Home Gravidanza Curiosità sulla gravidanza

Cosa accade nel primo mese di gravidanza? Tutte le risposte alle tue domande

di Redazione PianetaMamma - 30.05.2024 Scrivici

primo-mese-di-gravidanza
Fonte: shutterstock
Primo mese di gravidanza: ecco cosa accade. Cosa fare e non fare. Quali sono i sintomi nei primi giorni e come cresce l'embrione nelle prime settimane

In questo articolo

Primo mese di gravidanza

Il primo mese di gravidanza inizia dal concepimento che si verifica circa 14 giorni dopo l'inizio dell'ultima mestruazione, in corrispondenza dell'ovulazione. Essendo però difficile fissare con certezza il giorno dell'ovulazione (e ancor più quello della fecondazione), si preferisce datare la gravidanza a partire da un dato certo com'è appunto il primo giorno dell'ultima mestruazione.

  •  Il primo mese di gravidanza va dal giorno 0 a 0/4+3 settimane
  •  Per i primi 14 giorni non si tratta di gravidanza
  •  Nella maggior parte dei casi la mamma non si accorge di nulla fino al mancato arrivo delle mestruazioni

Nella maggior parte dei casi la mamma non si accorge di nulla fino al mancato arrivo delle mestruazioni perché durante la prima settimana non ci sono sintomi che indicano una gravidanza in atto.

Come ci si sente al primo mese di gravidanza?

Ecco cosa potrebbe accadere e quali sono i sintomi che possono comparire dalla terza settimana di gravidanza:

  • Nella seconda settimana può presentarsi un leggero sanguinamento dovuto alle perdite da impianto
  • sbalzi d'umore,
  • stanchezza,
  • sonnolenza,
  • nausea.

Pancia gonfia e mal di pancia

Nelle prime settimane dopo il concepimento piccoli crampetti al basso ventre sono normali: l'embrione si è spostato nell'utero e si sta annidando. Questo evento può provocare un leggero spotting che dura poche ore e dei lievi dolori simili ai crampi mestruali.

Il muco cervicale nelle prime settimane di gravidanza è più abbondante. Si tratta di perdite bianche: la leucorrea gravidica che serve a ripulire e proteggere il canale vaginale da germi e batteri che possono attaccare il feto. Se non provocano prurito, non cambiano colore e non emanano cattivo odore sono normali e fisiologiche.

Perdite da impianto

L'ovulo è stato fecondato, e si impianta nell'utero. Ci possono essere episodi di sanguinamento chiamati "perdite da impianto", ma non c'è nulla di cui preoccuparsi, sono assolutamente normali!

Perdite gialle

Le perdite di colore giallino vanno sempre riferite al medico e controllate: possono indicare un'infezione in corso, soprattutto se sono accompagnate da bruciore, prurito o cattivo odore.

Cosa fare nel primo mese di gravidanza?

  • Appena il test è positivo, è sempre bene chiamare il ginecologo per programmare le prime visite
  • chiamate il ginecologo se avvertite particolare malessere, nausea o perdite ematiche
  • evitare fumo e alcolici
  • prendere subito un integratore di acido folico
  • evitare i farmaci a meno che non siano stati prescritti dal medico
  • seguire una alimentazione sana,
  • riposarsi ed evitare attività fisiche intense.

Prendere le vitamine

Per l'aumentato fabbisogno di vitamine e minerali nelle farmacie si trovano integratori creati apposta per gravide. Maggior importanza riveste la vitamina D: è importante assumere circa 10 microgrammi di vitamina D al giorno, quantità che normalmente è contenuta negli integratori multivitaminici per gravide. Una maggior quantità di vitamina D dev'essere assunta da donne la cui alimentazione sia carente di pesce, uova, carne e alimenti che non siano arricchiti con tale vitamina e le donne che per vari motivi stanno coperte o stanno poco alla luce del sole.

Un'implementazione di acido folico di 400 microgrammi al giorno, da prima del concepimento e fino alla 12esima settimana, riduce il rischio di difetti del tubo neurale.

Quali analisi fare

Il vostro ginecologo potrà prescrivervi un prelievo di sangue per verificare il livello dell'ormone Beta HCG. L'ormone specifico della gravidanza viene prodotto intorno al 21-22° giorno del ciclo, ma solo se si ha un ciclo regolare e l'ovulazione è avvenuta al 14 giorno. Se l'ovulazione è avvenuta più tardi anche l'annidamento e la successiva produzione di ormone della gravidanza avverrà più tardi.

Si deve fare un'ecografia?

