Nostrofiglio.it
1 5

Calendario cinese: come si usa per scoprire se sarà un maschio o una femmina

/pictures/2016/03/09/calendario-cinese-cos-e-e-come-si-usa-3956177945[963]x[401]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-gravidanza
Secondo il calendario cinese, incrociando l'età della madre nel momento del concepimento e il mese di concepimento si saprà il sesso del bebè

Calendario Cinese

Sarà un maschio o una femmina? La domanda coglie praticamente tutti i genitori quando sanno di essere in attesa di un bambino. Il sesso del bambino verrà svelato con certezza solo con l'amniocentesi o la morfologica, ma esistono alcuni metodi per predire il sesso del bebè, come il calendario cinese o il calendario lunae. Vediamo cos'è e come si usa.

Calendario cinese come funziona

Questo antico metodo si basa su una tabella cinese ritrovata in una tomba a Pechino e oggi conservata presso l'Istituto di Scienza cinese. Secondo questa tabella, incrociando l'età della madre nel momento del concepimento e il mese di concepimento si saprà di che sesso è il bebè.

I metodi popolari per predire il sesso del bebè

Pare che attraverso questa antica tabella cinese, ritrovata sepolta in una tomba vicino a Pechino dopo quasi 700 anni, incrociando il mese del concepimento con l'età della madre in quel momento, è possibile fare una previsione sul sesso del bambino, con un'esattezza che arriva fino al 93%.

Tabella Calendario cinese

Ecco una tabella del calendario cinese. Le statistiche a lato indicano, in base all'età della madre al momento del concepimento, le percentuali di probabilità di avere un figlio maschio o femmina. Il Totale in basso indica le stesse percentuali in base al mese di concepimento.

Fate attenzione ad inserire la vostra giusta età.

calendario-cinese-maschio-femmina_1

Come rimanere incinta di un maschio

I modi utilizzati per capire, prima dell'ecografia, se il bambino sarà maschio o femmina sono davvero tanti, anche se nessuno ha un reale valore scientifico. Sono numerose le leggende sui modi per capire con largo anticipo sull'ecografia risolutiva, il sesso del nascituro e il calendario cinese è indubbiamente uno dei metodi più affascinanti.

Sempre secondo questo antico metodo di calcolo, le migliori probabilità di concepire un maschietto si hanno se il concepimento avviene nel mese di luglio quando la madre ha 18, 20, 30 o 42 anni.

Come rimanere incinta di una femmina

Una donna incinta, nel corso dei nove mesi, si sente ripetere mille volte che "siccome la sua pancia è così, allora sarà un maschio" oppure "siccome la sua pelle è diventata così allora sarà femmina.." , ma sappiamo bene che l'unico modo per sapere di che sesso è il bambino è leggere il risultato dell'amniocentesi (che mostra il semplice codice cromosomico XX, se è una femmina, oppure XY, se è un maschio) o aspettare di fare l'ecografia morfologica.

Ad ogni modo, secondo il calendario cinese, le migliori probabilità di concepire una bambina si hanno nel mese di aprile, quando la madre ha 21 (quando la percentuale di riuscita è addirittura del 92%), 22 o 29 anni.

Calendario cinese per nascite gemellari

Nel calendario cinese non ci sono indicazioni circa le gravidanze gemellari. Potete comunque provare ad incrociare i dati (la vostra età e il mese di concepimento) per avere una previsione e anche una stima statistica. Ma naturalmente sarà soltanto l'ecografia strutturale (o eventualmente l'amniocentesi) a svelarvi se sono in arrivo due maschietti, due femminucce o una coppia mista.

Calendario lunare

Anche osservare le fasi della luna è un metodo spesso usato in molte culture per prevedere il sesso del bambino. Ad esempio, secondo queste credenze, durante la Luna piena, ci sarebbe una maggiore probabilità di concepire un maschio, mentre per concepire una femmina si dovrebbe tentare di restare incinta qualche giorno prima del plenilunio.

E a voi che risultato ha dato il calendario cinese? Ha indovinato il sesso del vostro bambino?

 

 
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0