Home Gravidanza Curiosità sulla gravidanza

Gravidanza, si può andare in piscina? Consigli e raccomandazioni utili

di Francesca Capriati - 18.07.2022 Scrivici

gravidanza-si-puo-andare-in-piscina
Fonte: shutterstock
Gravidanza, si può andare in piscina: consigli per ridurre il rischio di infezioni. Fino a quando si può andare in piscina?

Gravidanza, si può andare in piscina

Quante volte abbiamo sentito ripetere che "la gravidanza non è una malattia" e non c'è motivo per non poter fare la maggior parte delle cose che facciamo abitualmente? In genere basta avere un occhio di riguardo in più e stare più attente, ma non c'è motivo per non poter andare in piscina durante la gravidanza. Anzi il nuoto e la ginnastica dolce in acqua sono sport ottimi da praticare anche quando si aspetta un bebè. 

In questo articolo

Cosa sente il feto in piscina

In piscina, ma in generale quando siamo immerse nell'acqua, i rumori si attutiscono, possiamo percepire chiaramente il respiro, il battito del cuore e i suoni provenienti dall'ambiente acquatico. Il nostro benessere mentale arriva fino al bambino e il profondo rilassamento che l'acqua produce sul nostro corpo e sulla nostra mente ha effetti benefici anche sul bambino nella pancia. Ricordiamo che il feto cresce immerso nel liquido amniotico, quindi l'ambiente acquatico è il suo ambiente naturale e primigenio per eccellenza.

Piscina in gravidanza primo trimestre

Sentiamoci libere di trascorrere una piacevole giornata in piscina in gravidanza, anche nelle prime settimane, così come di poter continuare a nuotare o fare ginnastica in acqua. Non ci sono rischi particolari e non ci sono studi che dimostrano che il cloro possa arrecare danno allo sviluppo fetale o all'andamento della gestazione. Alcune ricerche stanno indagando sui possibili rischi legati all'esposizione ad alcuni sottoprodotti del cloro, ma al momento i risultati non sono giunti ad alcuna conclusione.

Piscina in gravidanza fino a quando

Non ci sono particolari controindicazioni, quindi si può andare in piscina per tutta la gravidanza. 

Tra i benefici del nuoto e della piscina ci sono:

  • Il nuoto è una forma di esercizio a basso impatto, quindi le ossa e le articolazioni ti ringrazieranno. In acqua il peso del pancione e del corpo si annulla, facendoci sentire leggere e riducendo la pressione.
  • L'acqua produce un massaggio naturale che stimola la circolazione sanguigna, riducendo il rischio di vene varicose e capillari. Inoltre aiuta a combattere il gonfiore ai piedi.
  • Lo sport, ma la piscina in particolare, favorisce il sonno notturno e ne migliora la qualità grazie al rilascio di endorfine.
  • L'acqua è un'ottima forma di sollievo dal dolore, in particolare durante la gravidanza, quando avvertiamo gonfiore o disagio a causa dell'aumento di peso.
  • Il nuoto può aiutare il sistema neurologico del bambino non ancora nato.

Piscina in gravidanza temperatura

La temperatura ideale è di almeno 28° perché rende confortevole la permanenza in acqua senza essere eccessivamente calda.

Da evitare, invece, la piscina calda in gravidanza, come quella termale che può superare i 30 gradi. C'è il rischio non solo di avere svenimenti e cali di pressione, ma anche di influire negativamente sula circolazione peggiorando le vene varicose e i capillari.

Piscina in gravidanza infezioni

Uno dei motivi per i quali si è un po' scettiche e dubbiose circa la piscina in gravidanza è rappresnetato dal rischio infezioni. Che siano funghi sulla pelle o infezioni vaginali, come la Candida, in realtà il rischio non è poi così alto, a patto di usare alcune importanti accortezze.

  • Indossare sempre le scarpe con suola di gomma per camminare a bordo vasca e fare la doccia;
  • scegliere una piscina conosciuta e rispettosa di tutte le norme in materia di igiene e sicurezza.
gpt inread-gravidanza-0

articoli correlati