Home Il bambino Allattamento

Allattamento e ciclo mestruale, informazioni utili

di Barbara Leone - 10.01.2022 Scrivici

allattamento-e-mestruazioni
Fonte: shutterstock
Come funziona l'allattamento e il ciclo mestruale dopo il parto? Tutto su allattamento e mestruazioni

Allattamento e mestruazioni

Dopo il parto il corpo fmeminile ha bisogno del giusto tempo per poter tornare ai suoi normali ritmi, compreso quello che regola il ciclo mestruale e l'ovulazione. Ma si può allattare durante le mestruazioni? E in che modo questi due elementi sono legati a doppio filo nella fase del puerperio?

In questo articolo

Allattamento e mestruazioni quando

In genere il ciclo mestruale torna dopo circa 40 giorni dal parto. Nelle donne che allattano al seno, invece, il ritorno del ciclo mestruale può tardare di parecchi mesi. Questo perché la prolattina, l'ormone che produce il latte materno, può inibire il ritorno delle mestruazioni. Ci sono donne che hanno il ciclo soltanto dopo la fine dell'allattamento. Ed in alcuni casi può tornare anche dopo 9/12 mesi.

Anche se il ciclo non compare, non significa che non possa avvenire l'ovulazione. Per questo è importante che una donna prenda precauzioni, in caso di rapporti sessuali, se non vuole rischiare di avere subito una nuova gravidanza.

Allattamento e mestruazioni dopo parto

Il primo ciclo mestruale dopo il parto, che avvenga dopo 2 mesi o dopo 10 mesi, si chiama capoparto. Nelle donne che allattano, può arrivare dopo circa 40 giorni dalla fine dell'allattamento, ma potrebbe anche avvenire mentre si sta ancora allattando. Questo non significa che una donna debba smettere di allattare. Si può continuare ad allattare il proprio figlio al seno anche se si hanno le mestruazioni. Al massimo si può notare un leggero calo di latte, soprattutto durante i giorni delle mestruazioni.

Dopo il ritorno del ciclo, non sempre le mestruazioni tornano ad essere regolari, come magari accadeva prima della gravidanza. Spesso ci possono essere cicli più corti o più lunghi. Ed anche mestruazioni  più abbondanti e dolorose. Ci vuole un po' di tempo perché il ciclo si regolarizzi.

Se invece dopo il capoparto ed alcuni mesi di ciclo, più o meno regolare, si notano dei cambiamenti notevoli ed il ciclo tarda a tornare, a questo punto è opportuno consultare un ginecologo.

Potrebbe essere il sintomo di una nuova gravidanza oppure il segnale che c'è qualcosa che non va. O magari semplicemente il proprio organismo non si è ancora riabituato. Il ciclo mestruale può saltare per moltissimi motivi, quindi consultando il ginecologo  e sottoponendosi ad una visita di controllo si riuscirà a determinare la causa e a trovare la soluzione adatta per tornare alla normalità. E se invece, il ritardo del ciclo è causato da una nuova gravidanza, allora tanti auguri!

Chi allatta non ha il ciclo?

Secondo i dati, la maggior parte delle donne che allattano al seno in maniera esclusiva non hanno il ciclo per circa 3-6 mesi. Gli esperti la chiamano "amenorrea lattazionale", ma perché accade? L'allattamento esclusivo al seno inibisce la produzione di quegli ormoni che stimolano l'organismo della donna a riavviare il normale ciclo mestruale.

Domande e risposte

Quando si allatta si perde sangue?

L'allattamento stimola la lochiazione, cioè la perdita di rivestimento uterino. Le perdite di sangue in questo caso, non sono mestruazioni ma lochi ed è un fenomeno del tutto fisiologico. Mediamente le lochiazioni durano circa 40 giorni dal momento del parto, ma l'allattamento, grazie all'azione dell'ossitocina, ne riduce la durata a pochi giorni.  

Come si capisce se sta arrivando il Capoparto?

Il capoparto è il primo ciclo mestruale dopo il parto, ma se si allatta la ripresa delle mestruazioni può essere molto in là nel tempo. L'allattamento esclusivo inibisce il rilascio degli ormoni che inducono il corpo a iniziare i preparativi per una nuova gravidanza. Gli alti livelli di prolattina dovuti all’allattamento esclusivo al seno impediscono agli ormoni del ciclo mestruale di variare e quindi non avviene l’ovulazione e non riprende la fertilità.

gpt inread-altre-0
Continua a leggere

articoli correlati