gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-bambino-0
1 5

Dispositivo per l'allattamento supplementare

/pictures/2018/09/02/dispositivo-per-l-allattamento-supplementare-2967502544[984]x[410]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-bambino

Il dispositivo allattamento supplementare permette alla mamma di dare un'aggiunta di latte materno senza usare i capezzoli artificiali

Dispositivo allattamento supplementare

Il dispositivo per l'allattamento supplementare, chiamato anche Das, è uno strumento che consente alla mamma che allatta di somministrare al neonato un'aggiunta di latte materno che è stato precedentemente tirato, ma anche latte formulato oppure acqua e glucosio con l'aggiunta di colostro senza dover utilizzare i capezzoli artificiali.

Viene considerato in molti casi un vero e proprio dispositivo salva-allattamento perché permette al bambino di essere nutrito con il latte materno e alla mamma di stimolare la produzione di latte grazie all'atto di suzione dei capezzoli da parte del neonato.

Vediamo come si usa il dispositivo per l'allattamento supplementare, quali sono le marche di Das più utilizzate dalle neomamme e come poter crearne uno in casa.

gpt native-middle-foglia-bambino

Das allattamento come si usa

Come spiega il dottor Jack Newman, il Das, nella maggior parte dei casi, è composto da un contenitore per l'aggiunta, una bottiglietta o un biberon con un foro grande nella tettarella dalla quale fuoriesce un tubo lungo e sottile. Può essere utilizzato in due modi:

  1. Il bambino può essere attaccato prima alla mammella e poi si introduce il tubo facendolo scivolare nella bocca al momento opportuno. Se si presterà attenzione ad attaccare correttamente il bambino si farà a meno dell'aggiunta in breve tempo. La mammella si scosta delicatamente in maniera da vedere la bocca del bambino, poi il tubo si introduce al lato della bocca, tenendolo con il pollice e l'indice, in modo che entri verso la gola ma nel tempo stesso puntandolo in alto, verso il palato. E' collocato correttamente quando si vede un flusso rapido transitare dal contenitore verso la bocca del bambino. In genere non è necessario riempire di latte il tubo prima di introdurlo nella bocca.
  2. In alternativa si può attaccare il bambino alla mammella dopo aver collocato il dispositivo, facendolo scorrere lungo la mammella e il capezzolo. Una corretta tecnica di suzione facilita l'uso del dispositivo. Inoltre, quanto migliore sarà la tecnica di suzione, tanto più rapidamente il bambino riuscirà a fare a meno del Das. Quindi, sia il posizionamento sia una corretta tecnica di suzione sono molto importanti. Se la madre lo desidera, il tubo può essere fissato alla mammella con un cerotto.

Altre indicazioni d'uso:

  • Il tubo non deve arrivare alla fine del capezzolo e, per funzionare correttamente, basta che oltrepassi le gengive del bambino. Sembra funzionare meglio se è sistemato nell’angolo della bocca del bambino ed entra direttamente nella sua bocca sopra la lingua.
  • Può essere utile tenere fermo il tubicino con un dito se si nota che il bambino lo spinge fuori con la lingua.
  • La bottiglietta o il biberon con l'aggiunta non dovrebbe essere collocato più alto della testa del bambino. Se il dispositivo funziona solo se lo si tiene più alto della testa, c'è qualcosa che non va.
  • In assenza di altre indicazioni da parte di una persona competente, il dispositivo va usato ad ogni poppata.
  • Non tagliare la punta del tubo.
  • Quando il dispositivo funziona bene il bambino impiega 15-20 minuti, spesso anche meno, per bere 30 g di aggiunta. Se impiega più tempo probabilmente il bambino non è attaccato in modo corretto oppure il dispositivo non è stato collocato bene.

La pulizia del dispositivo

Non bollire il tubo. Dopo l'uso del dispositivo, lavare la bottiglietta o biberon e tettarella. Il tubo va svuotato e sciacquato con acqua calda e poi si lascia asciugare. Dopo circa una settimana i tubi generalmente diventano rigidi e non sono più idonei all'uso.

Posizioni migliori per l'allattamento al seno

Dispositivo allattamento supplementare opinioni

Secondo gli esperti il Das è meglio dell'uso di una siringa, una tazza, la tecnica "al dito" o qualunque altro metodo, perché il bambino è attaccato al seno e sta poppando.

Ashley Pickett, consulente per l'allattamento al seno, elenca alcuni benefici dell'utilizzo del dispositivo per l'allattamento supplementare:

  • Il Das fa ridurre la possibilità che si debba passare al biberon;
  • Il bambino prende tutto il latte di cui ha bisogno;
  • Il Das permette al bambino di attaccarsi al seno e di stimolare l'offerta di latte materno;
  • Il Das permette di preservare gli aspetti “fisici” legati all'allattamento come sviluppo del palato, architettura delle vie aeree e della mascella etc...

Das Medela opinioni

Si trovano in commercio diversi tipi di dispositivi per l'allattamento supplementare e uno dei più utilizzati è certamente quello Medela. Sul sito si legge che il dispositivo è utile perché può essere utilizzato da madri che hanno una scarsa produzione di latte o temono di averla, inoltre aiuta a stimolare la produzione di latte grazie alla suzione diretta al seno, è utile quando è necessaria un'integrazione al latte materno e infine allena il bambino a una suzione corretta.

Dispositivo allattamento supplementare fai da te

Nel suo libro "Bebè a costo zero. Guida al consumo critico per neo mamme e futuri genitori", Giorgia Crozza consiglia di costruire un Das casalingo utilizzando un contenitore cilindrico che si appende al collo della mamma dal quale fuoriescono due sottili tubicini che vanno fissati al seno all'altezza dell'areola con dei cerotti ipoallergenici. Occorrono:

  • un biberon a cui tagliare la tettarella,
  • due tubicini da flebo,
  • un cordoncino per appenderlo al collo
  • eventualmente dei cerotti per attaccare i tubicini.
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0