Home Gravidanza Gravidanza a rischio

Febbre in gravidanza: cause e rimedi

di Francesca Capriati - 02.03.2021 Scrivici

febbre-in-gravidanza
Fonte: shutterstock
Febbre in gravidanza: le cause della febbre in gravidanza, quali sono i riemdi, dalla Tachipirina agli antibiotici, e quali sono i rischi di aborto e complicanze

Febbre in gravidanza

La temperatura corporea varia nei diversi momenti del giorno e viene considerata normale quando si assesta intorno ai 37°. Generalmente qualche linea di febbre non è preoccupante e non è pericolosa, ma quando si presenta la febbre in gravidanza emergono paure e domande sui rischi che potrebbe correre il bambino. Vediamo insieme quali sono le cause, i sintomi e le opzioni di trattamento in caso di febbre in gravidanza.

In questo articolo

Cause

La febbre non è una malattia di per sé, ma un meccanismo di difesa dell'organismo in risposta ad un'infezione o una qualche condizione infiammatoria. Quindi la febbre non va mai sottovalutata o ignorata perché potrebbe indicare la presenza di una condizione sottostante potenzialmente dannosa per il bambino in crescita.

Tra le possibili cause troviamo:

  • intossicazione alimentare;
  • infezioni alle vie respiratorie;
  • malattie da raffreddamento e influenza.

Bisogna sempre riferire al medico ai sintomi che si presentano in associazione alla febbre, come:

  • fiato corto e difficoltà respiratorie;
  • dolori addominali;
  • rigidità del collo;
  • brividi;
  • dolori addominali;
  • mal di testa;
  • nausea e vomito.

Febbre in gravidanza rimedi

La febbre in gravidanza non è una condizione che va sottovalutata e va tenuta sotto controllo innanzitutto con gli antipiretici, come la Tachipirina. I trattamenti giusti, ad ogni modo, dipendono dalla causa della febbre: se l'infezione è di natura virale è possibile assumere Tachipirina, se invece la febbre è provocata da un'infezione batterica potrebbe essere necessaria una terapia antibiotica prescritta dal medico.

Gli antibiotici non sono sempre sicuri in gravidanza: quindi è importante rivolgersi al medico per diagnosticare con precisione il tipo di infezione batterica responsabile della febbre, il medico potrà poi prescrivere un antibiotico adatto alla situazione.
E' consigliabile evitare aspirina e FANS ed evitare il fai da te.

Se la febbre è legata ad un'intossicazione alimentare o ad una gastroenterite che provoca, quindi, anche nausea, vomito e diarrea, la cosa più importante da fare è reidratarsi adeguatamente con liquidi, sali minerali e integratori di elettroliti. La disidratazione può causare contrazioni e parto pretermine.

Come prevenire la febbre in gravidanza

Il modo migliore per evitare di far salire la febbre in gravidanza è quello di prevenire eventuali infezioni:

  • lavarsi frequentemente le mani con il sapone;
  • stare lontani da persone malate o raffreddate;
  • evitare luoghi chiusi ed affollati;
  • fare il vaccino antinfluenzale.

Febbre in gravidanza e Tachipirina

Il paracetamolo, il principio attivo della Tachipirina, è un farmaco considerato sicuro durante la gravidanza e può essere utile sia per abbassare la febbre che per alleviare il dolore. In genere, quindi, è possibile prendere il paracetamolo per far scendere la febbre, sempre seguendo indicazioni e posologia indicate dal proprio medico.

Febbre in gravidanza e aborto

Circa il 20% delle gravidanza si conclude nei primi mesi di gestazione a causa di un aborto spontaneo. La febbre non è necessariamente la causa di un aborto, tuttavia può essere il sintomo di un'infezione che a sua volta può causare un'interruzione di gravidanza.

Secondo alcuni studi le infezioni possono causare il 15% degli aborti spontanei e fino al 66% di complicanze tardive. 

Sebbene vari agenti patogeni siano stati associati all'aborto spontaneo, i meccanismi dell'aborto spontaneo indotto da infezioni non sono ancora completamente chiariti.

Il discorso, però, è diverso se la febbre è molto alta:

  • Una temperatura superiore ai 39,5° C durante il primo trimestre aumenta il rischio di aborto spontaneo, ma anche di difetti del cervello fetale o del midollo spinale.
  • Una febbre alta nel terzo trimestre di gestazione, invece, aumenta il rischio di parto pretermine.

Quando preoccuparsi

Se durante la gravidanza si verifica uno dei seguenti sintomi, consultare un medico:

  • forte sensazione di sete;
  • bassa produzione di urina;
  • urina di colore scuro;
  • vertigini;
  • forti crampi;
  • respirazione difficoltosa;
  • diminuzione dei movimenti del feto;
  • febbre che non scende.

Fonti

gpt inread-gravidanza-0

articoli correlati