Home Il bambino Giocare e crescere

Le tradizioni da conoscere per celebrare il Martedì Grasso con i bambini

di Elena Cioppi - 03.02.2021 Scrivici

martedi-grasso
Fonte: shutterstock
Martedì Grasso con i bambini, tradizioni e usanze per festeggiare il giorno che chiude il Carnevale con i più piccoli.

Carnevale si avvicina e con lui tutta una serie di ricorrenze legate non solo ai festeggiamenti in maschera dei più piccoli che questa festa la adorano, ma anche alla sfera religiosa. Mercoledì delle Ceneri, ma anche l'inizio della Quaresima che anticipa il periodo pasquale, sono strettamente legati al Martedì Grasso, ai suoi usi e tradizioni che sopravvivono ai secoli. Il Martedì Grasso è l'ultimo giorno del Carnevale, che inizia il giovedì precedente (sempre definito "grasso"). Per Carnevale 2021 i festeggiamenti per il Martedì Grasso sono previsti per il giorno 16 febbraio: il giorno in cui cade il Martedì Grasso cambia perché è strettamente collegato alla Pasqua, che si celebra solitamente la domenica dopo il plenilunio di primavera (solitamente tra il 22 marzo e il 25 aprile). Quest'anno la Pasqua 2021 si festeggia il 4 aprile, dunque tutte le festività ad essa correlate sono facilmente individuabili sul calendario.

Ma quali sono le tradizioni del Martedì grasso in Italia e nel mondo da conoscere? Perché è una giornata così importante nell'immaginario collettivo? Scopriamo insieme i retroscena più importanti di questa festa.

In questo articolo

Perché si chiama Martedì Grasso

Il Martedì Grasso che chiude il periodo di Carnevale e anticipa il giorno delle Ceneri (tradizionalmente votate al sacrificio e al digiuno) è un giorno di goliardia, in cui le feste in maschera e le sfilate toccano il culmine e si mangiano menù tipici e molto sostanziosi. Una tradizione questa che affonda nella notte dei tempi e soprattutto all'epoca romana, quando si usava festeggiare la fine dell'inverno con balli e canti sfrenati. In epoca cristiana, la giornata del Martedì Grasso si è poi associata come contraltare proprio a quella che dà il via alla Quaresima: un giorno in cui sfogarsi, mangiare a più non posso, festeggiare prima delle chiusure legate al tempo di riflessione e preghiera che è quello che precede le celebrazioni liturgiche della Pasqua.

Dal suo essere pantagruelico, con menù della tradizione ricchi e consistenti e dolci gustosi, deriva il nome "grasso", che si associa anche al giovedì che lo precede e che invece apre la settimana di Carnevale.

Martedì grasso, tradizioni e usanze dell'ultimo giorno di Carnevale

Battaglia delle arance di Ivrea

Famosa in tutto il mondo, la battaglia delle arance di Ivrea (TO) è una rivisitazione storica in cui le 9 contrade del borgo si sfidano lanciando arance da una carro. A questa incredibile messa in scena che coinvolge da generazioni le famiglie della città si collegano i festeggiamenti per il Carnevale (almeno quello in epoca pre-Covid) con l'elezione del personaggio storico della mugnaia, che viene portata in processione per il paese nei festeggiamenti che toccano il culmine proprio martedì grasso.

Cibo tipico di Carnevale

Il Martedì Grasso si fa anche una scorpacciata del cibo tipico del Carnevale come le bugie (o chiacchiere, a seconda della regione in cui ci troviamo). Le bugie sono tipiche sfoglie fritte che si mangiano con lo zucchero a velo e sono perfette da portare in tavola nel periodo carnevalesco.  Ogni regione ha le sue ricette tipiche del Martedì Grasso, ma tutte sono accomunate dal fatto che le pietanze sono molto consistenti, piene di ingredienti saporiti e gustosi.

Il Pancake Day

Nel Regno Unito il giorno che precede il Mercoledì delle Ceneri è chiamato Shrove Tuesday mentre in USA è il Pancake Day: nel primo caso si ricorda la necessità di purificarsi in previsione della Quaresima; nel secondo sono celebrate le frittelle ormai amate in tutto il mondo con una gara dedicata.

gpt inread-altre-0

articoli correlati