Home Gravidanza Gravidanza a rischio

Allergie nella donna incinta: sintomi e rimedi

di Redazione PianetaMamma - 11.04.2022 Scrivici

allergie-nella-donna-incinta
Fonte: shutterstock
Allergie nella donna incinta: gravidanza e allergie. Asma, rinite, allergie alimentari in gravidanza. Rischi, rimedi e farmaci contro allergie in gravidanza

Allergie nella donna incinta

La gravidanza rappresenta un momento fondamentale e delicato nella vita di ogni donna e la presenza di una patologia cronica o l'insorgenza di una patologia acuta nella donna in attesa oltre a complicare il decorso della gravidanza, è causa di ulteriori ansie ed apprensioni, poiché spesso i farmaci non sono indicati a causa dei suoi possibili effetti sullo sviluppo fetale. Medicine come antistaminici o steroidi non possono essere presi a cuor leggero perché potrebbero causare problemi di salute alla donna e al suo bambino. Allergie nella donna incinta: sintomi, cura e consigli per alleviare i sintomi.

In questo articolo

Asma in gravidanza

E' il disturbo più frequente. In un terzo dei casi in gravidanza peggiora, per un altro terzo presenta un miglioramento e per l'ultimo terzo rimane stabile. Quasi tutte le medicine che si assumevano prima della gravidanza possono essere continuate, compresi i derivati del cortisone. Si sconsiglia tuttavia di iniziare una terapia di desensibilizzazione proprio durante la gravidanza.

Dermatiti ed eczemi in gravidanza

Molti disturbi cutanei di origine allergica, come la dermatite atopica, la dermatite da contatto, e l'orticaria cronica possono subire un peggioramento durante la gravidanza e sono accompagnate quasi sempre da un'intensa sintomatologia pruriginosa. Si valuta inoltre che l'1-18% delle donne in gravidanza lamenta la comparsa di un prurito; quest'ultimo sintomo può essere così fastidioso e disturbante da richiedere il trattamento con farmaci antistaminici.

La terapia delle malattie cutanee allergiche in gravidanza avviene preferenzialmente per via topica, poiché numerosi dermatologi ed allergologi preferiscono migliorare, risolvere o controllare la sintomatologia utilizzando poche applicazioni di composti topici, rappresentati principalmente da corticosteroidi, prevalentemente in corso di dermatiti allergiche da contatto, eczemi disidrosici, dermatite atopica, quando la patologia non interessa estese aree cutanee.

Allergie alimentari in gravidanza

Mentre l'asma bronchiale può talvolta fare la sua comparsa durante la gravidanza (ma più frequentemente dopo la gravidanza) in seguito al cambiamento ormonale e immunitario che lo stato di gravidanza comporta, raramente l'allergia alimentare fa la sua comparsa durante la gravidanza. Ciononostante alcune donne allergiche ai pollini possono riferire la comparsa di prurito, sul palato e sulla mucosa orale con edema della lingua e della mucosa in seguito all'ingestione di frutta o verdura fresca.

Le allergie alimentari esordiscono di solito in maniera insidiosa, con sintomi cutanei sfumati, quali prurito, orticaria a piccole bolle, che sui accentuano sotto determinate condizioni (sforzi fisici, stress, assunzione di farmaci gastrolesivi come l'aspirina) ma possono arrivare a quadri di anafilassi sistemica.

Allergia alle arachidi

Tra le allergie alimentari, quella all'arachide è molto diffusa. La si trova sottoforma di olio, ma è presente anche in molti alimenti preparati indistrialmente (pane, dolci, marmellate etc.). esiste una predisposizione ereditaria e la sensibilizzazione può avvenire già durante le prime fasi della vita-intrauterina. Si consiglia quindi alle donne allergiche, o con casi in famiglia, di astenersi dal consumo di tali alimenti, soprattutto durante l'ultimo trimestre di gravidanza e nel periodo dell'allattamento.

Rinite allergica in gravidanza

Non è un disturbo grave, è pero indispensabile chiedere consiglio al medico, in quanto molte delle delle medicine utilizzate comportano rischi di malformazione, se vengono assunte all'inizio della gravidanza.

Come curare la rinite allergica in gravidanza?

