Home Il bambino Allattamento

Raffreddore in allattamento: cosa fare e come curarlo

di Viola Stellati - 15.12.2022 Scrivici

raffreddore-durante-allattamento
Fonte: shutterstock
Cosa succede e cosa fare se capita di avere il raffreddore in allattamento? Si può allattare o no? Tutto quello che c’è da sapere, cura compresa

In questo articolo

Raffreddore in allattamento

Sfortunatamente può capitare di stare poco bene mentre si allatta il proprio figlio. Quando succede viene quindi spontaneo chiedersi se sia il caso o meno di continuare a farlo. La verità è che il latte materno è un vero toccasana per i bambini, anche quando si ha il raffreddore in allattamento. Scopriamo insieme perché e cosa fare per curarlo.

Ho il raffreddore, posso allattare?

Partiamo dal presupposto che si parla di raffreddore in allattamento, ma anche nella vita quotidiana, quando la febbre non compare o rimane molto bassa. Ciò vuol dire che si registra principalmente la presenza di muco e sintomi da raffreddamento.

Fatta questa premessa, quello che c'è da sapere è che il latte materno, come dimostrato dall'esperto Lönnerdal B, contiene elementi antibatterici e antivirali. Ciò vuol dire che assumendolo il neonato riduce il rischio di contrarre raffreddori e influenza, infezioni delle vie respiratorie e dell'orecchio, nausea e diarrea.

Per questo motivo, è consigliabile continuare a nutrire il bambino con il latte materno anche quando si ha il raffreddore, così come altre malattie più comuni come:

  • influenza;
  • febbre;
  • diarrea;
  • vomito;
  • mastite.

In queste situazioni, quindi, è importante proseguire ad allattare normalmente in quanto il bambino non verrà contagiato attraverso il latte materno; anzi, esso gli passerà gli anticorpi che riducono il rischio che contragga lo stesso virus.

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità e altri enti sanitari, infatti, allattare al seno i propri figli è raccomandabile fino ai primi sei mesi di vita del bambino. In seguito, è bene continuare a nutrirlo con il proprio latte, insieme ad altri alimenti (conosciuti come alimenti complementari), fino ad almeno due anni di età.

Tuttavia, è necessario curarsi quando si ha il raffreddore in allettamento o altre malattie, ma come farlo?

Fermo restando che è sempre opportuno rivolgersi al proprio medico che sarà in grado di monitorare la situazione, molto probabilmente se i sintomi sono importanti vi verranno prescritti o il paracetamolo, o ibuprofene e alcuni antibiotici.

In caso di raffreddore in allattamento, una buona norma è lavarsi sempre le mani prima di prendere in braccio il bambino e prima di allattare in modo da ridurre quanto più possibile il rischio di trasferire germi al nuovo venuto al mondo.

Essere malate e continuare ad allattare può risultare estremamente faticoso. Per questo è necessario curarsi: in primis per la salute del nostro bambino, e poi perché è molto importante stare in forma per prendersene cura.

Risulta fondamentale, quindi, anche rimanere idratate, mangiare quando possibile e rilassarsi: chiedere aiuto a familiari o agli amici per badare al piccolo è assolutamente corretto.

Ricordatevi, infine, di starnutire in un fazzoletto, o nella parte interna del gomito e di lavarvi o sanificarvi sempre le mani dopo aver tossito, starnutito o esservi soffiate il naso.

Quali farmaci si possono assumere durante l’allattamento

Sempre venendo seguiti dal medico di base, con un raffreddore in allattamento oltre al paracetamolo, ibuprofene e alcuni antibiotici, è possibile assumere anche altri farmaci,

Teoricamente sarebbe meglio evitare l'aspirina, ma un recente studio di Datta P e collaboratori ha indicato che prenderla a basse dosi può essere sicuro durante l'allattamento al seno.

Dosi elevate, però, sono state associate a una condizione rara ma grave nei neonati chiamata sindrome di Reye.

È invece sconsigliabile l'uso di antidolorifici più forti con prescrizione medica, come la codeina e il tramadolo. Infine, è bene sapere che le linee guida e le raccomandazioni su questi argomenti sono in continuo aggiornamento. Per questo motivo, in caso di raffreddore in allattamento è sempre meglio rivolgersi al proprio medico o a un farmacista.

gpt inread-altre-0
Continua a leggere

Approfondimenti