Home Gravidanza Cosa mangiare in gravidanza

Cosa mangiare per sopportare il caldo in gravidanza

di Elena Berti - 14.06.2022 Scrivici

dieta-contro-il-caldo-in-gravidanza
Fonte: shutterstock
Dieta contro il caldo in gravidanza: alimenti da privilegiare per non soffrire il caldo in estate, cosa evitare per tenere lontana l'afa

Dieta contro il caldo in gravidanza

La stagione calda può essere un vero problema per chi soffre di pressione bassa, per chi ha problemi di peso e per soffre di anemia, ma anche per le donne incinte, a prescindere dal periodo gestazionale. Ecco perché potrebbe essere utile una dieta contro il caldo in gravidanza.

In questo articolo

Una dieta contro il caldo il gravidanza può aiutare?

Il caldo può essere davvero fastidioso: mancano le forze, si suda in maniera spropositata, si rischia lo svenimento e le gambe gonfiano fino a diventare di marmo. Se le avete provate tutte, dai massaggi alle camminate, dai prodotti effetto freddo ai ventilatori portatili, potrebbe provare una dieta contro il caldo in gravidanza: scegliere gli alimenti giusti, infatti, può fare davvero la differenza per combattere l'afa estiva e per avere le energie giuste per affrontare il caldo. 

Cosa non mangiare in estate durante la gravidanza

Iniziamo da tutti quei cibi che, anziché aiutarvi a gestire il caldo durante i mesi estivi della vostra gravidanza, potrebbero peggiorare la situazione. Consumandoli, infatti, sentireste con molta probabilità ancora più caldo, senza aver nessun beneficio per quanto riguarda invece l'energia. 

Tra questi alimenti ci sono sicuramente i salumi e i formaggi, ma anche tutti i cibi ricchi di sale: niente aperitivi a base di patatine e salatini, quindi, se volete andare a dormire con le gambe sgonfie. Il sale, infatti, interferisce con la circolazione dei liquidi, ed è da evitare. 

Allo stesso modo, sappiate che col caldo il consumo di calorie dell'organismo diminuisce, perché impegnato a mantenere la temperatura corporea: per questo meglio evitare fritti e cibi elaborati, ci mettereste molto di più a digerirli e la sensazione di pesantezza sarebbe insopportabile. Lo stesso vale, per esempio, per le carni rosse, anche loro più difficili da digerire. Il piccante, poi, aumenta la sensazione di calore, quindi è da evitare.

Cibi che combattono il caldo in gravidanza

La regola d'oro per combattere il caldo in gravidanza è idratarsi il più possibile: bere almeno due litri di acqua al giorno (sconsigliate le bevande zuccherate perché aumentano la diuresi e disidratano) e mangiare cibi che contengano molta acqua: cetrioli, zucchine, pomodori, insalata di ogni tipo, sedano, finocchi, anguria, melone. 

Se volete aiutare la circolazione quindi ridurre la sensazione di gonfiore e la ritenzione idrica, mangiate frutti di bosco e prugne, che sono alleati perché migliorano il tono e l'elasticità del sistema venoso. Per contrastare le gambe "dure" ed eventuali crampi, puntate su cibi ricchi di potassio come la frutta essiccata, banane, sardine, patate, e su quelli ricchi di magnesio come la frutta secca. 

Idratarsi resta comunque il passo principale per evitare di soffrire troppo il caldo, così come mangiare leggero, consumare molta verdura, preferire spuntini a base di frutta (come frutti di bosco e anguria). Evitate l'acqua troppo fredda, perché a volte causa mal di testa. Il gelato è ammesso, e rappresenta anzi un buon modo per rinfrescarsi durante i pomeriggi di calura. 

È meglio inoltre indossare abiti in tessuti naturali, come cotone e lino, portare scarpe comode che aiutino una postura corretta e non affatichino gambe e caviglie, e a fine giornata può essere d'aiuto fare un bel massaggio, magari aiutandosi con un rullo, per riattivare la circolazione. Prima di dormire, evitate di mangiare pesante: no a cibi piccanti, cucine esotiche e piatti elaborati, meglio puntare a un'insalatona o a un piatto di pasta condita in maniera semplice. 

Il caldo in gravidanza può essere davvero invalidante, a prescindere dalle settimane di gestazione, ma seguire una dieta per combatterlo può aiutare ad affrontare meglio i mesi estivi! 

gpt inread-gravidanza-0
Continua a leggere

articoli correlati