strip1-gravidanza
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-gravidanza-0
1 5

Kate Middleton: scoperta la causa delle forti nausee in gravidanza

Secondo uno studio recente le cause dell'iperemesi gravidica, di cui ha sofferto anche Kate Middleton, non sono da ricercare in una produzione eccessiva di ormoni, ma nella genetica

Kate Middleton: cause dell'iperemesi gravidica

Durante le sue tre gravidanze Kate Middleton ha sofferto di iperemesi gravidica: un disturbo caratterizzato da una forma acuta di nausee mattutine che possono causare anche un' eccessiva disidratazione, perché la donna che ne soffre non riesce a reintegrare i liquidi che perde.

Se non curata come si deve, l'iperemesi gravidica può portare a un calo del livello di potassio nel sangue, con problemi alla funzionalità del fegato e una carenza di sali minerali che sono molto importanti per lo sviluppo del feto, soprattutto nei primi mesi. Inoltre può causare un abbassamento della pressione (con eventuali episodi di svenimenti) ed un aumento del battito cardiaco. 

Kate Middleton è stata più volte ricoverata in ospedale proprio a causa di queste nausee e dei frequenti episodi di vomito intenso. A soffrirne di recente è anche Amy Schumer, comica e attrice, che ha dovuto richiedere l'intervento dei medici, non riuscendo più a sopportare gli effetti di questa malattia.

Disturbi in gravidanza

Iperemesi gravidica, le cause

Finora si pensava che le cause dell'iperemesi gravidica fossero da ricercare in una produzione eccessiva di ormoni durante i primi mesi della gravidanza. Ma in realtà sembra che a scatenare questo disturbo sia la genetica.

Secondo uno studio condotto dall’Università della California e pubblicato sulla rivista Nature Communications sarebbe stata individuata una causa possibile delle nausee in gravidanza. Finora non si avevano certezze su cosa scatenasse questo disturbo, oggi invece sappiamo che l'iperemesi gravidica sarebbe associata a due geni: GDF15 e IGFBP7, entrambi responsabili dello sviluppo della placenta e con un ruolo importante nel regolare l’alimentazione delle future mamme.

Come sono giunti a questa scoperta?

I ricercatori americani avrebbero confrontato le mutazioni presenti nel Dna delle donne affette da iperemesi gravidica. Analizzando quindi studi e analisi condotte in passato avrebbero scoperto che a provocare la malattia sono i geni GDF15 e IGFBP7, che aumentano il livello di alcune proteine.

I ricercatori avrebbero affermato che grazie a questa scoperta in futuro sarà possibile ideare un farmaco in grado di prevenire l’iperemesi gravidica. Una buona notizia per tutte le donne che, come Kate Middleton e Amy Schumer, sono costrette a vivere la gravidanza su un letto d'ospedale, debilitate e spesso limitate nello svolgimento delle loro attività quotidiane.

gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0