Home Gravidanza Disturbi della gravidanza

Cosa significa la presenza di proteine nelle urine in gravidanza

di Ines Delio - 06.01.2023 Scrivici

proteine-nelle-urine-in-gravidanza
Fonte: shutterstock
La presenza delle proteine nelle urine in gravidanza è un esito temuto dalle future mamme: cosa significa e quando preoccuparsi

In questo articolo

Proteine nelle urine in gravidanza

Le donne incinte sono sottoposte a diversi esami, tra cui quello delle urine, il più frequente in quanto serve a monitorare l'andamento della gravidanza a a rilevare l'eventuale presenza di valori alterati, che potrebbero portare allo sviluppo di patologie come infezioni urinarie, preeclampsia e diabete gestazionale. L'esito più temuto dalle mamme riguarda la presenza delle proteine nelle urine in gravidanza. Scopriamo cosa significa e quando è considerata preoccupante.

Cos'è la proteinuria

La proteinuria consiste nella presenza di proteine nelle urine, di solito albumina Può essere temporanea, ad esempio dopo l'attività fisica o un episodio di febbre, in seguito a stress emotivo, all'assunzione di alcuni farmaci o durante la gravidanza, oppure persistente, e in quel caso indicativa di un problema renale o di malattie come il diabete o l'ipertensione.

Proteinuria in gravidanza

Un leggero aumento della presenza di proteine nelle urine è considerato normale durante la gravidanza. Una proteinuria molto elevata, invece, potrebbe indicare la presenza di infezioni del tratto urinario, come le cistiti, oppure potrebbe essere un segno di preeclampsia, una condizione potenzialmente pericolosa che causa un'elevata pressione sanguigna durante la gravidanza. La proteinuria documentata prima della gravidanza o prima delle 20 settimane di gestazione suggerisce, invece, una malattia renale preesistente.

Secondo le linee guida della gravidanza fisiologica, la proteinuria è definita come un'escrezione maggiore o uguale a 300 mg di proteine in una raccolta delle urine di 24 ore o il rilievo mediante striscia reattiva (dipstick) di due campioni di urina da raccolta pulita a distanza di almeno 4 ore con 2+ di proteinuria. Ad ogni modo, in caso di proteinuria elevata è sempre raccomandabile consultare il proprio medico.

Proteine nelle urine e preeclampsia

La preeclampsia, conosciuta anche con il termine 'gestosi', è una complicanza che può presentarsi durante la gravidanza (raramente prima della 20° settimana), potenzialmente pericolosa sia per la salute della mamma che del feto. Le cause non sono ancora del tutto chiare. In Europa, la preeclampsia interessa circa il 2-5 % delle donne incinte, benché l'aumento delle prime gravidanze in età avanzata, dell'obesità e delle malattie croniche come il diabete in gravidanza, registrato negli ultimi anni, potrebbe vedere un incremento della patologia.

I segni principali della preeclampsia sono:

  • presenza di proteine nelle urine
  • pressione alta (ipertensione arteriosa)

Nella maggior parte dei casi, i sintomi possono comprendere:

  • forte mal di testa
  • dolore addominale
  • visione offuscata o lampi visivi
  • nausea e vomito
  • tremori alle mani
  • aumento repentino di peso (talvolta di oltre 5 chili in una settimana)

Qualora si noti la comparsa di uno di questi disturbi è importante rivolgersi immediatamente a un medico.

Generalmente, i medici eseguono esami del sangue e delle urine per confermare la diagnosi, determinare la gravità della condizione e valutare eventuali danni agli organi, monitorando anche il feto.

Proteine nelle urine: trattamento e consigli

Il trattamento della proteinuria varia a seconda della causa scatenante. Ci sono però alcuni consigli che potrebbero contribuire a ridurre le proteine nelle urine e il rischio di preeclampsia, come:

  • monitorare regolarmente la pressione casa, sottoporsi alle visite prenatali e agli esami ecografici. Se si verificano cambiamenti insoliti nell'organismo, è bene informare immediatamente il medico e discutere la propria storia sanitaria per ottenere una diagnosi precoce
  • un caso di studio suggerisce che una dieta a base vegetale con moderata restrizione proteica e integratori potrebbe aiutare a controllare le proteine nelle urine durante la gravidanza delle donne affette da glomerulosclerosi focale segmentaria
  • bassi livelli di acidi grassi Omega 3 possono aumentare il rischio di preeclampsia, per cui è generalmente consigliato di consumare alimenti che ne siano ricchi, come sgombri, sardine, acciughe, semi di lino, semi di chia, noci e soia. Gli alimenti ricchi di potassio e magnesio sono invece ottimi per combattere la pressione alta

FONTI:

Clinical significance of proteinuria in pregnancy

Linee guida della gravidanza fisiologica

ISSalute: Preeclampsia

Federazione Italiana del Rene: Che cos'è la proteinuria?

Health Canal: Protein In Urine During Pregnancy: What It Means & How to Reduce?

gpt inread-gravidanza-0
Continua a leggere

Approfondimenti