Home Gravidanza Curiosità sulla gravidanza

Sapere il sesso del bambino: forse sarà vietato

di Francesca Capriati - 15.09.2011 Scrivici

maschio-o-femmina01
Una direttiva del Consiglio d'Europa chiede di limitare il ricorso all'identificazione del sesso del nascituro

Il Consiglio d'Europa si accinge ad approvare, nel prossimo autunno, un provvedimento che chiede forti limitazioni all'identificazione e alla comunicazione ai futuri genitori del sesso del nascituro.

Il provvedimento nasce con l'intento di contrastare il ricorso all'aborto selettivo del sesso. In alcuni Paesi, l'ex Unione Sovietica in primis, si fa ricorso all'aborto selettivo dei feti di sesso femminile con sempre maggiore frequenza e questo trend sta comportando un vero e proprio gendercide.
Basti pensare che in Paesi come l'Armenia, l'Azerbaijan, l'Albania il rapporto tra maschi e femmine e di 112 maschi su 100 femmine e in Georgia di 111 maschi su 100 femmine.


Gli esperti mettono in guardia sui rischi provocati dal ricorso all'aborto selettivo del sesso: in futuro si potrebbero avere popolazioni sbilanciate verso il sesso maschile. Le associazioni di genitori insorgono contro una direttiva ritenuta ingiusta e censoria nei confronti dei milioni di genitori che non hanno alcuna intenzione di abortire un feto solo a causa del suo genere.

Ma cosa implica l'approvazione di questa risoluzione del Consiglio d'Europa?
In realtà i governi dei singoli Stati Membri non sono tenuti ad approvare a loro volta a livello nazionale le direttive emesse, ma certamente questa istituzione pone l'accento su un problema reale e ricopre una grande autorevolezza a livello comunitario.

Resta da capire in che modo i 42 Paesi afferenti al Consiglio d'Europa decideranno di comportarsi.
E voi cosa ne pensate?

gpt inread-gravidanza-0

articoli correlati