Home Gravidanza Disturbi della gravidanza

Tosse e raffreddore in gravidanza: rimedi e farmaci

di Francesca Capriati - 29.01.2021 Scrivici

tosse-e-raffreddore-in-gravidanza
Fonte: shutterstock
Tosse e raffreddore in gravidanza: quanto dura il raffreddore in gravidanza ed è pericoloso? Cosa prendere: farmaci e rimedi naturali

Tosse e raffreddore in gravidanza

I sintomi del raffreddore e tosse sono fastidiosi e comunemente utilizziamo farmaci da banco, come sciroppo o paracetamolo, per alleviarli. Ma quando una donna è in attesa di un bambino molti medicinali non possono essere assunti: come si possono curare tosse e raffreddore in gravidanza? Cosa sappiamo della sicurezza dei farmaci contro il raffreddore durante la gravidanza?

In questo articolo

Raffreddore in gravidanza: cosa prendere

Il raffreddore è una malattia molto comune: si stima che gli adulti abbiano in media 2-3 raffreddori all'anno e le possibilità di prendere un raffreddore durante la gravidanza sono più alte perché il sistema immunitario è maggiormente vulnerabile.
Solitamente il raffreddore si cura con i comuni farmaci da banco, ma ovviamente durante la gravidanza bisogna limitare l'assunzione di farmaci e bisogna sempre chieder il parere del medico prima di prendere un qualsiasi medicinale. Vediamo più nel dettaglio quali sono i farmaci più utilizzati per trattare il raffreddore:

  • Antidolorifici
  • FANS
  • Antistaminici

Antidolorifici

Gli analgesici sono una categoria di farmaci che servono a ridurre il dolore e includono il paracetamolo, che è il farmaco analgesico e antipiretico più sicuro in gravidanza, in tutti i trimestri.

FANS

Gli antinfiammatori non steroidei (FANS) includono ibuprofene, naprossene ed altri principi attivi, come l'acido acetilsalicilico (aspirina). Gli esperti raccomandano di evitare l'aspirina durante la gravidanza e naprossene e ibuprofene nel terzo trimestre. I FANS vanno assunti, quindi, con cautela e solo dopo aver chiesto il parere del proprio medico.

Antistaminici

Gli antistaminici possono alleviare il naso che cola, gli occhi irritati e starnuti. Si tratta di un farmaco generalmente considerato sicuro anche in gravidanza: la maggior parte degli antistaminici da banco è sicura da assumere in gravidanza ma sempre dopo averne parlato con il medico.

Altri rimedi naturali comunemente utilizzati in gravidanza in caso di raffreddore e che possono essere considerati sicuri sono gli spray nasali con soluzioni saline o acqua termale.

I farmaci da evitare sono i cortisonici e vasocostrittori decongestionanti che sono controindicati in gravidanza.

Il raffreddore in gravidanza è pericoloso?

Il raffreddore è una malattia molto comune, può essere fastidiosa ma non ci sono evidenze scientifiche che provino che causi problemi allo sviluppo fetale.

Quanto dura il raffreddore in gravidanza?

Il raffreddore passerà spontaneamente dopo una settimana/dieci giorni. Non esiste una vera e propria cura contro il raffreddore: in genere i farmaci utilizzati servono ad alleviare i sintomi che possono infastidire, come naso che cola, starnuti, naso chiuso. Ecco alcuni consigli per gestire al meglio il raffreddore e la tosse in gravidanza:

  • Riposare il più possibile;
  • mantenere l'ambiente domestico ben umidificato per aiutare a liberare il naso chiuso e stimolare una tosse più produttiva;
  • bere molti liquidi per idratare il corpo e le mucose;
  • stare sdraiate con la testa un po' più sollevata per respirare meglio;
  • assumere vitamina C e zinco per rafforzare le naturali difese immunitarie e anche per prevenire i malanni di stagione;
  • per il mal di gola usare pastiglie naturali, bere tè caldo o latte con un cucchiaino di miele.

Tosse in gravidanza

La tosse può essere fastidiosa, soprattutto durante la gravidanza, ma anche in questo caso bisogna fare attenzione ai rimedi e ai farmaci che utilizziamo. I sedativi per la tosse spesso contengono sostanze come destrometorfano e guaifenesina che sembrano essere abbastanza sicuri in gravidanza, a patto di prenderli nelle dosi corrette. Tuttavia, anche in questo caso, bisogna chiedere al proprio medico prima di assumere questi farmaci e tentare rimedi naturali certamente più sicuri come, ad esempio:

  • pastiglie per la gola;
  • miele;
  • sciroppi naturali.

Rinite gravidica

La rinite gravidica è un disturbo che colpisce il 60% delle donne in gravidanza e si manifesta a partire dal terzo mese di gravidanza con sintomi simili a quelli di un raffreddore persistente. La rinite gravidica è causata dall'azione di estrogeni e il progesterone che provocano una ipersecrezione di muco a livello nasale e provocano un edema delle mucose, causando gonfiore e congestione.

Fonti

gpt inread-gravidanza-0

articoli correlati