Home Gravidanza Curiosità sulla gravidanza

Nub theory: si può scoprire il sesso del bambino a 12 settimane?

di Francesca Capriati - 28.10.2022 Scrivici

nub-theory
Fonte: shutterstock
Nub theory: cos'è la NUB, dove si trova e perché può aiutarci a scoprire il sesso del bambino già a 12 settimane. Quanto è affidabile la Nub Theory

Nub theory

Prima della 15esima settimana di gestazione, sia i maschi che le femmine, sviluppano dei tubercoli genitali, noti anche come protuberanze, che rappresentano un primo abbozzo dei genitali. Secondo la Nub Theory, già tra la 12esima e la 14esima settimana di gravidanza, è possibile determinare il sesso del bambino, analizzando proprio questa protuberanza localizzata sul basso addome del feto. Ma quanto è affidabile questo metodo? Scopriamolo insieme. 

In questo articolo

Cos'è la Nub?

In inglese Nub vuol dire "nocciolo". E in effetti la Nub è proprio una piccola protuberanza che si forma nel primo trimestre di gravidanza che poi si svilupperà in pene nei maschi o in clitoride nelle femmine.

Dove si trova il Nub?

E' localizzato nel basso addome del feto.

Nub Theory, come funziona

Secondo la Nub Theory, è possibile determinare il sesso del bambino già a 12 settimane analizzando l'angolo e la forma della protuberanza. La scansione deve essere fatta di profilo per consentire la visualizzazione della spina dorsale e sua relazione con la protuberanza. Vengono esaminati l'angolo lombosacrale e l'angolo cutaneo valutati sul piano medio-sagittale del feto.

In dettaglio: nei maschietti la Nub è rivolta verso l'alto e forma un angolo che misura circa 30°, mentre nelle femmine la Nub appare quasi parallela alla colonna vertebrale. Un ginecologo o un operatore esperto sarà calcolare correttamente l'angolo per determinare il sesso del bambino in tempi davvero precoci.

In conclusione, quindi:

  • per utilizzare la Nub Theory il feto deve essere osservare mentre è di profilo;
  • si calcola l'angolo lombosacrale: il feto è di sesso maschile quando l'angolo formato è maggiore o uguale a 30° e femminile quando l'angolo è minore di 30°;
  • si valuta l'angolo cutaneo: il feto è maschio se l'angolo è maggiore o uguale di 40° mentre è femmina se l'angolo è inferiore di 40°.

Quanto è affidabile?

Secondo le statistiche la Nub Theory può offrire un'affidabilità del 75% nel determinare il sesso corretto del bambino già alla 12esima settimana, ma la percentuale salirebbe al 95% alla 13esima settimana.

Uno studio del 2016 ha indagato sull'accuratezza della Nub Theory e ha concluso che - su 672 casi analizzati - la determinazione del sesso è stata possibile il 90% delle volte. E il sesso del bambino è stato previsto correttamente nell'87% dei casi.

Ovviamente bisogna ricordare che per interpretare i dati ecografici è necessario che l'operatore sia esperto e abbia studiato la Nub Theory, che il bambino sia in posizione favorevole e il risultato non va preso come oro colato: su internet ci sono molti forum dove altre mamme si cimentano nell'interpretazione delle immagini elle ecografie inviate dalle utenti.

Possiamo prendere la cosa come un gioco, una semplice curiosità, ma aspettiamo l'ecografia morfologica o l'amniocentesi per avere la certezza di quale sia il sesso del bambino.

Cos'è il metodo Ramzi

Tra i metodi più recenti e "virali" per determinare il sesso del bambino molto precocemente ha parecchio seguito quello ideato dal dottor Saad Ramzi Ismail. Secondo Ramzi è possibile scoprire il sesso del bebè già alla settima/ottava settimana analizzando come è posizionata la placenta: se la placenta è localizzata sul lato destro, il feto sarà maschio; se a sinistra, sarà femmina. C'è da precisare che questo metodo non ha alcuna validità scientifica.

gpt inread-gravidanza-0
Continua a leggere

articoli correlati