Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Occhi secchi in gravidanza, cause e rimedi

/pictures/2018/02/21/occhi-secchi-in-gravidanza-cause-e-rimedi-3330056589[982]x[409]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-gravidanza

Quali sono le cause degli occhi secchi in gravidanza e cosa possiamo fare? Rimedi naturali e consigli pratici

Occhi secchi in gravidanza

Molte donne riferiscono di aver sofferto di occhi secchi in gravidanza, ma anche di fastidio, bruciore e prurito. Si tratta, in effetti, di disturbi piuttosto comuni. La Sindrome dell'occhio secco è causata essenzialmente da un calo della produzione lacrimale e ciò influisce sul tasso di umidità nell'occhio.

Se si soffre di nausea e vomito la secchezza oculare potrebbe essere provocata anche da un certo grado di disidratazione dell'organismo. In genere i rimedi più efficaci per gli occhi secchi consistono in colliri e lacrime (chiedere sempre al proprio medico) da applicare più volte al giorno per dare sollievo agli occhi.

Disturbi della vista in gravidanza

Durante i nove mesi nel corpo della donna si verificano tantissimi cambiamenti. Per quanto riguarda gli occhi la curvatura della cornea si modifica leggermente e ciò causa un lieve cambiamento nei parametri visivi. Per questo molte donne riferiscono una vista meno nitida anche se in realtà non c'è un vero e proprio abbassamento della vista.

I cambiamenti ormonali che si verificano in gravidanza, soprattutto l'aumento dei livelli di progesterone e la quasi soppressione dei livelli di ormoni androgeni, possono causare secchezza oculare, ma anche altri disturbi della vista come bruciore, ipersensibilità alla luce, prurito.

I più comuni fastidi della vista in gravidanza sono:

  • palpebre appiccicose la mattina,
  • occhi doloranti e arrossati,
  • momenti in cui si ha la visione offuscata che spinge a sbattere più volte le palpebre,
  • sensazione di fastidio negli occhi che può peggiorare durante la giornata,
  • ipersensibilità al make up,
  • difficoltà a mettere e tenere le lenti a contatto.

In genere si tratta di disturbi passeggeri provocati proprio dalla tempesta ormonale e sono destinati, quindi, a sparire dopo il parto. Per ovviare al disagio si possono usare dei colliri naturali o degli unguenti suggeriti dal medico.

Tre disturbi della gravidanza: stitichezza, salivazione e aerofagia

Bruciore agli occhi

Il bruciore agli occhi può essere certamente causato dalla secchezza oculare. Si può rimediare usando colliri a base di camomilla che svolgono un'azione lenitiva e combattono l'irritazione, ma può essere utile anche seguire qualche accorgimento nella vita quotidiana, ad esempio:

  • non fissare uno schermo (pc o televisione) per troppo tempo perché questo influisce sulla frequenza con cui si sbattono le palpebre e secchezza e bruciore possono peggiorare. Se lavorate al computer prevedete di fare parecchie pause per far riposare gli occhi;
  • umidificare l'ambiente domestico con umidificatori;
  • fare piccoli massaggi alle palpebre facendo ruotare un dito per favorire l'uscita delle lacrime e umidificare l'occhio,
  • bere almeno due litri di acqua al giorno,
  • quando si esce indossare sempre occhiali da sole per proteggere gli occhi da vento, freddo e sole,
  • un'integrazione di Omega-3 potrebbe essere utile: assicurarsi di mangiare almeno pesce grasso almeno una volta alla settimana verificare con il proprio medico l'eventualità d assumere un supplemento.

Dolori agli occhi

Se si soffre di dolore agli occhi è bene rivolgersi al medico o all'oculista che verificherà che non vi siano infezioni o cicatrici. In qualche raro caso, infatti, il dolore e il fastidio possono essere causati  da un danno alla cornea che se non viene trattato correttamente potrebbe compromettere seriamente la vista.

Come sono le pupille in gravidanza

Quante volte abbiamo sentito dire che una donna incinta la si riconosce subito dagli occhi? In effetti già qualche secolo fa il medico Jacques Guillemeau dichiarò che i cambiamenti degli occhi erano un sintomo di gravidanza perché le pupille diventavano più piccole, le palpebre sembravano cadenti e si formavano piccole venuzze negli angoli dell'occhio.

Occhi lucidi

Nel primo trimestre di gravidanza l'aumento dell'irrorazione sanguigna, e quindi di ossigeno, in tutto l'organismo materno fa sì che la pelle diventi più luminosa e così anche gli occhi. Una maggiore idratazione e ossigenazione fanno sì, infatti, che gli occhi della donna incinta, soprattutto nelle prime settimane, siano più lucidi e brillanti.

Inoltre, mentre la maggior parte delle donne sperimenta una diminuzione della produzione lacrimale, alcune invece vivono l'effetto contrario, cioè un aumento lacrimazione che fa sì che gli occhi siano lucidi e più luminosi.

Vedere le scintille

I lampi improvvisi che compaiono davanti agli occhi non andrebbero mai sottovalutati, soprattutto se il fenomeno si ripete con una certa frequenza. Quali potrebbero essere le cause delle scintille davanti agli occhi?

  • Una carenza di ferro può causare vasospasmi improvvisi che causano i lampi,
  • un problema alla retina che viene eccessivamente sollecitata,
  • sbalzi di pressione che sono piuttosto frequenti in gravidanza,
  • gestosi: un disturbo molto serio che va immediatamente diagnosticato e che ha tra i suoi principali sintomi proprio un aumento della pressione.

In molti casi vedere le scintille e poi magari ritrovarsi con un bel mal di testa potrebbe essere semplicemente sintomo di un calo di zuccheri. Tenete sempre a portata di mano uno snack e non esitate a contattare il ginecologo e l'oculista laddove questi fenomeni dovessero ripetersi con una certa frequenza.

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0