Home Il bambino Giocare e crescere

Miniguida per acquistare i giocattoli

di Monica De Chirico - 31.05.2013 Scrivici

casa-gioco
Entrando in un negozio di giocattoli facilmente ci si sente persi. Ecco una guida e i criteri da prendere in considerazione per una scelta felice

A cura di Laura Losito

Entrando in un negozio di

giocattoli

facilmente ci si sente persi: quando ancora non si è genitori ma anche se lo si è già, di un bambino ancora troppo piccolo per esprimere le sue preferenze. Una scelta felice deve soddisfare diversi criteri, tra cui quelli indicati di seguito.

LEGGI ANCHE: Giochi per l'intelligenza: creare con i colori

L'età

Per prima cosa,

il giocattolo deve corrispondere all'età del bambino

: e questo vale in entrambi i sensi: se acquistamo per un bambino di un anno un giocattolo indicato per i sei mesi, indubbiamente non sarà pericoloso ma probabilmente nemmeno molto stimolante per il piccolo. Poi, ci sono le necessità individuali: c'è il bambino che in quel determinato momento ha bisogno di esercitarsi nella presa, nella coordinazione mano-occhio, o ancora che desidera portare sempre con se' i propri tesori e quindi non dovrà trattarsi di giochi troppo ingombranti, etc.


La sicurezza

Non solo bisogna

evitare i giocattoli con piccole componenti che possono essere perse o ingerite

(e questo vale anche per quei bambini più grandi che magari hanno a casa un fratellino o una sorellina più piccoli). Bisogna anche escludere i giocattoli che potrebbero rompersi facilmente, con pericolo per la sicurezza del piccolo. Osserviamo il giocattolo e chiediamoci: quale parte potrebbe rompersi per prima e perché?

Stimolare la creatività

Tipico è il caso dei bambini che hanno una cameretta piena di giocattoli inutilizzati e sono capaci di divertirsi per ore con uno straccio per la polvere o con un cucchiaio di legno della cucina. Questo perché i giocattoli che fanno tutto da soli perdono presto il loro fascino. I bambini hanno bisogno di lasciar vagare la propria fantasia, di prendere l'iniziativa, di inventare, di sviluppare competenze,

I giocattoli migliori sono quelli che permettono ad un bambino di pensare e di agire.

Ad esempio, una scatola di gessetti o un barattolino di bolle di sapone spesso per un bambino di tre anni risultano più coinvolgenti di un costoso giocattolo a batterie.

LEGGI ANCHE: Potenziare l'autostima dei bambini e delle bambine: i giochi rompighiaccio


Gli hobby

Vale invece la pena investire se il piccolo ha una vera e propria passione per qualcosa; ad esempio, se ama dipingere con gli acquerelli, meglio comprare colori e pennelli di buona qualità anziché prodotti scadenti che potrebbero scoraggiarlo e farlo sentire frustrato quando il risultato dei suoi sforzi sarà deludente.


Troppi giocattoli

Una quantità eccessiva di regali continui può effettivamente risultare dannosa

. Il bambino può in primo luogo sentirsi sopraffatto, non riuscire a concentrarsi su un solo giocattolo abbastanza a lungo per sviluppare la propria creatività. Crescendo, potrà imparare che i regali e le spese sono le uniche cose davvero importanti nella vita. Se si abitua sempre a ricevere tutto ciò che vuole, non impara il valore del lavoro e dei soldi. Quindi, meglio puntare sulla qualità piuttosto che sulla quantità

gpt inread-altre-0

articoli correlati