Home Gravidanza Prepararsi al parto

Sindrome del nido in gravidanza, cos’è e quando compare

di Simona Bianchi - 13.03.2024 Scrivici

sindrome-del-nido-in-gravidanza-cos-e-e-quando-compare
Fonte: shutterstock
La sindrome del nido in gravidanza è il desiderio inarrestabile di preparare la casa all’arrivo del figlio. Cosa fare, come e quando compare

In questo articolo

Cos’è la sindrome del nido in gravidanza

La sindrome del nido in gravidanza è un inspiegabile desiderio di pulire e organizzare tutta la casa per l'arrivo del neonato. Questa voglia è indicata con il termine nidificazione. Secondo l'opinione comune, l'istinto di nidificazione sarebbe più forte nelle settimane in cui si avvicina il momento del parto e indicherebbe che il travaglio sta per iniziare. Questo istinto di preparazione alla nascita non viene sperimentato da tutte le donne incinte. Sarebbe simile al bisogno di pulire e organizzare la casa che si avverte durante la primavera e che ha dato il nome alle "pulizie di primavera". Alcuni ipotizzano che quest'ultimo sia innescato dall'essere rinchiusi tutto l'inverno e dal desiderio di qualcosa di nuovo. Altri credono che il desiderio di uscire porti alcune donne a organizzare la casa, in modo da essere libere di godersi la vita all'aria aperta. Se il bambino arriverà in tarda primavera o in estate, la sindrome del nido potrebbe essere intensificata. I sentimenti di nidificazione durante la gravidanza potrebbero essere innescati da:

  • Noia e frustrazione per essere ancora incinta
  • Riconoscere che la cura del bambino richiederà molto tempo ed energie e che desideri che tutto sia pronto prima dell'arrivo del bambino
  • Eccitazione e desiderio che tutto sia perfetto

Quando compare la sindrome del nido in gravidanza

La sindrome del nido in gravidanza può comparire in qualsiasi momento. Come detto, molti collegano la sua comparsa alle ultime settimane di gravidanza e un fattore aggiuntivo potrebbe essere la primavera. Anche le ferie o qualche altro giorno di festa può far innescare il desiderio di preparare tutta la casa ad accogliere il bebè nel miglior modo possibile. Se non si sviluppa questo desiderio di nidificazione non c'è nulla di cui preoccuparsi, anzi si potrebbe passare questa incombenza al proprio partner.

I segnali della sindrome del nido in gravidanza

Un segnale della sindrome del nido in gravidanza è, per esempio, svegliarsi con una particolare energia e voglia di fare nonostante le nausee, i fastidi della gestazione e il peso della gravidanza.

La futura mamma quindi inizia a pulire e a rivoluzionare tutta la casa. Soprattutto nelle ultime settimane prima del parto può nascere questo bisogno che ha origine dall'istinto materno. Il nesting è infatto considerato un effetto preparatorio alla nascita che riguarda la maggior parte delle donne incente. Le future mammme hanno l'impulso di pulire a fondo tutte le stanze, ordinare gli spazi e sistemare le camere che andranno ad accogliere il bambino.

Consigli su cosa fare durante la sindrome del nido in gravidanza

La sindrome del nido in gravidanza non è dannosa per la neomamma o per il bambino ma ci sono delle precauzioni da prendere:

  • evitare di sollevare oggetti pesanti
  • Lasciar salire qualcun altro su una scala o delegare ad altri compiti che possono comportare cadute o sforzi eccessivi
  • Evitare di usare detergenti chimici come la candeggina o le soluzioni per pulire il forno. Se usato da alti è comunque opportuno far arieggiare a avere una buona ventilazione nella stanza per fare in modo che la donna incinta non respiri sostanze nocive
  • Non stancarsi
  • Riposare il più possibile e risparmiare le energie per il parto anche in vista del doversi prendere cura del bambino quando arriva.

Bisogna sempre ricordarsi che la cosa migliore da fare quando si avverte il bisogno di nidificare è quella di delegare o lasciarsi aiutare, soprattutto nelle attività più complesse e stancanti. Il partner può benissimo farsi carico dei compiti più pesanti sotto l'attenta supervisione della futura mamma così da fare in modo che quest'ultima preservi la sua salute e le sue forze ed evitando che uno sforzo eccessivo, un impatto o un brusco movimento compromettano la gravidanza.

gpt inread-gravidanza-0

Articoli correlati

Ultimi articoli