Home Gravidanza Disturbi della gravidanza

Esercizi di training autogeno in gravidanza

di Elena Berti - 20.09.2021 Scrivici

esercizi-training-autogeno-gravidanza
Fonte: shutterstock
Esercizi training autogeno gravidanza per potersi rilassare tramite la respirazione e sconfiggere ansia e stress in vista di travaglio e parto

Esercizi training autogeno gravidanza

La gravidanza è uno stato fisiologico eppure, anche quando va tutto bene, molte donne soffrono di piccoli disturbi. E tra di loro, sono molte a sentirsi più ansiose e stressate, a volte tanto da non riuscire a godersi questo bel momento e prepararsi al meglio all'arrivo di un figlio. Se anche vi sentite particolarmente stressate o ansiose durante la gestazione, potreste risolvere con esercizi training autogeno gravidanza. Un modo semplice per stare meglio durante i nove mesi e, perché no, anche durante il travaglio.

In questo articolo

A cosa serve il training autogeno

Il training autogeno è una pratica che permette la connessione tra mente e corpo attraverso respirazione e visualizzazione. È una tecnica riconosciuta molto valida per diminuire gli stati di stress e di ansia, ma anche per combattere il dolore, in particolare, in questo caso, quello del travaglio, che spesso è proprio intensificato allo stato di stress in cui si trova la partoriente. Muscoli contratti, paura, incognite, respirazione scorretta aumentano la percezione del dolore fisico, che diventa insopportabile.

Col training autogeno, invece, ci si prepara per nove mesi per arrivare più serenamente al parto, tant'è che questa tecnica ha un nome specifico, RAT (training autogeno respiratorio).

Training autogeno in gravidanza, esercizi

Sebbene il RAT sia una tecnica riconosciuta ufficialmente come preparazione al parto e richieda, per questo, la presenza di un esperto che guidi la donna negli esercizi, questi possono essere effettuati anche senza supporto, perché non hanno alcun rischio per chi li pratica. Si tratta di un mix di respirazione, rilassamento e visualizzazione che permette, a chi lo mette in pratica, di trarre beneficio e alleviare stati di ansia e stress dovuti a diversi fattori.

Ecco gli esercizi di training autogeno che potete provare a casa, fin dai primissimi giorni della gravidanza e per tutta la sua durata. 

L'esercizio della pesantezza

È un esercizio comune anche nella fase finale della pratica yoga. Distese sulla schiena, abbandonate braccia e gambe leggermente lontane tra loro. L'obiettivo è lasciare andare tutto il corpo, perciò chiudete gli occhi e "sentite" ogni punto: iniziate dalle dita dei piedi, la pianta, il tallone, e percepite con questo si posa sul pavimento. Risalite poi piano piano verso l'altro, rilasciando i muscoli ed eliminando ogni tensione. Potete ripeterlo una volta al giorno.

L'esercizio del calore

Una volta terminato l'esercizio della pesantezza, passate a percepire il sangue che scorre dentro di voi. Si tratta di una tecnica di visualizzazione che funziona meglio se qualcuno vi guida con frasi specifiche, ma potete immaginare qualcosa di caldo che scorre attraverso i vostri vasi sanguigni. A questo potete aggiungere l'esercizio del cuore: imparare ad ascoltare i vostri battiti, posando le mani sul cuore e lasciandovi cullare dal suo rumore ritmato. Fatelo però lontano da momenti di stress e quando sentite di aver interiorizzato gli altri esercizi di rilassamento.

L'esercizio del respiro

È fondamentale per rilassarsi e utilissimo durante il travaglio: imparare ad ascoltare il proprio respiro e a respirare correttamente. Per farlo può essere utile ripetersi frasi come "il mio respiro è calmo e regolare" oppure "il mio corpo respira", o ancora associare al proprio respiro altri suoni gradevoli, come il rumore del mare. Questa tecnica è utilizzata molto anche nella pratica yoga. È importante inspirare gonfiando il petto e espirare sgonfiando la pancia, possibilmente col naso.

L'esercizio del plesso solare

Più difficile degli altri, ma vale la pena provare: si tratta di posizionare la mano sul plesso solare, cioè in quella parte tra petto e addome da cui si diradano diverse ramificazioni nervose. Una volta individuato il punto, bisogna visualizzare una specie di sorgente interna di calore che da lì parte per irradiarsi in tutto il corpo.

Gli esercizi di training autogeno da fare in gravidanza sono semplici e alla portata di tutti. Se soffrite di ansia e stress o volete semplicemente prepararvi al parto, potete provare questa tecnica: esistono anche molti video di accompagnamento vocale per aiutare nella visualizzazione.

gpt inread-gravidanza-0

articoli correlati