Home Gravidanza Disturbi della gravidanza

Psoriasi in gravidanza: tutto ciò che occorre sapere

di Viola Stellati - 11.12.2023 Scrivici

psoriasi-in-gravidanza
Fonte: shutterstock
La psoriasi in gravidanza può persino migliorare, ma nonostante questo è molto importante tenere a mente determinate informazioni

In questo articolo

Psoriasi in gravidanza

La gravidanza è un momento speciale delle vita di ogni donna, ma allo stesso tempo è anche molto complesso. In particolare, lo diventa se si soffre di alcuni disturbi, tanto che è normale che le preoccupazioni aumentino notevolmente. Le donne che hanno a che fare con la psoriasi in gravidanza, infatti, pur dovendo tendenzialmente stare tranquille devono necessariamente tenere a mente alcune cose. Scopriamo insieme quali informazioni bisogna sapere e cosa occorre fare se si soffre di questo disturbo.

Stando a quanto si può leggere sulle linee guida internazionali del National Institute for Health and Care Excellence, non ci sono controindicazioni particolari per le donne che soffrono di psoriasi e che desiderano mettere al mondo un bambino. Tuttavia, è bene sapere che ogni caso di psoriasi in gravidanza deve essere valutato singolarmente. 

C'è una cosa però che è più o meno valida per tutte, ovvero quella di pianificare la gravidanza perché alcuni specifici farmaci per questo disturbo, come quelli a base di retinoidi, non andrebbero assunti già nei due anni che precedono la gestazione. Il motivo? potrebbe causare dei danni al feto.

Quali rischi si corrono

Su un articolo redatto da ISPLAD si può leggere che la psoriasi in gravidanza può persino migliorare. O meglio, in oltre il 40% dei casi migliora, in quasi il 20% peggiora, dal 21% al 56% rimane stabile. Tutto ciò è dovuto al fatto che subiamo diversi cambiamenti ormonali che portano a uno stato immunosoppressivo e perché modifichiamo la nostra terapia.

Per quanto concerne i rischi, se ne devno preoccupare soprattutto le donne con psoriasi in gravidanza severa a causa delle opzioni terapeutiche limitate e delle diverse comorbidità. In queste circostanze, purtroppo, possono emergre disturbi ipertensivi, basso peso alla nascita per età gestazionale, parto prima del termine, disturbi depressivi, diabete gestazionale e aborto spontaneo.

Possibile trasmissione

Chi soffre di psoriasi è perfettamente consapevole che è un disturbo molto fastidioso e, di conseguenza, tra le sue preoccupazioni c'è anche il fatto che questa malattia potrebbe trasmettersi ai figli che porta in grembo.

I vari studi scientifici condotti nel corso degli anni hanno dimostrato che i rischi sono del 50% se entrambi i genitori ne sono affetti, il 16% se lo è solo un genitore, e l'8% se nessuno dei genitori ne soffre ma ad averla è un fratello.

Quali terapie seguire

Come detto all'inizio di questo articolo, ogni donna con psoriasi in gravidanza dovrebbe rivolgersi al suo medico per sapere qual è la giusta terapia da seguire nel suo caso specifico. In base alla gravità della malattia, infatti, ci si avvale di trattamenti locali o sistemici.

Tuttavia, a livello generale, per le forme lievi e localizzate si ricorre a un trattamento localizzato con creme emollienti e corticosteroidi. Molto utili sono anche gli UVB, anzi rappresentano la migliore opzione terapeutica in caso di forme diffuse di psoriasi. Ciò non toglie che devono prevedere anche il supplemento di acido folico, soprattutto durante il primo trimestre della dolce attesa.

Il famaci più indicato per la psoriasi in gravidanza sono è ciclosporina A.

I principi attivi controindicati

Anche per la psoriasi in gravidanza ci sono dei principi attivi controindicati. È il caso di Metotrexato e Acitretina per via del loro effetto teratogeno. Per il primo si consiglia di aspettare, per il concepimento, almeno 6 mesi dalla sospensione, per l'Acitretina fino a 3 anni. 

Ad essere sconsigliati sono anche l'Apremilast e l'acido fumarico per via orale. Inoltre, durante l'ultimo trimestre è assolutamente suggerita l'interruzione del trattamento con Secukinumab e Ustekinumab, due farmaci biologici.

gpt inread-gravidanza-0

Articoli correlati

Ultimi articoli