Home Gravidanza Disturbi della gravidanza

Zenzero in gravidanza: come può aiutare per nausea e vomito

di Francesca Capriati - 20.10.2022 Scrivici

zenzero-in-gravidanza
Fonte: shutterstock
Zenzero in gravidanza: caramelle, infusi e tisane, come loz enzero può aiutare pe rnausea e vomito. Come assumerlo, controindicazioni e dosi

Zenzero in gravidanza

Lo zenzero - conosciuto anche come ginger - viene usato sin dall'antichità per aromatizzare e insaporire i cibi, ma anche come rimedio per diversi disturbi, come quelli allo stomaco, digestivi e problemi intestinali. Ma lo zenzero in gravidanza viene consigliato soprattutto per la sua efficacia nel ridurre la nausea e il vomito. Alcuni studi recenti hanno, infatti, suggerito che nel primo trimestre lo zenzero potrebbe migliorare la nausea e il vomito nel 67% dei casi. Inoltre una tisana allo zenzero la sera dopo cena può aiutare ad alleviare bruciore allo stomaco e problemi di digestione. Vediamo come assumerlo e quali sono le controindicazioni.

In questo articolo

Dove comprare lo zenzero

Possiamo trovare lo zenzero fresco nel negozo di frutta e verdura o al supermercato, sotto forma di radice, oppure in polvere o candito, soprattutto nelle erboristerie.

Ha un sapore che tende al limone ed è pure un po' piccante. Lo si può usare come una spezia e condire sia piatti salati che dolci, oppure per preparare una bevanda aromatizzata come il ginger ale o una tisana.

Zenzero in gravidanza, come assumerlo

Come usare lo zenzero in gravidanza? Fatta la premessa che prima di cambiare le proprie abitudini alimentari in gravidanza è importante consultarsi con il proprio ginecologo, possiamo consumare lo zenzero sottoforma di:

  • radice fresca, va consumata con moderazione;
  • integratori e multivitaminici che contengono anche lo zenzero;
  • zenzero fresco in infusi, tisane e tè, con aggiunta di limone e una goccia di miele;
  • caramelle allo zenzero.

La radice fresca essiccata non va consumata in gravidanza perché contiene una concentrazione più elevata di due composti attivi: Shogaol e Gingerol.

Quanto zenzero al giorno in gravidanza?

La dose totale è di solito di circa 1 g al giorno, suddivisa per essere somministrata da due a 4 volte al giorno. Ad ogni modo è importane consultare il proprio medico prima di prendere un qualsiasi rimedio erboristico.

Ecco alcune idee per inserire lo zenzero nella dieta quotidiana:

  • Preparare un infuso di zenzero in acqua calda e conservare in frigorifero per fare l'acqua allo zenzero
  • Aggiungi lo zenzero e il limone all'acqua calda per preparare un tè
  • Dare più sapore al soffritto e alla zuppa grattugiandoci sopra un po' di zenzero.

Infuso di zenzero

Preparare un infuso è piuttosto semplice. E' consigliabile acquistare in erboristeria delle bustine di zenzero già pronte per l'infusione, in alternativa si può usare dello zenzero fresco seguendo la ricetta di Giallozafferano.

Per preparare la tisana allo zenzero:

  1. Mettere a bollire 250ml di acqua;
  2. togliere dal fuoco e versare in tazza asciando la bustina in infusione per una ventina di minuti;
  3. togliere la bustina e aggiungere una fetta di limone. Si può dolcificare l'infuso con del miele o dello zucchero, a meno che non vi siano restrizioni in tal senso a causa, ad esempio, del diabete o di un regime alimentare controllato.

Controindicazioni

A causa della scarsità di dati clinici disponibili, si preferisce controindicare lo zenzero in prossimità del travaglio o nelle gravidanze con una storia di aborto spontaneo, sanguinamento vaginale o disturbi della coagulazione, a causa del rischio di emorragia.

Zenzero in gravidanza, cosa dice il Ministero della Salute

Il Ministero della Salute non sconsiglia l'uso dello zenzero in gravidanza - a meno che non vi siano le controindicazioni che abbiamo elencato - e conferma che lo zenzero è tra i trattamenti non farmacologici efficaci per la riduzione di nausea e vomito, tuttavia precisa anche che la sua sicurezza in gravidanza non è stata accertata.

gpt inread-gravidanza-0
Continua a leggere

articoli correlati