A meno che non sia il ginecologo a dirvelo non prenotatevi per un'ecografia in questo mese. La prima ecografia generalmente viene effettuata per via addominale o transvaginale dopo la settima/ottava settimana di gravidanza.

Le varie analisi, ecografie e visite con un ginecologo o ostetrica, necessarie per garantire un buon livello di assistenza della gravidanza sono a carico dello stato sempre che si ricorra all'ASL, al consultorio o agli ambulatori dell'ospedale.

Per la richiesta delle analisi si deve ricordare al proprio medico curante di scrivere nell'impegnativa il motivo dell'esenzione, altrimenti le prestazioni saranno a pagamento.

Cosa non fare in gravidanza nel primo mese?

Come comportarsi nel 1 mese di gravidanza?

La futura mamma dovrebbe evitare, se possibile, radiografie del bacino nella terza e quarta settimana dopo l'ultima mestruazione: le radiazioni X potrebbero danneggiare gravemente un uovo appena fecondato.

Smettere cattive abitudini come fumare o bere alcolici che possono influire sulla salute del bambino già dalle prime settimane.

Le settimane del primo mese di gravidanza

Inizia dal primo giorno delle ultime mestruazioni (0 settimane + 0 giorni) e finisce a 4 settimane + 3 giorni.

Vediamo ciò che sta accadendo settimana per settimana.

Prima settimana

L'ovulo è fertile dopo circa due ore dal rapporto sessuale.  Durante questa settimana di gravidanza, l'ovulo fecondato migra dalle tube di Falloppio verso l'utero, questa fase è chiamata impianto. Durante la prima settimana di gravidanza non si avvertono sintomi di una gravidanza in corso. Anche perchè il ciclo mestruale non è ancora in ritardo, il peso è uguale e non si hanno ancora le classiche nausee della gravidanza. Alla fine della prima settimana di gravidanza, l'embrione misura 0,1 millimetri. Il tuo corpo non mostra ancora evidenti cambiamenti. Ad esempio stanno aumentando i livelli di estrogeni che possono regalarti una carica di energia in più, così come aumentano anche i livelli di progesterone.  

Seconda settimana

Vengono prodotte le gonadotropine corioniche (più conosciute come Beta HCG) che provocano una risposta positiva al test di gravidanza. Durante la seconda settimana di gravidanza, il bambino ha tra i 7 e 14 giorni ed è ormai saldamente impiantato nell'utero. L'embrione misura 0,2 mm e compare una piccola cavità amniotica. E' possibile anche che si presenti un leggero sanguinamento durante le prime due settimane di gravidanza.

Non è il ciclo mestruale, ma le cosiddette perdite da impianto.

Terza settimana

All'inizio della terza settimana viene a mancare la prima mestruazione. Il tuo embrione ha tra 14 e 21 giorni e misura circa 1,5 mm. Iniziano a svilupparsi il sistema nervoso, il cervello e midollo. I due vasi sanguigni sono fusi e contratti: il cuore ha origine lì e comincia a battere molto lentamente (circa 40 battiti al minuto). Puoi iniziare a sentire i primi sintomi della gravidanza, come sbalzi d'umore, stanchezza, sonnolenza diurna, tensione al seno, nausea al mattino. E' possibile che si verifichino piccole perdite ematiche: con molta probabilità si tratta di perdite normali, legate all'impianto dell'embrione. Ma se le perdite diventano più abbondanti è bene rivolgersi al ginecologo, soprattutto se è presente anche il dolore addominale inferiore: può esserci una gravidanza ectopica in atto oppure un aborto spontaneo.

Quarta settimana

Dodici giorni dopo avere saltato le mestruazioni, il test fatto a casa con le urine rivelerà una gravidanza. L'embrione misura circa 4 mm e il suo peso si è moltiplicato di diecimila volte, a questo punto della gravidanza si presenta come un grande punto che galleggia nella cavità amniotica. Braccia, gambe e occhi cominciano a delinearsi, così come il sistema digestivo, quello polmonare e la colonna vertebrale. I fastidi tipici delle prime settimane di gravidanza possono variare molto da donna a donna: sonnolenza, salivazione, tensione al seno, aumento dell'appetito, minzione frequente. Alcuni odori o cibi ti fanno venire la nausea e l'area dei capezzoli, forse, ha cambiato colore, diventando più scura.

Domande e risposte

Come si sente la pancia nelle prime settimane di gravidanza?

Sono molto frequenti piccoli crampetti al basso ventre, gonfiore e pancia dura nella zona dei bassi addominali.

Fonti

gpt inread-gravidanza-0

Articoli correlati

Ultimi articoli