Home Gravidanza Gravidanza a rischio

Aborto in gravidanza gemellare: cosa sapere

di Viola Stellati - 22.11.2023 Scrivici

aborto-gravidanza-gemellare
Fonte: shutterstock
L'aborto in gravidanza gemellare è più probabile durante il primo trimestre di gestazione, ma purtroppo non si può escludere negli altri

In questo articolo

Aborto in gravidanza gemellare

Rimanere incinta di due (o più) gemelli in maniera del tutto naturale è un evento molto raro. Per quanto speciale, va sempre ricordato che una gravidanza di questo tipo potrebbe comportare diverse complicanze. Per questo motivo, questa particolare dolce attesa deve essere continuamente monitorata e valutata, molto più di altre, perché tali complicazioni possono rappresentare un pericolo, sia per il feto che per la futura madre. Tuttavia, in questo articolo vogliamo concentrarci sulla possibilità di aborto in gravidanza gemellare.

Aborto in gravidanza gemellare: quando può accadere

Come si può leggere sul sito del Centro Medicina Materno Fetale, l'aborto in gravidanza gemellare può avvenire più frequentemente nel corso delle prime settimane di gestazione. Ciò che accade nel corpo della mamma è che la camera gestazionale, quindi la struttura dentro cui si sviluppa l'embrione, viene riassorbita.

Questo particolare fenomeno prende il nome "vanishing twin", che tradotto in italiano vuol dire "gemello che scompare". Il singolare utilizzato non è un caso perché, nella grande maggioranza delle situazioni, la gravidanza non si interrompe del tutto, ma va avanti come singola e senza problemi particolari per l'embrione.

Nel corso del secondo/terzo trimestre, un aborto in gravidanza gemellare è meno frequente ma, purtroppo, non impossibile. E la cosa più preoccupane è che un evento come questo potrebbe portare a dei problemi, soprattutto nel caso di gemelli monocoriali.

Il motivo è molto da ritrovare nel fatto che queste creature condividono la placenta e che sono collegati tra loro da anastomosi vascolari. Con la morte di un gemello, l'altro rischia una emorragia acuta, che comporta in circa la metà dei casi morte o danno cerebrale.

Ci sono anche situazioni in cui il bambino sopravvive e, per fortuna, senza complicanze neurologiche. 

Nelle gravidanze bicoriali, invece, la questione dell'emorragia non si presenta perché ogni gemello ha il suo territorio placentare.

I questi casi i rischi legati a un eventuale aborto in gravidanza gemellare sono dovuti principalmente alla prematurità.

L'interruzione di gravidanza selettiva nelle gemellari

Sulle Linee Guida Gravidanze Gemellari Careggi si può leggere che ci sono circostanze in cui uno dei gemelli in grembo ha un problema serio, come una malformazione o anomalie dei cromosomi.

In queste circostanze si può ricorrere a un'nterruzione selettiva del feto affetto che, come è possibile immaginare, non è di certo una scelta facile. 

Nella gravidanza bicoriale viene effettuata tramite un'iniezione intracardiaca di cloruro di potassio: risulta essere un metodo rapido, che nel giro di pochi secondi porta ad asistolia, e quindi ad assenza di attività cardiaca.

Nell'eventualità di gravidanza monocoriale, invece, occorre utilizzare metodi che hanno l'obiettivo di occludere il cordone del gemello affetto. L'iniezione intracardiaca non è permesso farla perché il rischio maggiore che si corre è che la sostanza letale utilizzata entri in circolo anche nell'altro gemello.

Gli altri possibili rischi

Lo abbiamo detto in principio e lo ripetiamo anche qui: se si è incinta di due o più gemelli è fondamentale sottoporsi a controlli particolarmente serrati perché l'aborto in gravidanza gemellare è solo una delle possibili complicazioni.

Tra i rischi che si corrono, infatti, c'è la prematurità, in particolare prima della 32° settimana. Inoltre, c'è una maggiore prevalenza della preeclampsia (rialzo pressorio, edemi e proteinuria), di circa 4 volte in più rispetto alle gravidanze singole.

Inoltre, risulta essere più complicata anche la diagnosi prenatale dei difetti cromosomici. I motivi principali di questa situazione sono due:

  • le tecniche di diagnosi invasiva possono fornire risultati incerti;
  • la sensibilità e la specificità dei test di screening possono ridursi rispetto alla gravidanza singola.

In sostanza, occorre essere adeguatamente seguiti in caso di gravidanza multipla.

gpt inread-gravidanza-0

Articoli correlati

Ultimi articoli