Home Gravidanza Cosa mangiare in gravidanza

Alcol in gravidanza: scende il consumo, ma non tutte rinunciano

di Elena Berti - 24.05.2022 Scrivici

alcol-in-gravidanza
Fonte: shutterstock
Alcol in gravidanza cala il consumo ma non tutte rinunciano all'alcol: un bicchiere può causare disturbi dello Spettro dei disordini feto-alcolici

Alcol in gravidanza, cala il consumo

Fino a qualche tempo fa si pensava che bere un bicchiere di vino ogni tanto in gravidanza, magari anche al giorno, non fosse un problema. Ma diversi studi hanno dimostrato che il rischio di Sindrome Feto Alcolica è sempre dietro l'angolo e anche una piccolissima quantità di alcol può mettere a rischio lo sviluppo e addirittura la vita del bambino che si porta in pancia. E anche se per quanto riguarda l'alcol in gravidanza cala il consumo, c'è ancora una parte di donne incinte che continua a bere. 

In questo articolo

Alcol in gravidanza: cala il consumo ma si beve ancora

L'Istituto Superiore di Sanità ha condotto uno studio per capire quante donne continuino a bere alcol in gravidanza e quali siano le conseguenze sui feti e sui neonati. Per farlo sono state prese venti donne incinte e venti neonati per ogni città analizzata, con una distribuzione geografica che ha coinvolto tutta l'Italia.

I test sono stati effettuati sui capelli delle donne e sul meconio dei piccoli. Nel caso delle madri, è risultato che soltanto lo 0.1% di loro ha bevuto in maniera sensibile durante la gravidanza, mentre una piccola percentuale di neonati è stata esposta all'alcol durante la gestazione. Le mamme analizzate sono per lo più di nazionalità italiana, con un'età media di 34 anni e con un livello di istruzione medio-alto, ben il 69% di loro occupato. 

L’8% delle italiane beve ancora alcol in gravidanza

Delle 781 donne rientrate nello studio, solo una di loro, e quindi lo 0.1%, consumava dosi elevate di alcol, ma ben l'8,2% ha dimostrato un consumo moderato, a dispetto delle raccomandazioni di non bere assolutamente durante la gravidanza. Dei bambini, invece, su 642 analizzati ben 4 sono risultati esposti a dosi massicce di etanolo.

Rischi dell’alcol in gravidanza

Questo studio è stato effettuato per sensibilizzare ulteriormente alla tematica dello Spettro dei disordini feto-alcolici, cioè le conseguenze che il consumo di alcol in gravidanza può avere sul bambino che si porta in pancia. Senza arrivare alla Sindrome Feto-Alcolica, che interviene sullo sviluppo neurologico e può portare gravi disabilità neuro-cognitive, anche un'esposizione minore può avere conseguenze importanti e numerosi disturbi: parto prematuro, tremori, astinenza, deficit nello sviluppo fisico e mentale. 

Se pensate che bere un bicchiere di vino a cena non abbia conseguenze, sappiate che potrebbe bastare una goccia per esporre il vostro bambino a danni irreparabili: questo perché il corpo non assimila sempre allo stesso modo l'alcol, dipende da molti fattori. 

Il modo per evitare di prendere rischi con la salute del proprio figlio è uno ed è semplice: evitare di bere del tutto alcol in gravidanza. Vedrete che farà bene anche a voi!

gpt inread-gravidanza-0

articoli correlati