Home Gravidanza Curiosità sulla gravidanza

Cosa succede se un uomo fa un test di gravidanza

di Francesca Capriati - 18.01.2022 Scrivici

cosa-succede-se-un-uomo-fa-un-test-di-gravidanza
Fonte: shutterstock
Cosa succede se un uomo fa un test di gravidanza: è vero che il test di gravidanza può diagnosticare il tumore al testicolo? Risultati negativi e positivi

Cosa succede se un uomo fa un test di gravidanza

Il test di gravidanza riesce a diagnosticare una gravidanza in corso perché è sensibile agli ormoni beta hCG. Ma cosa succede se un uomo fa un test di gravidanza? E per quale motivo il risultato potrebbe, sorprendentemente, uscire positivo?

In questo articolo

Cos'è la beta hCG?

La beta hCG è una frazione della gonadotropina corionica umana (hCG), un ormone prodotto dal trofoblasto, il tessuto che si trasformerà nella placenta. Con il procedere della gravidanza si trasformerà successivamente nella placenta. Se dalle analisi del sangue, il valore di questo ormone aumenta quotidianamente, la gravidanza procede bene ed è quest'ormone a determinare la positività del test di gravidanza.

L'hCG stimola il corpo luteo a produrre grandi quantità di progesterone, indispensabile per favorire l'attecchimento dell'embrione alle pareti uterine. Nei primi tre mesi di gravidanza i valori di Beta hCG nel sangue materno aumentano progressivamente, per poi scendere e rimanere stabili.

Per questa ragione le analisi del sangue che vengono prescritte nel primo trimestre di gravidanza prevedono anche il monitoraggio delle Beta, in modo da capire se la gravidanza sia iniziata bene e stia procedendo altrettanto bene.

Come funziona il test di gravidanza?

Il test di gravidanza casalingo utilizza una striscia reattiva che va messa a contatto con l'urina. Questa striscia, quindi, reagisce se nell'urina c'è la presenza di hCG, che è un ormone presente nel corpo femminile solo se è in atto una gravidanza.

E se un uomo fa un test di gravidanza?

In teoria non dovrebbe accadere proprio nulla, dal momento che l'hCG è un ormone prodotto dal corpo femminile quando si è instaurata un gravidanza. Tuttavia non mancano voci bizzarre. Ad esempio qualche anno fa sui social apparve un post un cui un utente rideva del fatto che un suo amico avesse fatto un test di gravidanza e fosse uscito positivo. Nei commenti un medico consigliava all'amico di fare una vista di controllo perché c'era il rischio che avesse un cancro ai testicoli. E, in effetti, dopo la visita è emerso un piccolo tumore proprio ai testicoli.

Da lì si è diffusa quindi, l'idea che un semplice test di gravidanza casalingo possa essere usato come metodo diagnostico per il tumore ai testicoli, un cancro relativamente raro che colpisce 1 uomo su 250.

Ma il test di gravidanza davvero può diagnosticare il tumore ai testicoli?

La logica alla base di questa idea è che i tumori ai testicoli possono provocare un aumento della gonadotropina corionica umana (hCG) e quindi il test di gravidanza potrebbe essere utile proprio per rilevare la presenza di beta hCG nelle urine maschili.

Dal momento che il cancro ai testicoli è associato a livelli elevati di alcuni marcatori, incluso l'hCG, è tecnicamente possibile che un test di gravidanza a casa rilevi questo tipo di tumore ma ci sono alcuni svantaggi molto importanti sull'utilizzo di questo metodo di test che è bene conoscere.

  • Se il test è negativo non si può comunque escludere che non vi sia in atto un tumore, perché non tutti i tumori ai testicoli produrranno livelli elevati di hCG o altri markers del cancro. In questo caso, un test fatto a casa potrebbe fornire un falso senso di sicurezza, ritardando la diagnosi corretta.
  • Se il risultato è positivo, allo stesso modo non si può dire che ci sia un tumore ai testicoli: diversi fattori possono interferire con i test di gravidanza a casa e provocare un falso positivo, ad esempio proteine ​​nelle urine (proteinuria), sangue nelle urine (ematuria), alcuni tipi di farmaci.

Inoltre va ricordato che altri tipi di cancro, come quelli dello stomaco e del polmone, possono produrre hCG e , in questo raro scenario, un risultato positivo potrebbe indicare un tipo di cancro diverso.

Ovvio che bisogna rivolgersi al medico per una valutazione seria se il test dovesse uscire positivo, ma anche se dovessero manifestarsi segnali di un cancro ai testicoli come:

  • un nodulo o gonfiore nel testicolo,
  • dolore sordo localizzato nella parte inferiore dell'addome o nello scroto,
  • una sensazione di pesantezza nello scroto.
gpt inread-gravidanza-0

articoli correlati