Home Gravidanza Curiosità sulla gravidanza

I gatti sanno quando una donna è incinta

di Francesca Demirgian - 30.09.2020 Scrivici

gatto-e-donna-incinta
Fonte: shutterstock
I gatti sanno quando una donna è incinta. Ma da cosa lo capiscono e come lo manifestano? Scopriamo tutta la verità in questa guida

I gatti sanno quando una donna è incinta: sì o no?

Quando una coppia scopre di aspettare un bambino, solitamente, organizza un momento speciale per dirlo a parenti ed amici. Con gli animali domestici questo non è possibile ma, molto spesso, sono loro a scoprirlo da soli. Succede, così, ad esempio, con i gatti.

Animali particolarmente sensibili e dotati di un'olfatto molto sviluppato, i gatti sanno quando una donna è incinta. Comprendono che nella donna è in atto un cambiamento importante e modificano le loro abitudini, i loro atteggiamenti, i loro comportamenti nei confronti della padrona.

I gatti scoprono la gravidanza prima della donna

Può addirittura succedere che i gatti lo scoprano prima ancora della donna. Quando ancora la donna è ignara della gravidanza, quando ancora non ha fatto alcun test o inizia, forse, a sospettare di essere incinta, il gatto potrebbe già averlo capito.

Certamente non sa che si tratta di gravidanza, ma percepisce che qualcosa sta mutando nel corpo della sua padrona. Da qui generano una serie di cambiamenti anche nell'animale che può manifestarsi più affettuoso, più nervoso, più geloso.

Vediamo, allora, cosa possono fare di diverso i gatti quando una donna è in dolce attesa e cosa può fare la donna per aiutare l'animale domestico ad abituarsi ad una nuova realtà e, successivamente, all'arrivo di un nuovo "inquilino".

Cosa fa un gatto quando una donna è incinta

Capita, ad esempio, che gatti solitamente solitari e distaccati, captando il cambiamento in atto nella donna, inizino a strofinarsi, a fare le fusa solo alla gestante, come mai fatto prima.

I gatti percepiscono l'odore degli ormoni che, sappiamo, in gravidanza aumentano: c'è una maggiore produzione di progesterone, estrogeni, gonadotropina corionica umana (ormoni hCG). Non solo, con la loro ipersensibilità e il forte senso dell'olfatto, i gatti possono perepire anche le variazioni di temperatura del corpo. 

Il gatto avverte anche il cambiamento nelle abitudini della donna, i suoi diversi movimenti e inizia - solitamente - a comportarsi in modo strano. Non meravigliatevi se il gatto vi osserva di più, se avete sempre i suoi occhi addosso. Durante la gravidanza può diventare più coccolone, come nell'esempio fatto prima, o anche più geloso.

I gatti solitamente affettuosi, al contrario, potrebbero distaccarsi, evitare la padrona nel periodo della gravidanza avvertendo che qualcosa sta mutando, dagli odori alle posizioni della donna (schiena inarcata, movimenti più lenti). 

Donna incinta: come comportarsi con un gatto in casa

Nei 9 mesi della gravidanza, se si notano atteggiamenti anomali nel gatto, è bene non trascurarlo, ma piuttosto aiutare l'animale domestico ad adattarsi a questa nuova situazione.

Se, ad esempio, il gatto viene poco considerato durante la gravidanza, potrebbe non accettare bene l'arrivo del bebè in casa e potrebbe, di conseguenza, iniziare a fare cose spiacevoli come i bisogni in casa o dispetti di vario genere. I gatti, dunque, non devono sentirsi esclusi, messi da parte, ma trattati con le stesse attenzioni di prima, anche nel corso della gravidanza.

Questo permetterà, a poco a poco, ai gatti, di adattarsi a questa nuova realtà, accettando anche l'arrivo di un nuovo piccolo padrone, o piccola padrona in casa. 

Gatti e gravidanza: precauzioni

I gatti sono spesso definiti pericolosi in gravidanza e portatori di toxoplasmosi. Come deve, dunque, comportarsi una donna incinta con un gatto e quali precauzioni deve prendere?

Per prima cosa è bene sapere che la toxoplasmosi è una malattia che può essere trasmessa al feto dalle feci del gatto, se queste ultime sono infette (feci con oocisti non sporulata). E' bene, dunque, che la donna indossi sempre guanti e mascherina chirurgica quando pulisce la lettiera e le altre cose del gatto (ciotole e giochi).

Sarebbe preferibile, inoltre, che qualcun altro si prenda cura del gatto durante la gravidanza, trovando comunque il modo per non far vivere all'animale il distaccamento dalla padrona che, come anticipato, potrebbe generare gelosia e non accettazione del piccolo in arrivo. 

gpt inread-gravidanza-0

articoli correlati