Home Il bambino Allattamento

Quando dare il latte anticolica ai neonati e come sceglierlo

di Elena Berti - 18.02.2022 Scrivici

latte-anticolica-per-neonato
Fonte: shutterstock
Latte anticolica per neonato: quale dare, in polvere o liquido, quando darlo e con che modalità, se funziona oppure no.

Latte anticolica per neonato

La nascita di un bambino porta con sé tante novità: un neonato è una personcina tutta nuova e anche se si hanno altri figli non è detto che si riesca subito a interpretare ogni richiesta. Le coliche, poi, mandano spesso in crisi mamma e papà perché si accompagnano a pianto, sofferenza, insonnia… Il latte anticolica per neonato può essere la soluzione?

In questo articolo

Cosa sono le coliche

Le coliche gassose del neonato sono episodi dolorosi che portano il piccolo a contrarre i muscoli addominali, le gambe, a emettere gas per liberarsi e che spesso sono accompagnate da un pianto disperato che non si calma con niente. Le cause sono di diverso tipo, per esempio il bebè ingurgita troppa aria quando poppa (e per questo, se allattato col biberon, potrebbe essere utile un modello anti-coliche), la mamma mangia cibi che possono irritare l'intestino oppure il latte in formula scelto non è quello giusto. 

Cos’è il latte anticolica

Chi allatta col biberon usando latte artificiale e ha un bambino che soffre di coliche avrà sicuramente valutato l'ipotesi di passare a uno speciale latte anticolica. Se è il vostro caso e non l'avete ancora fatto, vediamo insieme perché potreste provare. 

Si tratta di un latte artificiale che solitamente risulta più digeribile, ha un contenuto di lattosio più basso e proteine in parte predigerite. Contiene inoltre prebiotici, che aiutano il funzionamento dell'intestino, ed è ricco di grassi. 

Latte anticolica: in polvere o liquido

Se volete provare il latte anticolica vi starete chiedendo se sia meglio liquido o in polvere. In realtà si tratta spesso di una questione di comodità: se già utilizzate il latte in formula, avrete magari una preferenza su una delle due composizioni in base alle vostre abitudini. Non fa differenza dal punto di vista dell'efficacia, quindi scegliete quello che vi risulta più comodo quanto a preparazione e conservazione. Ricordandovi comunque che il latte artificiale non va mai riscaldato una seconda volta!

Il latte anticolica funziona?

Una delle domande principali che si pongono però i genitori che hanno figli che soffrono di coliche è: il latte anticolica funziona? Partendo dal principio che molti medici ed esperti sostengono che spesso vengono chiamati coliche anche episodi che non hanno a che fare col mal di pancia, sicuramente provare il latte anticolica non è controindicato.

Seguite il consiglio del pediatra, se si tratta effettivamente di mal di pancia - che sia dovuto a problemi di digestione, stitichezza o ancora stress - le probabilità che risolva o almeno dia sollievo sono elevate. 

Nel caso in cui il pianto, per lo più serale, sia scambiato per coliche ma in realtà sia dovuto ad altri motivi (stanchezza, dolore, irrequietezza…) probabilmente non vedrete miglioramenti. In quel caso saprete che il problema non è dovuto al mal di pancia e va trattato diversamente. 

Il latte anticolica non è un medicinale, ma è sempre meglio parlare col proprio medico prima di somministrarlo di testa propria. Il pediatra saprà consigliarvi la formula e la marca più adatta anche in base alla sintomatologia di vostro figlio, magari in combinazione con l'uso di un biberon anticolica che potrebbe ulteriormente aiutare il bambino a stare meglio. 

Se vostro figlio soffre di coliche o ne avete il sospetto, il latte anticolica può essere un ottimo alleato. Prima di acquistarlo chiedete consiglio al pediatra, e usatelo per un po' di tempo per capire se effettivamente ha benefici sulla salute del bambino. 

gpt inread-altre-0

articoli correlati