Home Il bambino Giocare e crescere

Come festeggiare Halloween secondo la tradizione anglosassone: 7 consigli

di Redazione PianetaMamma - 23.10.2019 Scrivici

come-festeggiare-halloween-secondo-la-tradizione-anglosasone-7-consigli
Fonte: Shutterstock
Come festeggiare Halloween secondo la tradizione anglosassone: 7 consigli per vivere appieno questa ricorrenza insieme ai bambini

Come festeggiare Halloween secondo la tradizione anglosassone

In vista della festa di Halloween vogliamo proporvi alcuni consigli per cercare di scoprire di più insieme ai nostri bambini, le vere origini di questa festa, il suo significato e le sue tradizioni. Se in Italia questa ricorrenza è stata importata solo negli ultimi anni ed è soprattutto caratterizzata da ambientazioni horror e costumi mostruosi, in realtà o in Gran Bretagna e negli Stati Uniti Halloween assomiglia un po' al nostro carnevale e porta con sé tanta allergia, dolcetti e alcuni riti che si tramandano di generazione in generazione, come quelli che riguardano i film da vedere o i dolcetti da preparare. Cambridge English, che da oltre 80 anni opera in Italia come ente certificatore del livello di lingua inglese, ci propone 7 suggerimenti per vivere Halloween secondo la tradizione anglosassone.

  1. Raccontare le origini di Halloween: Halloween immerge le proprie radici nelle antiche tradizioni celtiche di Irlanda e Regno Unito, nelle feste pagane di fine ottobre che celebravano i defunti e le loro anime che, secondo le leggende, camminavano tra i vivi proprio in questo periodo dell’anno. La Chiesa ha accolto questa eredità istituendo la festa di Ognissanti, il 1 novembre, ma a livello popolare le antiche tradizioni si sono trasformate in un’occasione per fare festa, tra maschere, zucche e film dell’orrore.
  2. Intagliare la zucca: le zucche svuotate e illuminate da una candela sono la decorazione più rappresentativa di questa festa e non mancano mai nelle case anglosassoni dove si celebra Halloween. Queste decorazioni sono tipiche degli Stati Uniti e sono legate alla leggenda di Jack-‘O-Lantern, l’uomo che osò sfidare il diavolo e fu costretto a vagare in eterno accompagnato solo dalla luce di un tizzone ardente riparato all’interno di una rapa. Anche se la tradizione fa riferimento a quest’altra radice, quando irlandesi e inglesi si trasferirono dall’altra parte dell’Atlantico dovettero sostituirla con un prodotto più comune, la zucca, appunto. Leggete come intagliare nel modo giusto la zucca di Halloween.
  3. Decorare la casa con i bambini: usate festoni dai quali penzolano pipistrelli e streghe a cavallo della scopa, ragnatele di cotone, mostriciattoli per decorare la casa. Potete acquistare le decorazioni nei negozi oppure online ma potete anche farle voi stessi insieme ai più piccoli usando oggetti e materiali semplici, da carta e colla fino a vecchie magliette, federe o lenzuola, perfette per ricreare fantasmi di ogni dimensione.
  4. Preparare dolcetti “spaventosi”: non è Halloween senza dolcetti e caramelle da brividi. Possiamo acquistare caramelle e dolcetti già confezionati oppure possiamo preparare noi stessi insieme ai figli dei biscottini a tema a forma di mostri e zucche, tartufini al cioccolato ai quali vengono aggiunte otto zampette per dare vita a simpatici ragni, torte di zucca e carote, fantasmi fatti da meringhe arricchite con occhietti di cioccolato, grissini salati o di pastafrolla che sembrano dita di strega e molte altre idee.
  5. Scegliere un costume: secondo la tradizione indossare un costume o una maschera in occasione di Halloween aiuta ad allontanare fantasmi e spiriti maligni che tornano sulla terra a fine ottobre. I bambini adorano travestirsi almeno una volta da strega, fantasma, zombie, scheletro o mostro. Anche in questo caso le opzioni sono tantissime e i costumi possono essere realizzati ad hoc o utilizzando abiti di tutti i giorni, ma in una veste un po’ diversa, completando il tutto con un trucco spaventoso.
  6. Prepararsi per “trick or treat?”: ogni bimbo deve avere una sua piccola borsetta portadolcetti per passare di casa in casa chiedendo “dolcetto o scherzetto?”. Questa usanza, anche se nata nel Ventesimo secolo negli Stati Uniti, ha radici antichissime, che si rifanno al Medioevo quando, in occasione di Ognissanti, poveri e mendicanti andavano di casa in casa alla ricerca di un po’ di cibo e, in cambio, offrivano preghiere. Oggi, a chi si rifiuta di regalare dolcetti, i bambini rispondono con scherzi innocui, armati di pistole ad acqua, stelle filanti spray o coriandoli.
  7. Guardare un film da brividi: guardare un film di paura è la scelta ideale per chi decide di trascorrere la serata in casa, ma non vuole perdersi l’atmosfera da brividi. Per i più piccoli ci sono cartoni animati, come Hotel Transylvania o Monster House, oppure i film come Casper, che racconta la storia di un piccolo fantasma amichevole, o Hocus Pocus, la storia di tre streghe che ritornano in vita negli anni Novanta dopo secoli di riposo, una pellicola sfornata da Disney nel 1993 e oggi tra i classici del genere. Storie da guardare e riguardare rigorosamente con popcorn e caramelle di Halloween a portata di mano, primi fra tutti i candy corn tipici della tradizione anglosassone.

gpt inread-altre-0

articoli correlati