondo bastano materiali facilmente reperibili in casa, come colla, carta, colori, forbici etc.., per creare lavoretti e piccole opere d'arte.
  • A 6 anni i nostri bimbi hanno iniziato il loro percorso scolastico e il gioco dovrebbe, quindi, essere soprattutto un momento di libertà espressiva, fantasia, relax, dopo tante ore trascorse in classe a studiare. Il gioco, in questa fase, assume un'importanza ancora più rilevante perché serve a consolidare le competenze apprese a scuola, contribuisce alla formazione della personalità e aiuta nella gestione delle emozioni. Oltre ai lavoretti e ai progetti creativi, che i bambini apprezzano ad ogni età, è il momento giusto per introdurre set di costruzioni un po' più complesse e i primi giochi di società, a partire dal classico Gioco dell'Oca. E ancora: macchinine e bambole e puzzle da comporre.

Giochi per i 7 anni

A sette anni ormai gioco ed apprendimento viaggiano di pari passo: i bambini hanno acquisito un grande spirito critico e di osservazione, sono intraprendenti, costruiscono, desiderano scoprire tantissime cose nuove e non sono mai sazi di conoscenza, inoltre apprezzano giocare con gli amici. Che tipo di gioco ed attività possiamo proporre a nostro figlio? Innanzitutto attenzione a seguire i suoi gusti personali. Ormai le sue preferenze sono radicate e siamo in grado di capire se al bambino piace, ad esempio, giocare con le costruzioni o con le macchinine, o se apprezza i puzzle. Ecco alcune idee:

  • Giochi di società: abbandonati gli elementari giochi dei 6 anni, è il momento di introdurre il Monopoli, ma anche Indovina Chi e il famoso gioco di carte UNO;
  • giochi di esperimenti: manipolare fluidi e colori per creare slime, paste modellabili fai da te e giochi scientifici;
  • costruzioni: anche se i mattoncini base non vanno mai in soffitta, a questa età i bambini che amano costruire si divertiranno con pezzi magnetici o tubolari con cui creare strutture anche molto complesse.

Giochi per bambini di 8 anni

Siamo entrati nella fase in cui i bambini trascorrono molto tempo sui libri, per svolgere i compiti a casa, oppure facendo sport e, in alternativa, con i videogiochi! Quindi come possiamo stimolarli a giocare ancora e ad alternare il tempo passato davanti allo schermo con quello trascorso giocando? Difficile, ma non impossibile. L'importante è proporre attività che stimolino la creatività, che gli diano la sensazione di star imparando qualcosa di nuovo e di essere impegnato in una sfida da affrontare.

  • Giochi di società: ormai i bambini apprezzano questo tipo di gioco, innanzitutto perché spesso lo si può fare con mamma e papà, e poi perché si configura come una competizione tutta da vincere. Perfetti Risiko, Scarabeo, Taboo e molti altri, ma anche scacchi e dama;
  • giochi di carte: non solo Rubamazzetto, ma anche giochi più elaborati e con regole più precise come Briscola o Burraco;
  • set per costruire: dopo gli 8 anni questi set diventano straordinarie, sono composte da pezzi estremamente piccoli che servono a costruire un castello o un'astronave nei minimi dettagli. Un'attività che stimola la motricità e le abilità cognitive, oltre che allenare pazienza e concentrazione;
  • giochi educativi e scientifici.

Giochi per bambini gratis da scaricare

Se si pensa a dei giochi da scaricare gratis il pensiero corre immediatamente ad App e giochi dei quali possiamo lanciare il download sul nostro smartphone per i nostri bambini. E ovviamente PlayStore e iTunes propongono una miriade di giochi online da scaricare che possiamo filtrare sia per prezzo che per età. Ma su Internet si trovano anche dei giochi gratis che possiamo ottenere per poi giocare insieme.

  • Il gioco delle rime: è composto da un mazzo con 48 carte che contengono parole che fanno rima tra loro
  • Tangram: si tratta di un antico gioco che aiuta nella comprensione delle figure e dello spazio. Ecco un blog dal quale scaricarlo gratis.

Giochi all'aperto

A qualsiasi età i bambini vanno portati all'aria aperta per giocare liberamente ed esprimere se stessi anche attraverso giochi di motricità di diverso tipo. Che sia lanciare una palla o giocare a frisbee, saltare e correre, arrampicarsi su un albero o percorrere un piccolo ponte tibetano al parco giochi, le attività all'aria aperta sono fondamentali sia in estate che in inverno.

E al parco o nel cortile i nostri piccoli possono anche trascorrere del tempo insieme agli amichetti e a quei giochi con i quali siamo cresciuti noi:

  • La bella statuina
  • Un, due, tre stella!
  • Color, color
  • Palla avvelenata
  • La Campana (che qualcuno chiama Settimana).

Giochi per bambini da fare in casa

Quali giochi possiamo fare insieme ai nostri figli nei pomeriggi della domenica o in quelli un po' noiosi dell'inverno? Qualche suggerimento utile per provare a convincerli a spegnere TV e tablet:

  • memory e domino: si tratta di giochi classici che possono essere facilmente acquistati nei negozi di giocattoli, ma anche realizzati da noi stessi con cartoncino e colori;
  • lavoretti e attività creative: è sempre una buona idea dare ai bambini pennelli, colori, materiali di diverso tipo e lasciarli liberi di sperimentare. Ma può essere un'ottima proposta anche cercare insieme un tutorial su Internet per costruire oggetti e lavoretti più stimolanti;
  • travestimenti: indossare all'improvviso un costume da supereroe, da pirata o da cowboy anche se non è Carnevale è una delle attività preferite da bambini di ogni età e da il via a tanti altri giochi da inventare e storie da interpretare.

Giochi di Natale

Il momento dell'anno in cui arriva una marea di regali e giocattoli nuovi è certamente il Natale. Qualche consiglio per gestire questa fase?

  • Fate pulizia: coinvolgete i vostri figli già a novembre chiedendo loro di regalare ai bambini meno fortunati i giocattoli che non usano più, un'ottima occasione per coltivare in loro la generosità e per insegnare il valore del riciclo. In questo modo farete spazio all'arrivo dei nuovi giochi;
  • insegnate loro il valore delle cose: solo perché arriva Babbo Natale non vuol dire che si possa scrivere una letterina con decine di richieste per ogni tipo di giocattolo. Da evitare le copie e i cloni di quelli che già hanno, giocattoli inadatti alla loro età, giochi troppo costosi;
  • acquistate i giocattoli con un certo anticipo, così potrete scegliere tra le tante offerte che ci sono nei negozi e negli e-commerce e magari far arrivare i pacchi a casa comodamente evitando l'affollato shopping natalizio;
  • se volete fare un regalo che non c'è nella letterina scegliete comunque un gioco adatto all'età (che solitamente è stampata in modo evidente sulla confezione) e che sia rispettoso dei gusti del bambino.
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0