Home Gravidanza

L'uso di farmaci in gravidanza

di Emanuela _Cerri - 10.03.2008 Scrivici

Molti farmaci possono avere gravi effetti indesiderati sul feto, per questo molti medici sono diventati estremamente cauti nella prescrizione di farmaci durante la gravidanza

Farmaci in gravidanza

Molti farmaci possono avere gravi effetti indesiderati sul feto, per questo molti medici sono diventati estremamente cauti nella prescrizione di farmaci durante la gravidanza.
Tuttavia, circa un bambino su mille nasce ancora oggi con un’anomalia causata dall’uso di farmaci, perciò bisogna stare sempre molto attenti.
Questo vale anche per i farmaci che sono disponibili senza prescrizione in farmacia.

Il fatto che una medicina venga venduta senza prescrizione medica non significa che sia sicura in gravidanza, e questo vale anche per le medicine omeopatiche o i rimedi naturali. Il fatto che siano d’origine naturale non significa che per definizione siano innocui per il feto.
In generale, è valido il consiglio di non assumere farmaci in gravidanza, a meno che la necessità non giustifichi il rischio. In altre parole, se hai mal di testa o problemi d’insonnia, è meglio accettare il fastidio e aspettare prima di prendere un medicinale. Ma se hai una greve infezione alla vescica che non scompare con i rimedi domestici, non c’è altra possibilità se non ricorrere agli antibiotici (sempre sotto controllo medico).

In presenza di un mal di testa insopportabile, in casi del tutto eccezionali si può assumere il paracetamolo, ma è preferibile andare a dormire presto.
In tutti i casi, comunque, non è possibile decidere da sole se si debba assumere o no un farmaco: se i sintomi sono talmente gravi tanto da doverli contrastare, chiedi consiglio alla tua ostetrica o al tuo medico.

gpt inread-gravidanza-0

articoli correlati