Home Gravidanza Cosa mangiare in gravidanza

Cioccolato in gravidanza: si può mangiare?

di Penelope Greco - 16.02.2021 Scrivici

cioccolato-in-gravidanza-2
Fonte: shutterstock
Il cioccolato in gravidanza si può mangiare o no? Si, ma sempre con moderazione. E fa bene sia alla mamma che al bambino

Durante la gravidanza aumentano le voglie, da quelle più strane (vorrei le fragole e fuori nevica) a quelle più normali (vorrei del cioccolato) Ma la futura mamma è sempre attenta a quello che può o non può mangiare durante i 9 mesi. Il sushi? No, grazie! Il panino col salame? Sarà la prima richiesta a parto finito! Il cioccolato però, a meno che non sia stato sconsigliato dal medico, fa bene sia alla mamma che al bambino e, preso in piccole dosi, non ha nessuna controindicazione per le donne incinte. Il cioccolato può essere così tranquillamente consumato in gravidanza, in una quantita di circa 30 gr al giorno, anzi migliora l'umore e la pressione sanguigna. Andiamo a scoprire nel dettaglio quali sono i benefici del cioccolato in gravidanza.

In questo articolo

Cioccolato in gravidanza: miglioramento dell'umore e abbassamento dello stress

Il cioccolato fondente migliora l'umore. Secondo una ricerca pubblicata su Proteome Research, magiare 10 gr di cioccolato al giorno per due settimane abbassa i livelli di ormone cortisolo, ossia quello dello stress. Il cioccolato infatti aumenta i livelli di endorfina e seratonina nel cervello. Nello studio, Sunil Kochhar e colleghi hanno identificato riduzioni degli ormoni dello stress e altri cambiamenti biochimici legati allo stress in volontari che si consideravano altamente stressati e mangiavano cioccolato fondente per due settimane. "Lo studio fornisce una forte evidenza che un consumo giornaliero di 40 grammi per un periodo di 2 settimane è sufficiente per modificare il metabolismo di volontari umani sani", dicono gli scienziati. Lo studio è apparso sul Journal of Proteome Research ed è stato condotto da ricercatori del Nestlé Research Center di Losanna, in Svizzera.

Cioccolato in gravidanza: miglioramento della circolazione

Secondo uno studio canadese il cioccolato sarebbe in grado di ridurre il rischio di preeclampsia (ossia pressione alta in gravidanza) nella futura mamma e di favorire l'accrescimento e lo sviluppo del feto. I ricercatori della Université Laval Québec City in Canada, coordinati da Emmanuel Bujold, hanno coinvolto 129 donne a rischio di pressione alta chiedendo loro di consumare 30 g al giorno di cioccolato di vari tipi e qualità. L'indice che misura la pressione dell'arteria uterina ha mostrato che la circolazione sanguigna della placenta, dell'utero e del feto era significativamente migliore nelle donne che consumavano cioccolato. Dopo 12 settimanedi studio hanno visto i risultati e gli autori hanno capito come questo alimento possa favorire lo sviluppo e un buon peso alla nascita del bambino. "Questo studio indica che il cioccolato potrebbe avere un impatto positivo sulla placenta, sulla crescita fetale e sullo sviluppo del bambino. Dimostra anche che gli effetti del cioccolato non sono solo e direttamente dovuti al suo contenuto di flavonoidi ", afferma Emmanuel Bujold.

Cioccolato in gravidanza: abbassamento della pressione

Anche in questo caso è sempre la scienza che ci viene in aiuto. In Portogallo un team ricercatori dell'Istituto Politecnico di Coimbra ha studiato la situazione e ha scoperto che consumare qualche quadratino di cioccolato fondente al giorno aiuta ad abbassare la pressione sanguigna. I ricercatori hanno valutato, misurando la funzione cardiovascolare di un campione costituito da 30 giovani sani, i benefici derivanti dall'assunzione del dolce al cacao. Un altro studio del 2012, condotto da colleghi dell'Università di Perugia, afferma che un consumo moderato di cioccolato fondente (30g al giorno) durante la gravidanza può avere effetti benefici sulla pressione arteriosa, senza compromettere il controllo del peso o i valori ematici di colesterolo. Ricordiamo però che il cioccolato consentito in gravidanza è quello fondente 70%, mentre non sono consentiti snack, cioccolatini, torta al cioccolato e altri prodotti industriali con cioccolato.

Fonti articolo: sala stampa Smfm e Proteome Research

gpt inread-gravidanza-0

articoli correlati