gpt strip1_generica-ros-0
gpt strip1_gpt-ros-0-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-ros-0-0
1 5

L'estate dei bambini in 10 parole

/pictures/2015/07/10/l-estate-dei-bambini-in-10-parole-1123511138[3900]x[1626]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-ros-0

Crescere, dormire, giocare, inventare: l'estate dei bambini è questo e molto altro. Ecco una sintesi delle vacanze dei piccoli in 10 parole

Bambini in estate

Crescere, muoversi, riposare, giocare in famiglia, fare nuove amicizie. Sono solo alcune delle parole che possiamo utilizzare per descrivere l'estate dei bambini. Ho due bambini di età diverse ma se c'è una cosa che li accomuna in estate è l'esplosione di crescita! Ogni volta che rientriamo in città dopo le vacanze mi accorgo di quanto in queste poche settimane siano cresciuti, sia fisicamente che mentalmente. E forse sono proprio la libertà, la vita all'aperto e le infinite possibilità offerte dal tempo libero a stimolare questo scatto di crescita che si verifica, immancabilmente, ogni anno. Insomma le lunghe vacanze scolastiche non sono solo un buco da riempire con noia e tanta televisione, in realtà sono un periodo dell'anno prezioso e irrinunciabile per crescere in modo sorprendente. E allora oggi proviamo a sintetizzare in 10 parole l'estate dei bambini.

  1. Regole: meno regole, un po' più di elasticità. Gelati, giochi all'aperto, orari del sonno. Siamo tutti più sereni, loro si sentono più liberi e forse per questo fanno meno capricci e noi ce la prendiamo più comoda. Anche noi non stiamo sempre a correre in giro tra scuola, sport, compiti, impegni. E tutto può essere più rilassato: niente corse la mattina per fare colazione, lavarsi i denti, preparare il cestino della merenda etc
  2. Ricordi: cosa ci ricordiamo noi delle nostre vacanze da piccoli? Di certo non abbiamo ricordi dettagliati di questo o quel singolo episodio, ciò che ricordiamo è soprattutto legato ad un'esperienza emotiva, a qualche sentimento suscitato dentro di noi. E allora ecco che in estate si moltiplicano le possibilità di fare esperienze intense, di creare legami e di arricchire il loro bagaglio di ricordi, del loro vissuto legato all'infanzia.
  3. Sporchi e felici: in estate ci si sporca senza doversi sentire in colpa: si trascorrono ore fuori casa, all'aperto, e si ritorna a casa al tramonto, magari ancora bagnati dopo l'ultimo tuffo inseguendo un pallone, distrutti dalla stanchezza e sporchissimi di sabbia, sale, fango, terra.
  4. Scoperta: le vacanze rappresentano anche l'occasione giusta per scoprire posti nuovi - ovunque essi si trovino - per sviluppare l'amore per il viaggio, la curiosità e il desiderio di conoscenza per fare un viaggio in un Paese lontano, oppure in una località italiana, nemmeno tanto distante. Ma anche per scoprire ciò che la natura può riservarci di magico: i granchi che si nascondono nelle fessure degli scogli, le lucciole che illuminano il giardino di notte, gli animaletti dei boschi. Non solo: in estate si scoprono anche sapori nuovi, giochi inaspettatamente divertenti, libri da leggere...
  5. Movimento: muoversi, muoversi e mai fermarsi. Mai come in estate possiamo renderci conto di quanta inesauribile energia sia contenuta nell'animo e nel corpo di un bambino.
  6. Riposo: l'estate è anche il momento per riposare. In inverno i tempi del sonno sono scanditi con precisione e spesso dobbiamo fare una fatica immane per alzare i bambini dal letto. In estate non solo possono andare a dormire più tardi ma soprattutto possono riposare e dormire quanto vogliono. E magari riscoprire anche il piacere di un pisolino.
  7. Amicizia: più i bambini crescono e più comprendono ed interiorizzano il concetto dell'amicizia, e l'estate è il momento in cui ci si creano amici nuovi, magari che abitano in un'altra città. E' il momento in cui si trovano a dover mettere da parte timidezza e paure e buttarsi nella mischia per fare nuove amicizie. In fondo basta andare sulla spiaggia per conoscere decine di bambini nuovi di ogni età con cui giocare ininterrottamente fino a sera
  8. Crescita: in estate, durante le vacanze, i bambini hanno uno stacco di crescita evidente. Al ritorno dalle vacanze sono più alti, più forti e sono più maturi.
  9. Famiglia: L'estate significa soprattutto godersi i propri genitori, che durante l'inverno sono sempre molto impegnati. Giocare con mamma e papà, vivere con loro avventure ed esperienze nuove è il significato più bello dell'estate con i bambini.
  10. Fantasia: in estate la sabbia, la terra, i colori, l'erba e molti altri materiali si prestano per mettere a frutto la fantasia in modo originale, nonché a costo zero. E cosa dire dei giochi che i bambini possono inventare quando sono all'aperto?
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-ros-0-0