gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-bambino-0
1 5

Allattamento al seno e lavoro: suggerimenti per conciliarli

/pictures/2018/08/23/allattamento-al-seno-e-lavoro-suggerimenti-per-conciliarli-1033366643[2654]x[1104]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

L'allattamento al seno ha molti, enormi vantaggi per la mamma e per il neonato. Purtroppo, però, l'esigenza di tornare a lavorare fuori casa a poche settimane dal parto può costituire un grosso ostacolo in questo senso. Ecco alcuni consigli su come dividersi tra allattamento e lavoro

Come dividersi tra allattamento e lavoro

L'allattamento al seno ha molti, enormi vantaggi per la mamma e per il neonato. Purtroppo, però, l'esigenza di tornare a lavorare fuori casa a poche settimane dal parto può costituire un grosso ostacolo in questo senso. Ecco alcuni consigli per potervi dividere tra lavoro e allattamento.

Allattamento, domande e risposte
  • Ottenere il sostegno del capo e dei collaboratori

Parlate chiaro con il vostro capo e i vostri collaboratori e spiegate le vostre esigenze cercando il compromesso e la mediazione. L'allattamento al seno dà dei benefici oggettivi al neonato, che sarà meno soggetto alle malattie e quindi meno bisognoso della vostra assistenza; il risultato sarà che il vostro capo non dovrà cercare un rimpiazzo mentre i colleghi non dovranno sostituirvi poiché le vostre assenze saranno limitate al minimo

  • Conservare il vostro latte

Nel caso non riusciste a presenziare a tutte le poppate, potete organizzarvi tirandovi il latte e conservandolo in frigo o in freezer, incaricando qualcuno di nutrire il piccolo col biberon in vostra assenza. Il latte materno si conserva in frigorifero per settantadue ore al massimo, in freezer fino a sei mesi, ma tenete conto che la qualità del latte cambia man mano che il bambino cresce, per cui, per essere sicure che le calorie del latte congelato corrispondano al fabbisogno del vostro bambino, mettetene da parte non più di 12 sacche da 120 grammi, usandole a rotazione ogni 4 settimane e consumando prima il latte più vecchio. (Fonte: Il linguaggio segreto dei neonati di Tracy Hogg.

  • Programmare le poppate

Se ogni tanto si perde una poppata a causa di una riunione che si prolunga o di un impegno lavorativo imprevisto, non succede nulla. Ma se invece le sessioni di allattamento vengono puntualmente saltate, questo potrebbe ostacolare la produzione di latte e avviare anzitempo il processo di svezzamento. Allattate quindi ogni volta che vi è possibile, offrendovi piuttosto di recuperare le ore la sera o nei fine settimana

  • Trovare un ambiente pulito e riservato sul posto di lavoro

Una possibile soluzione da proporre al vostro capo e ai vostri colleghi è quella di farvi portare il bambino sul posto di lavoro all'ora della poppata. Incoraggiate le persone che lavorano con voi a pensare fuori dagli schemi, e organizzatevi per poter usufruire di un ambiente tutto vostro per il tempo necessario alla poppata: può essere uno dei bagni, uno sgabuzzino, un ufficio in disuso, dove potrete lasciare tutto l'occorrente per questi mesi.

  • Scegliere un nido vicino al posto di lavoro

Un'altra valida alternativa è sistemare il bambino in un posto molto vicino al vostro luogo di lavoro; informatevi se ci sono asili nido nelle vicinanze, oppure cercate una baby sitter in zona, in modo da potervi muovere voi assentandovi per il minor tempo possibile.

  • Proporre soluzioni alternative

Lavorare da casa in telelavoro sta diventando una pratica sempre più comune nei nostri tempi. Fate delle proposte in questo senso ai vostri superiori, proponendo ad esempio di lavorare da casa solo uno o due giorni alla settimana e offrendovi di fare un periodo di prova in questo modo; dimostrate che lavorando la casa siete molto più produttive e al tempo stesso più soddisfatte e motivate. Durante l'orario prestabilito, siate sempre reperibili al telefono o in videoconferenza.

  • Pensare positivo

Non dimenticate mai che quello che state facendo non è per nulla semplice, anzi, è straordinario, un vero e proprio numero da giocoliere. Abbiate fiducia in voi stesse e nel fatto che, come sempre, i primi tempi saranno i più duri, ma più avanti potrete contare su una routine consolidata e un'organizzazione più puntuale della vostra giornata. Ricordate a voi stesse la motivazione che vi spinge a prendere un impegno di tale portata e ignorate eventuali commenti negativi.

Fonte:
pregnancyandbaby.sheknows.com
 

gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0