Home Il bambino Allattamento

Patologia della mammella in allattamento

di Ines Delio - 12.03.2024 Scrivici

patologia-della-mammella-in-allattamento
Fonte: shutterstock
Avere una patologia della mammella in allattamento può comportare diverse problematiche, tra cui una sospensione precoce della lattazione

In questo articolo

Patologia della mammella in allattamento

Allattare al seno è da sempre un gesto naturale, che apporta numerosi benefici non solo alla salute dei bambini, ma a quella delle madri stesse. Una patologia della mammella in allattamento rischia, però, di influenzare la maternità a volte anche in modo serio, per esempio favorendo una sospensione precoce della lattazione, aumentando la difficoltà di relazione con il neonato e l'insorgenza della depressione post partum. Ecco cosa sapere.

Il seno della donna durante la gravidanza e l'allattamento

Stando a quanto spiega uno studio del 2013, pubblicato su National Library Medicine, il seno inizia a cambiare sotto l'influenza di estrogeni, progesterone e prolattina a partire dalla metà del primo trimestre di gravidanza. In particolare, sotto l'influenza degli estrogeni i vasi sanguigni mostrano una crescita notevole e i lobuli della ghiandola mammaria proliferano. Durante il secondo e il terzo periodo di gravidanza, la proliferazione dei lobuli e la diminuzione del substrato del fibrolipoma diventano più evidenti. Sotto l'influenza degli ormoni prolattina e ossitocina (secreti dall'ipofisi posteriore), durante le ultime fasi della gravidanza, le cellule alveolari producono il colostro, ossia il primo latte di colore giallo sieroso e ricco di anticorpi, assorbendo i nutrienti dal sangue. Successivamente, si producono il latte di transizione, o intermedio, più ricco di grassi ma con un più basso contenuto di proteine e di sali minerali, mentre verso il 15° giorno dal parto, inizia la produzione di latte maturo, con un maggiore apporto proteico e di sali minerali per soddisfare ale aumentate esigenze nutrizionali del neonato.

Intanto, succede che ne periodo dell'allattamento, a causa della drastica riduzione del progesterone, i livelli di prolattina aumentano. Per produrre il latte materno, che viene costantemente generato durante il periodo di allattamento, è necessario che una certa quantità di ossitocina proveniente dall'ipofisi posteriore venga secreta dallo stimolo che proviene dalla suzione. Sono necessari tre mesi dopo l'interruzione dell'allattamento per tornare allo stato pregravidico, e durante questo processo si rileva una marcata atrofia dei lobuli.

Questi cambiamenti fisiologici possono, quindi, ostacolare l'interpretazione di esami e mammografie. È, comunque, importante notare che la maggior parte delle lesioni mammarie diagnosticate durante la gravidanza e l'allattamento sono benigne: tuttavia, è molto difficile distinguere il tumore dalla mammella in questo periodo, poiché, durante la gravidanza, il seno continua a crescere e a essere sodo e nodulare, quindi una massa tumorale potrebbe apparire come tessuto normale. Inoltre, con l'aumento delle dimensioni del seno, la massa tumorale può essere localizzata più in profondità, rendendo più difficile l'identificazione attraverso la palpazione.

Le più comuni patologie della mammella in allattamento

I problemi al seno causati dall'allattamento sono la ragione più comune per cui le madri smettono di allattare, e si verificano con una prevalenza fino al 50% nelle donne che allattano. Questi comprendono principalmente:

  • problemi ai capezzoli, come abrasioni, screpolature e ulcerazioni
  • stasi lattea
  • mastite puerperale
  • ascessi

Alcune di queste patologie sono legate a circostanze fisiologiche e limitano, soprattutto nelle prime settimane post-partum, la durata del periodo di allattamento, anche se possono verificarsi durante tutto il periodo. Le lesioni ai capezzoli possono essere causate dal fatto che il bambino non è attaccato correttamente al seno. Il dolore può portare a una rimozione inefficace del latte, la cui conseguenza può essere la stasi del latte. Altre ragioni della stasi del latte possono essere tecniche di allattamento insufficienti, ad esempio il mancato svuotamento di tutti e quattro i quadranti della mammella, e sessioni di allattamento troppo brevi o troppo rare. Un'ulteriore pressione sui singoli dotti lattiferi può portare all'ostruzione dei dotti lattiferi prossimali. Questo può essere causato dalla pressione sul seno (per esempio, dovuta a un reggiseno stretto o alla cintura di sicurezza dell'auto).

Patologia della mammella e promozione dell'allattamento al seno

Come detto, una delle prime cause di sospensione dell'allattamento è il dolore e il non riconoscimento e trattamento della patologia della mammella.

Stando a quanto spiegano i medici dell'Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani (AOGOI), l'allattamento è "un tema di valore globale per la salute della donna, del bambino e una risorsa per la famiglia, la società e per l'ambiente. Il suo ruolo centrale si declina nel condizionare fin dalle prime ore di vita la salute del bambino allattato, arrivando anche, per il suo importante ruolo epigenetico (prevenzione sindrome metabolica), ad influenzare la salute nell'età adulta".

Per questi motivi, la promozione dell'allattamento al seno è oggi considerata come una vera e propria attività di prevenzione, entrando di diritto tra gli obiettivi previsti dal Piano Nazionale della Prevenzione (PNP) 2020-2025, che mira al raggiungimento degli obiettivi dell'agenda 2030 delle Nazioni Unite. Per sostenere l'allattamento al seno è necessario, però, conoscere la fisiologia e la patologia della mammella in allattamento. L'obiettivo che si prefiggono i medico specialisti in ginecologia ed ostetricia è quindi quello di preservare la salute della donna nel percorso perinatale, diagnosticando e trattando patologie anche severe come l'ascesso.

FONTI

Breast diseases during pregnancy and lactation

Inflammatory Breast Diseases during Lactation: Milk Stasis, Puerperal Mastitis, Abscesses of the Breast, and Malignant Tumors – Current and Evidence-Based Strategies for Diagnosis and Therapy

gpt inread-altre-0

Articoli correlati

Ultimi articoli