La rinite è una infiammazione della mucosa nasale che si manifesta con prurito, ostruzione, congestione e secrezioni nasali che peggiorano in una donna su 3 a causa della vasodilatazione e dell'azione degli ormoni. La prima cosa da fare per trattare la rinite allergica è eliminare il contatto con i potenziali allergeni che scatenano la reazione.

Sintomi lievi o di breve durata non necessitano di alcuna terapia o farmaco, in caso di sintomi più seri si può assumere un antistaminico topico - come l'azelastina o la levocabastina – oppure uno orale - come la cetirizina e la loratadina.

Cosa posso prendere per l'allergia in gravidanza?

È importante parlare con il proprio medico prima di assumere farmaci da banco o farmaci per l'allergia da prescrizione durante la gravidanza o l'allattamento. Non tutti i farmaci sono sicuri durante la gravidanza: la chiave è valutare i rischi rispetto ai benefici.

L'AIFA precisa che è consigliabile prescrivere il farmaco più efficace per la paziente e con i minori rischi materno-fetali; somministrare i farmaci di cui si ha maggior esperienza clinica ed al dosaggio efficace più basso e assumere il farmaco in mono-terapia, per evitare possibili interazioni con altri medicinali.

Se è meglio evitare i farmaci quando possibile, ci sono comunque alcuni farmaci per l'allergia che gli operatori sanitari considerano sicuri per l'uso durante la gravidanza.

  • Antistaminici: quelli consigliati dal proprio medico e ritenuti sicuri.
  • Decongestionanti: la pseudoefedrina e altri decongestionanti dovrebbero essere evitati durante la gravidanza. La pseudoefedrina, in particolare, non dovrebbe mai essere usata nel primo trimestre di gravidanza, perché è stata collegata a un piccolo rischio di difetti alla nascita della parete addominale.
  • Spray nasali: l'uso di uno spray nasale steroideo è considerato sicuro durante la gravidanza per il trattamento della congestione grave.
  • Immunoterapia: non è consigliabile iniziare una immunoterapia durante la gravidanza.

Allergia in gravidanza e Bentelan

Come si legge chiaramnete nel foglietto illustrativo del farmaco la somministrazione di BENTELAN in gravidanza o durante il periodo di allattamento dovrebbe essere effettuata esclusivamente in caso di reale necessità e sotto stretta supervisione medica.

Chiedere sempre al proprio medico.

Antistaminico in gravidanza

Quale antistaminico si può prendere in gravidanza? Gli antistaminici più vecchi, come la clorfeniramina, la dexclorofeniramina e l'idrossizina sono considerati sicuri ma secondo gli esperti lo sono anche i nuovi antistaminici come la loratadina e cetirizina (Zirtec).

Allergia in gravidanza: rimedi naturali

I rimedi naturali sono sicuri e vale la pena di provarli prima di assumere farmaci.

  • La soluzione salina nasale è disponibile al banco, è economica e può essere utilizzata tutte le volte che è necessario. La soluzione salina può essere utilizzata come spray lenitivo o per umidificare la mucosa nasale congestionata, liberando il naso da allergeni e microbi
  • Evitare gli allergeni: evitare di uscire quando le concentrazioni dei pollini sono particolarmente alte nell'aria. Se si è allergiche agli acari della polvere rimuovere da casa tappeti, peluche, tendaggi pesanti
  • Uso di un umidificatore: un giusto tasso di umidità può aiutare a idratare la mucosa nasale e favorire la respirazione
  • Purificatore d'aria: l'utilizzo di un purificatore d'aria di alta qualità nell'ambiente domestico può ridurre il numero di allergeni e inquinanti nell'aria.

Per quanto riguarda i rimedi erboristici e l'aromaterapia, è bene ricordare che i loro effetti sulle donne in gravidanza non sono stati studiati a sufficienza, quindi è meglio evitarli.

Allergia in gravidanza, rischi

L'allergia in gravidanza fa male al bambino? La buona notizia è che le allergie ambientali, come le allergie stagionali e quelle degli animali domestici, non rappresentano alcun rischio per il feto in via di sviluppo. Discorso diverso per le allergie alimentari o quelle ai farmaci o alle punture di insetto perché possono scatenare uno choc anafilattico, una reazione molto seria che può mettere a rischio la vita.

Fonti

gpt inread-gravidanza-0

articoli correlati