Home Il bambino Giocare e crescere

La piantina magica per bambini: cosa sapere sul gioco

di Simona Bianchi - 17.04.2023 Scrivici

la-piantina-magica-per-bambini-cosa-sapere-sul-gioco
Fonte: shutterstock
La piantina magica per bambini è un gioco ecologico semplice e dall’alto valore educativo. Come realizzarlo e in cosa consiste

In questo articolo

Cos’è la piantina magica per bambini

La piantina magica è un gioco "Green" e sostenibile che incuriosisce molto i bambini. È facile da fare e ha anche un alto valore educativo perché fa avvicinare i piccoli alla natura, fornendo una piccola lezione di botanica, e rendendo i bimbi più responsabili e rispettosi nei confronti dell'ambiente, degli alberi e delle piante di cui devono prendersi cura. Con questo gioco si può insegnare ai propri figli che tutto nasce da un "seme" e si può dimostrare loro come si possano ricevere grandi soddisfazioni nel prendersi cura di qualcosa. 

L’importanza della natura per i bambini

Il contatto con la natura ha un ruolo chiave per il benessere psico fisico di bambini e adulti. Fare in modo che i propri figli si avvicinino a piante e fiori è utile per sviluppare numerose conoscenze e abilità. Lo stare a contatto con la natura è la prima fonte di percezione e stimolazione sensoriale. Diversi studi hanno inoltre dimostrato come la natura sia maestra di calma, pazienza, rispetto e ordine per i più piccoli. L'ambiente naturale, fatto di fiori e piante è ricco di stimoli, è istruttivo, migliora la salute fisica ed emotiva, le abilità sociali e quelle personali e aiuta a sviluppare interessi creativi, sani e partecipativi. Inoltre, prendersi cura dell'ambiente, insegna ai bimbi come comportarsi in maniera più sostenibile, riciclando, evitando gli sprechi e rispettando gli altri esseri viventi che li circondano.

I benefici delle piante in casa

Il gioco della piantina magica consiste nel far coltivare e curare una pianta al proprio bambino. Ma, avere delle piante in casa, ha molteplici benefici per tutto l'ambiente domestico. Ecco alcune cose da ricordare:

  • Le piante in casa purificano l'aria: con il processo di fotosintesi attraverso il quale assorbono l'anidride carbonica e rilasciano ossigeno. Così si può ridurre l'inquinamento domestico
  • Le piante favoriscono un ambiente più sano: alcune tipologie, per esempio come l'edera, aiutano a ridurre la muffa e la diffusione di particelle inquinanti che potrebbero trasferirsi con le feci degli animali domestici
  • Migliorano la concentrazione nello studio e nel lavoro: anche in questo caso, alcune varietà sono capaci di infondere calma e relax, favorendo la produttività e riducendo la sensazione di stress
  • Portano benefici all'umore e all'autostima: il colore verde e il profumo riporta al contatto con la natura con conseguenze positive sullo stato d'animo dei componenti della famiglia
  • Attenuano i rumori: sono dei "fonoassorbenti", ciò significa che hanno proprietà isolanti acustici e possono essere sfruttate come isolanti naturali.

Come fare il gioco della piantina magica per bambini

L'idea del gioco della piantina magica per bambini è molto semplice: far seminare e far curare la pianta al proprio figlio.

Per attirare la sua curiosità, si potrebbe raccontare una storia, per esempio quella della pentola di fagioli magici oppure quella di una pianta che cresceva fino al cielo per permettere agli elfi di andare a giocare tra le stelle. Di seguito le indicazioni su cosa deve fare il bimbo:

  • Fategli mettere in un recipiente del cotone, fateglielo bagnare con un bicchiere d'acqua e schiacciare con le dita per ottenere una superficie regolare e uno strato non troppo alto
  • Date al bambino 5-8 semi da disporre sul cotone. Potete far scegliere a vostro figlio il tipo di semi, per esempio fagioli, lenticchie, grano, ceci, nocciolini delle mele o degli agrumi
  • Dite al piccolo di posizionare il recipiente vicino a una finestra per fare in modo che i semi ricevano la luce necessaria per far nascere i germogli
  • A giorni alterni, ricordategli di annaffiare i semi con uno spruzzino. Dopo pochi giorni dovrebbe già cominciare a spuntare la piantina
  • Quando la pianta diventa troppo alta da non riuscire a mantenersi dritta senza sostegno, è necessario metterla in un vasetto con la terra. Prima del travaso con una forbice si può eliminare il cotone. L'operazione va eseguita con delicatezza
gpt inread-altre-0
Continua a leggere

Approfondimenti