Nostrofiglio.it
1 5

Abbigliamento ed accessori per l’allattamento

/pictures/2017/07/06/abbigliamento-ed-accessori-per-l-allattamento-73587607[969]x[403]780x325.jpeg Shutterstock
gpt
Abiti, reggiseni e cuscini: una selezione degli accessori ed abbigliamento per l'allattamento da comprare online

Accessori ed abbigliamento per l'allattamento

Non è sempre semplice riuscire ad allattare perché a volte può essere difficile trovare una posizione giusta e comoda sia per le mamme. Non solo. Anche gli abiti non sono sempre funzionali. Per fortuna c’è chi ha pensato anche a questo disegnando abiti ed accessori su misura che possono aiutare le neomamme ad allattare. Vediamo dove comprare accessori e abbigliamento per l'allattamento e quali sono gli oggetti che possono rivelarsi preziosi alleati.

gpt

Reggiseno allattamento

I reggiseni per allattare al seno non sono dei reggiseni qualsiasi: sono dotati di una doppia bretellina che si può facilmente sganciare e liberare il seno quando si deve attaccare il bambino. Si tratta quindi di un accessorio indispensabile e molto pratico per le mamme che allattano. Non dovete immaginare dei reggiseni anonimi e basici, tutt'altro: anche i reggiseni per allattamento possono essere in pizzo, colorati e molto femminili.

Il più venduto su Amazon: HBselect 3 PCS Reggiseno Allattamento

Quello che ho usato io: AMOURRI Reggiseno

Ho scelto questo modello perché durante la gravidanza mi creava disagio il classico reggiseno troppo stretto sotto il seno, invece questo modello è morbido confortevole e senza troppe cuciture. E' elastico, si indossa con una sola mano, ha bretelle regolabili, chiusura con gancio e coppie removibili.

PRO: sembra di non averlo, non stringe e al tempo stesso comunque sostiene il seno. Anche le recensioni dei clienti Amazon confermano che si tratta di un reggiseno in microfibra molto comodo per allattare.

CONTRO: qualcuno non ha trovato comoda la coppetta interna per allattare.

Allattamento misto, perché sceglierlo e come iniziare

Cuscini allattamento

I cuscini per allattare sono un altro accessorio che può rivelarsi un vero alleato: già dagli ultimi mesi di gravidanza il cuscino può aiutare a dormire più comodamente e dopo il parto permette di sistemare il neonato in modo corretto per attaccarlo al seno.

Il più venduto: Koala Babycare®

Quello che ho usato io: Niimo Cuscino Allattamento

Questo cuscino è stato davvero indispensabile per me sin dalle ultime settimane di gravidanza: si apre a mezza luna o si allunga in diverse posizioni e ho potuto dormire più comodamente alleviando dolori alla schiena e il peso del pancione. Dopo il parto l'ho usato per trovare la posizione più comoda per allattare il bambino, soprattutto di notte.

PRO: le recensioni positive sono state una delle ragioni che mi hanno convinto all'epoca a comprare il cuscino è più lungo e comodo di altri modelli, è morbido al punto giusto ed è ottimo sia per la schiena, che per la cervicale che da mettere in mezzo alle gambe se si dorme su un fianco.

CONTRO: secondo me non ci sono grandi difetti e non emergono problemi nemmeno nelle recensioni.

Tiralatte

Quando si deve tornare a lavoro o semplicemente se si desidera conservare il latte per avere la possibilità di far nutrire il bambino dal papà o dalla nonna, il tiralatte diventa indispensabile.

Il più venduto: PiAEK Tiralatte Manuale

Quello che ho usato io: Momcozy

Quando ho dovuto scegliere un tiralatte ho preferito optare per uno elettrico e questo Momcozy è stata la scelta giusta perché è silenziosissimo, leggero, quindi non si fa fatica ad usarlo, e soprattutto ha delle opzioni che lo rendono super tecnologico. Inizia con un leggero massaggio al capezzolo per poi iniziare a tirare il latte senza dare fastidio. Ha 16 livelli di pompaggio.

PRO: le recensioni molo positive e segnalano che si tratta di un prodotto meno “blasonato e di marca” ma estremamente efficace e conveniente.

CONTRO: non ci sono difetti.

Come usare il tiralatte

Usare il tiralatte può non essere immediato: bisogna fare pratica, non avere fretta e non preoccuparsi e all'inizio si riesce ad estrarre una piccola quantità di latte. Per tirare il latte nel modo giusto devi:

  • lavarti bene le mani;
  • trovare una posizione comoda e avere a portata di mano dei vasetti dove conservare il latte;
  • preparare il capezzolo con un leggero massaggio;
  • utilizzare la massima potenza che riesci a sopportare per estrarre la stessa quantità di latte che estrarrebbe il bambino;
  • decidere in autonomia quante sedute di estrazione e quanto lunghe debbano essere.

Puoi conservare il latte in frigorifero al massimo per 48 ore e in freezer per tre mesi.

Abbigliamento allattamento

Subito dopo il parto possiamo continuare ad usare le t-shirt e gli abiti comodi che abbiamo indossato in gravidanza, l'importante è che permettano un allattamento facile e immediato. Le maglie e i vestiti, quindi, dovrebbero avere la possibilità di aprire la zona del seno (per esempio grazie a dei gancetti) per poter attaccare il bambino.

Abito Happy Mama

Zeta Ville - Felpa 2in1

Consigli per neomamme

Per riuscire ad allattare al seno in modo sereno ed efficace ci vuole molta pazienza  e un po' di pratica: il bimbo deve attaccarsi bene al seno, la mamma deve trovare la posizione più adatta alle proprie esigenze e deve capire quali sono gli orari e le esigenze di nutrimento del bebè.

Tiralatte, paracapezzoli, reggiseni per allattamento, cuscini ed altri oggetti possono, quindi diventare ottimi alleati per far sì che l'allattamento inizi al meglio e prosegua senza particolari problemi.

Contenuto sponsorizzato: PianetaMamma  presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina,  PianetaMamma  potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati

 

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt