SPECIALE
Back to school: Insieme si riparte

Home Il bambino Giocare e crescere

Strategie per affrontare al meglio la ripartenza delle attività scolastiche

di Francesca Demirgian - 07.09.2020 Scrivici

back-to-school
Fonte: shutterstock
La prima campanella sta per suonare: una guida per affrontare la meglio la ripartenza delle attività scolastiche. Strategie e consigli utili

Ripartenza delle attività scolastiche: come affrontarla

Dopo tanti mesi a casa, finalmente i bambini stanno per varcare nuovamente la soglia della loro scuola. C'è chi inizierà un percorso tutto nuovo, chi potrà tornare dai propri insegnanti, dai propri compagni di classe. L'emozione, però, quest'anno è unita anche a tante paure, a tanti dubbi e qualche ansia, perché le mamme lo sanno, sarà un anno pieno di incertezze.

Un back to school in cui famiglia e scuola dovranno essere valide alleate, saper essere resilienti, saper infondere - nonostante tutto - sempre l'energia e lo spirito giusto a bambini e ragazzi. Per fare tutto questo servirà avere una marcia in più.

In questo articolo, da mamme a mamme, suggeriamo alcune strategie, alcuni consigli che possono tornare utili per affrontare al meglio la ripartenza delle attività scolastiche.

Ricordare i momenti belli trascorsi tra i banchi di scuola

Un'ottima strategia per far tornare ai bambini il desiderio di rientrare in classe, è quella di ricordare i momenti più belli trascorsi negli anni precedenti con insegnanti e compagni. Dalle cose che hanno potuto apprendere in classe, ai momenti di gioco, dalle recite, alle gite. Richiamare alla memoria quegli attimi, ruberà senz'altro un sorriso ai vostri figli, facendo rivivere loro anche quelle passate emozioni.

Se in casa avete i raccoglitori con i lavori fatti dai vostri piccoli a scuola, rispolverateli e dedicate del tempo a risfogliarli, facendo vedere loro quanti progressi hanno fatto, quante cose hanno potuto imparare stando tra le mura della loro scuola. E poi riguardate le foto con gli amichetti, ricordate dei compleanni trascorsi insieme, delle cene di classe. Tutto contribuirà a risollevare l'umore dei bambini e desiderare che il suono di quella prima campanella dell'anno scolastico 2020/2021 arrivi in fretta.

Iniziare la giornata con la giusta colazione

Ci vuole una buona dose di energia per iniziare la giornata con il piede giusto, soprattutto se il programma sarà impegnativo e vedrà bambini e ragazzi dover passare diverse ore tra i banchi di scuola. E, allora, tra i trucchetti di noi mamme, per una perfetta ripartenza delle attività scolastiche, c'è sicuramente quello di preparare una buona colazione per tutta la famiglia. Cosa c'è di meglio per iniziare la giornata nel modo giusto?

Un consiglio: provate a coinvolgere anche i vostri figli nella preparazione della colazione. Quando la gusteranno, prima di andare a scuola, proveranno una grande soddisfazione che li aiuterà ulteriormente ad iniziare questo nuovo anno con vitalità e positività.

Organizzare una giornata speciale

Mamme segnate questo trucco infallibile: il primo giorno di scuola va vissuto un po' come una festa. E' un giorno importante, non un giorno triste in cui finisce la libertà del bambino di fare come gli pare e piace. E' un giorno emozionante che come tale andrà vissuto.

Nella giornata prima del back to school, dunque, è bene organizzare qualcosa di speciale. Una sorta di vigilia del rientro in classe.

Organizzate una gita, ad esempio, o un pranzo fuori, o una giornata di giochi al parco. Preparate al vostro bimbo o ai vostri bimbi la loro cena preferita, fategli anche un piccolo regalino che sia di buonaugurio (nulla di esagerato, basta una matita, una penna, qualche accessorio di cancelleria inerente l'inizio della scuola).

Il bambino vivrà con positività quella giornata e, sicuramente, anche la successiva. 

Affiancare alla scuola del sano sport

"Prima il dovere, poi il piacere". Per una serena ripartenza delle attività scolastiche, è consigliato affiancare alla scuola una sana attività sportiva che sia da svago, prima di tutto, per il bambino.

A volte l'amore di un bimbo per uno sport nasce spontaneamente e, allora, tutto viene più facile. Altre volte, invece, è necessario condurre il piccolo verso l'attività sportiva più adeguata alle sue capacità. Compito di mamme e papà sarà, dunque, quello di far provare al bambino vari sport, fino a trovare quello che più lo diverte, che fa scaricare stress, stanchezza, donandogli soddisfazione e rafforzando le sue difese immunitarie. 

Condividere ricordi da mamma a figlio

"Lo sai che mamma ancora ricorda il suo primo giorno di scuola?", potrebbe iniziare così il discorso.

Se avete qualcosa di bello da raccontare, se ricordate con nostalgia la vostra infanzia e i tempi della scuola, non tenete per voi questi racconti, ma condivideteli con entusiasmo con i vostri figli. Staranno ad ascoltare con passione e, magari, troveranno forza e coraggio proprio dalle vostre parole. 

Mai scaricare le proprie paure sui figli

Vietato scaricare le proprie paure sui piccoli di casa. Scontato? Forse. Ma sempre meglio ribadirlo. Tutte noi mamme abbiamo un po' di ansia in vista della ripartenza delle scuole ed è più che normale. Non sappiamo bene cosa ci aspetti e tante sono le incognite sull'anno scolastico ormai alle porte.

Possiamo condividere i timori con il partner, quando i bambini non sono presenti; possiamo farlo anche con altri genitori, ma sempre se i bambini sono distanti. Ma, mai e poi mai, discorsi allarmistici vanno fatti davanti ai piccoli di casa o questo influenzerà fortemente il loro umore.

L'entusiasmo, la gioia, la bellezza di poter tornare tra i banchi di scuola sono le emozioni da trasmettere ai bambini, senza illusioni ovviamente. I bambini capiscono molte più cose di quelle che immaginiamo e, da mesi ormai, hanno inculcato il senso di distanziamento, sanno come ci si igienizza le mani e come comportarsi quando ci sono altre persone. Non serve che gli adulti aggiungano altro. 

Rispondere a tutte le domande dei bambini

Non una strategia ora, ma un ultimo consiglio sincero per tutte le mamme dei bimbi più curiosi che, in vista del primo giorno di scuola o nei giorni successivi, potrebbero riempirvi di tante domande.

Domande sulla nuova organizzazione della scuola, della classe, sulle diverse relazioni con i compagni, con gli insegnanti. Starà a voi trovare il modo migliore per mettervi seduti ed affrontare il problema con i vostri figli. Ma la chiave per trasmettere serenità ai più piccoli in queste situazioni è solo e soltanto una: rispondere a tutte le loro domande. Mediando, certamente, utilizzando il tono giusto, i termini giusti, ma senza divagare, senza raccontare loro bugie. 

Ripartenza della scuola. Come prepararsi al meglio? Risponde Chiara Mancarella, docente e pedagogista clinico

articoli correlati